Cerca e trova immobili

MADRIDSuperlega, altra vittoria

31.01.23 - 15:00
Le sanzioni minacciate per Juventus, Real Madrid e Barcellona non possono essere applicate.
Freshfocus/archivio
Superlega, altra vittoria
Le sanzioni minacciate per Juventus, Real Madrid e Barcellona non possono essere applicate.
FIFA e UEFA devono astenersi dall'adottare provvedimento e rilasciare dichiarazioni per impedire e ostacolare lo sviluppo della Superlega. In marzo, alla Corte Europea, si giocherà la partita decisiva.
CALCIO: Risultati e classifiche

MADRID - La A22Sports, la società promotrice della Superlega, ha vinto una battaglia importante e significativa per il destino della stessa competizione. 

Il Tribunale commerciale di Madrid ha infatti stabilito che la Superlega può esistere e i club che ancora ne fanno parte - dopo il "fuggi fuggi" sono rimasti Juventus, Real Madrid e Barcellona - non possono essere sanzionati dalla UEFA e dalla FIFA.Già in precedenza la corte spagnola aveva vietato di sanzionare i club, ora A22 ha vinto pure l'appello al tribunale di Madrid.

In sostanza è quindi possibile creare una competizione indipendente e alternativa a quelle dell'organizzazione attuale, ovvero l'ecosistema UEFA e FIFA. Questo perché, come anticipato da "As" e riportato da "Sportmediaset", nelle carte del tribunale si scrive che «FIFA e UEFA non possono giustificare il loro comportamento anticoncorrenziale come se fossero gli unici depositari di certi valori europei, soprattutto se questo deve servire da scusa per sostenere un monopolio dal quale poter escludere l'iniziativa di quella che aspira a essere la sua concorrente, la Superlega».

Vinta anche questa battaglia, i sostenitori della Superlega possono guardare con ottimismo a marzo, quando - alla Corte Europea del Lussemburgo - si giocherà la partita decisiva. Li, salvo nuovi colpi di scena, arriverà la decisione finale.

COMMENTI
 

Alex 1 anno fa su tio
Si certo poi ci si meraviglia dei giochetti ...vedi Juve

Busca 1 anno fa su tio
La superlega esiste già ed è formata da Bayern, Liverpool, Manchester Utd, Manchester City, Chelsea, PSG, Barcellona e Real Madrid che possono pagare cifre folli per i giocatori e che si spartiscono la torta. Almeno con l’attuale formula anche altre squadre partecipano al banchetto. Con la formula alternativa proposta, i soldi vanno solo ai membri “eletti”.

Boss 1 anno fa su tio
Risposta a Busca
funziona nel basket questo è stare al passo con i tempi

Boss 1 anno fa su tio
giusto era ora i soldi devono andare a chi produce spettacolo !! non a quei ladri a Zurigo e Nyon

Galium 1 anno fa su tio
Sentenza ineccepibile
NOTIZIE PIÙ LETTE