Cerca e trova immobili

ITALIALa canzone su Berlusconi, che Amadeus non ha voluto a Sanremo

07.02.24 - 15:00
L'ha scritta Andrea Vantini, già autore di "Meno male che Silvio c'è"
Depositphotos (andreadelbo)
La canzone su Berlusconi, che Amadeus non ha voluto a Sanremo
L'ha scritta Andrea Vantini, già autore di "Meno male che Silvio c'è"

MILANO - Tutti sognano Sanremo: centinaia di brani sono stati proposti ad Amadeus ma solo pochi sono stati ammessi in gara dal direttore artistico del Festival. Tra questi non c'è "Il mio cuore lo sa", scritto dal compositore veronese Andrea Vantini. La canzone ha una particolarità che è valsa al suo autore un'intervista al quotidiano La Repubblica: è dedicata a Silvio Berlusconi.

Vantini è l'autore di "Meno male che Silvio c'è", brano che è diventato celebre come sottofondo di una campagna elettorale del Pdl. «Sarebbe stato un bellissimo omaggio a una persona speciale» ha dichiarato il 54enne a proposito della sua nuova creatura artistica. «Purtroppo non è bastato per essere ammesso a Sanremo. Ma Amadeus fa come gli pare».

Vantini spiega che l'impulso a scrivere un nuovo brano "berlusconiano" è arrivato dopo la morte del Cavaliere, il 12 giugno 2023. La proposta è nata quasi per scherzo («Io non volevo farlo, anche perché la prima continua a essere molto cliccata. Quando è venuto a mancare è schizzata in cima alle classifiche di Spotify: il pezzo più ascoltato dello scorso mese di giugno») ma poi si è concretizzata. «Mi sono rivisto l’ultimo discorso del Presidente dal San Raffaele: lui in giacca, il volto stanco ma sempre sorridente. Allora mi sono messo a scrivere e l’ho fatta sentire subito a Marta Fascina».

La compagna di Berlusconi, aggiunge Vantini, ha apprezzato molto il brano. «Ho visto le sue lacrime, si è commossa. E lo stesso vale per Antonio Tajani a Paestum. Anche a Roberto Gasparotti, il suo regista, sono venuti gli occhi lucidi». Ora il musicista ha un altro obiettivo: «Mi piacerebbe girare un video ad Arcore e magari farla sentire anche a Piersilvio e a Marina. So che è difficile ma se c’è una cosa che il presidente mi ha insegnato è credere nei propri sogni».

NOTIZIE PIÙ LETTE