LUGANO
28.03.2014 - 08:410
Aggiornamento : 23.11.2014 - 05:36

Lo hanno scambiato per Gandalf, invece si tratta di…

Un noto pilota militante in GP3 è stato fotografato in una insolita veste, scopriamo il perché

LUGANO - Barba lunga e incolta, sdraiato per terra ed espressione un po' stranita. E' così che si presenta il pilota ticinese di GP3 Alex Fontana, che per l'occasione si è prestato come testimonial di una campagna per ACS Ticino. Alex ci ha raccontato in esclusiva i retroscena di questa insolita esperienza.

Alex, prestarti per questa pubblicità è stato un diversivo tra un allenamento e l'altro, ma come procede la tua preparazione?

"Sta andando nella giusta direzione, sono più di 3 mesi che non salgo in macchina e sicuramente in primi giri nei test saranno strani. In questa stagione userò meglio l'esperienza accumulata l'anno scorso e lotteremo per stare davanti".

In questa occasione ti sei tolto il casco e ti hanno messo la barba finta: come ti sei sentito sotto i riflettori per un set fotografico, piuttosto che "nascosto" nel tuo abitacolo?

"Mi sono divertito molto, anche perché questo spot racchiude una storia divertente. Lo staff ha trovato un'idea carina per pubblicizzare questo nuovo servizio di ACS".

Nello spot infatti si vede Alex che, aspettando a lungo i soccorsi per sistemare la foratura della sua auto, invecchia a tal punto da ritrovarsi con una barba insolitamente lunga.

Tu che sei abituato a correre a 200 Km/h, come hai gestito i "tempi morti" tipici dei set?

"Erano tutti molto simpatici e abbiamo chiacchierato. Era una bella giornata, così ad un certo punto abbiamo ordinato una pizza. Sembrava una tipica giornata domenicale che passi al parco, anche se in realtà era in settimana. Per realizzare il servizio però abbiamo dovuto sgonfiare la ruota di una vettura. La cosa divertente è stata che, tra il presidente di ACS Ticino (Gian Marco Balemi) e me che sono un pilota, abbiamo avuto problemi a rigonfiarla. Abbiamo rischiato di rimanere a piedi sul serio perché il compressore elettrico non funzionava".

Come vivi queste esperienze collaterali alle gare?

"Alcune attività mi piacciono molto, altre meno. Dipende anche da quante ne fai, potrebbe essere pesante fare una pubblicità dietro l'altra. Ma fanno parte della vita di uno sportivo e bisogna prenderle con simpatia".

Ti piaci con la barba? Stai pensando di cambiare look?

"La barba mi è piaciuta un sacco e la truccatrice è stata bravissima. Purtroppo la Lotus non mi permette di tenerla durante le attività ufficiali. Nella vita di tutti i giorni invece la faccio crescere un po', ma in questo caso era talmente lunga che i miei amici mi hanno scambiato per Gandalf del Signore degli Anelli, altri invece non mi hanno nemmeno riconosciuto".

Quando sei in gara e buchi ci pensano i meccanici, ma in strada hai già bucato? Come te la sei cavata?

"Ho bucato proprio due giorni prima che mi chiamassero per il servizio fotografico. Ero convinto di avere la ruota di scorta, invece non c'era nemmeno quella. Per fortuna che il mio garage mi ha fornito il servizio di sostituzione. A pensarci bene è stato quasi un evento premonitore".


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-02-24 18:51:52 | 91.208.130.87