Keystone
GRIGIONI
13.10.2019 - 21:360

Quando la selvaggina è contaminata ma il cacciatore non te lo dice

E te la vende. Si sbagliano in molti, come confermano le autorità grigionesi, ma non per malizia: «Spesso hanno dubbi o sono troppo orgogliosi»

COIRA - Se si tratta di selvaggina che può essere venduta senza problemi o se prima deve essere sottoposta a ulteriori controlli sta al cacciatore deciderlo, e dovrà compilare un modulo d'accompagnamento per ogni animale. Questa, riporta la SonntagsZeitung, è prassi da maggio 2017.

Se la carne è di qualità "A” è impeccabile e può essere venduta subito, se è di qualità "B" - invece - dev'essere sottoposta a controlli ufficiali negli stabilimenti autorizzati.

«Quando l'animale viene trovato privo di vita dopo più di 3 ore dall'abbattimeno è sicuramente da considerarsi di categoria B», commenta  Giochen Bearth dell'Ufficio della sicurezza alimentare del canton Grigioni. Stando a Bearth, nei Grigioni in media solo 1 animale ogni 10 viene indicato dai cacciatori come di qualità "B". Una percentuale sospettosamente bassa.

Per questo sono stati effettuati dei controlli a campione fra le associazioni, sempre nei Grigioni ma anche a Glarona, che - prendendo in considerazione prede ungulate -  ha stabilito che circa il 30% di quelli classificati come "A" in realtà non lo erano: o le impurità erano presenti in maniera importante o si trattava di prede scoperte ben oltre le 3 ore “di sicurezza”.

Alla base della valutazione errata non c'è però il dolo, puntualizza l'Ufficio, piuttosto il dubbio e l'ignoranza ma anche l'orgoglio gioca la sua parte: «Un colpo all'addome può essere causa di contaminazione, uno al cuore invece no. È come ammettere di aver sparato male», commenta Bearth.

Per chi si sbaglia, però, non sono previste sanzioni ma solo un richiamo.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
TI.CH 7 mesi fa su tio
Tra i bal che i cünta ades i fa anca cünt da fa pasa per A quando invece l'he da categoria B
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-05-29 03:52:06 | 91.208.130.86