Cerca e trova immobili

LUGANOLe RagazzePunk ora anche attrici, con l'EOC per dire no alla violenza domestica

30.11.23 - 12:00
Oggi al Palazzo dei Congressi va in scena uno spettacolo gratuito, arricchito da una tavola rotonda con esperti del settore medico e legale.
Tio/DavideGiordano
Fonte PopMusicSchool
Le RagazzePunk ora anche attrici, con l'EOC per dire no alla violenza domestica
Oggi al Palazzo dei Congressi va in scena uno spettacolo gratuito, arricchito da una tavola rotonda con esperti del settore medico e legale.

LUGANO - Il quartetto musicale ticinese delle RagazzePunk torna a far sentire la sua voce, dopo la partecipazione a X Factor e il lancio del nuovo singolo "Stella di Hollywood". E lo fa non più solo cantando ma questa volta (anche) recitando all'interno di uno spettacolo-evento "costruito" pensando a come sensibilizzare e informare i giovani sul tema della violenza, che si consuma tra le mura domestiche, come sempre a danno dei più deboli, in primis le donne.

Così Lisa, Sofia, Christel e Naike, insieme ad altri studenti della Pop Music School di Mendrisio, saranno attrici protagoniste dello spettacolo gratuito "Non tacere. Riconosci e ferma la violenza domestica", che andrà in scena oggi (giovedì 30 novembre) dalle ore 18.00 al Palazzo dei Congressi a Lugano.

Sul palco ci sarà spazio non solo per la recitazione e la musica (sarà Lisa a cantare, in versione solista) ma anche per il confronto e l'informazione - anche a vantaggio di chi si trova a dover affrontare episodi di violenza - grazie a una tavola rotonda che vedrà tra i protagonisti e relatori: Giulia Bruzzone (medico pronto soccorso, Ospedale Regionale Lugano), Carlo Maino (medico pronto soccorso, Ospedale San Giovanni Bellinzona);  Kim Savoy (Servizio di Aiuto alle Vittime); Letizia Vezzoni (Rappresentante Ordine degli Avvocati, Canton Ticino). Moderatrice della serata sarà Rosanna Bertuccio (Membro della Società svizzera degli studi di genere).

«Pronto Soccorso: luogo sempre aperto»
L'evento, ideato da Roberta Petrino (Primaria e direttore medico medicina d'urgenza e pronto soccorso EOC), mira a far sentire meno sole le vittime di violenza domestica. Ricordando a tutti - come spiega in un comunicato il gruppo organizzatore* - che «il Pronto Soccorso rappresenta un luogo sempre aperto, dove un team di professionisti può offrire supporto clinico e psicologico».
E dove si può essere curati e protetti «con o senza coinvolgimento della Autorità».

*Spettacolo gratuito offerto dal gruppo di lavoro contro la violenza domestica EOC; con la partecipazione gratuita della Pop Music School di Paolo Meneguzzi. Il sodalizio è nato dalla collaborazione tra medici e infermieri del dipartimento di Medicina d’Urgenza dell’Ente Ospedaliero Cantonale, il Servizio Cantonale di Aiuto alle Vittime e le Case Protette.
Regia e Direzione artistica: Mauro Marchese, Sarah Paoletti, Alberto Barbi. Coreografie: Fausta Ronga.

NOTIZIE PIÙ LETTE