Cerca e trova immobili
«Sogno un concerto a Lugano»

LUGANO«Sogno un concerto a Lugano»

30.06.23 - 06:30
Il nuovo singolo, “Pierdo partes de mi historia”, del cantante Ransell Labata pubblicato oggi.
Valentina Gutierrez
«Sogno un concerto a Lugano»
Il nuovo singolo, “Pierdo partes de mi historia”, del cantante Ransell Labata pubblicato oggi.

LUGANO - Un ritorno dal sapore liberatorio. Ransell Labata ha pubblicato oggi il nuovo singolo “Pierdo partes de mi historia”, prodotto da Guido Beat. Un brano scritto interamente dal cantante di origini dominicane, che per molti anni ha vissuto a Lugano, ma nato grazie alla collaborazione con gli artisti David Patiño, Raquel Lamb e Carina Lamb. Quattro ragazzi legati da una profonda amicizia nata durante le audizioni di XFactor Spagna.

Quale è stata la tua ispirazione?

«Il brano è ispirato all’assenza di mia nonna, che mi curava quando ero piccolo in Repubblica Dominicana. Ma non solo. Ho vissuto un periodo della mia vita in cui sono decedute molte persone a cui ero legato, soprattutto a Lugano. Queste perdite hanno ispirato il brano che parla di assenza, qualsiasi tipo di assenza: di un amico, un familiare oppure di un amore».

Il titolo in questo senso è significativo: “Perdo pezzi della mia storia”

«Il titolo ripercorre il significato del testo. Racchiude le emozioni che ho provato, è un miscuglio di ricordi e di nostalgia per cose che non torneranno più. Nella canzone reclamo momenti che non fanno più parte del mio presente, ma solo nei miei ricordi».

Come si elaborano queste assenze?

«La musica mi ha aiutato tanto. Prima di questo singolo mi trovavo perso. Mi ero preso una pausa ed ero rimasto lontano per molto tempo dalla produzione. Ero fermo e stavo male. La partecipazione a XFactor Spagna è stata una svolta. Ho incontrato un gruppo fantastico e abbiamo deciso di fare una collaborazione. Ho sentito di nuovo quell’entusiasmo che mi mancava».

Lugano cosa rappresenta per te?

«Sono molto legato a questa città. A livello professionale Lugano mi ha lasciato un vuoto molto profondo. Non ho potuto realizzare i miei sogni a Lugano. Sognavo di diventare speaker radiofonico e non è stato così. Per questo sono partito all’estero. Però questa città resta casa mia. Per circa 19 anni ho abitato a Lugano. Sogno di cantare in Piazza Riforma». 

«Mi trovo perso, rotolo in un limbo, non riesco a ritrovare il mio posto» cosa significa?

«È la mia frase preferita del brano. Racconta delle difficoltà che ho incontrato durante la pandemia e dopo la morte di molti cari. Ti spiego. Quando mi chiudo nei pensieri del passato mi perdo e mi sento bambino. Non ho la lacrima facile, ma in questi momenti piango facilmente. Mi sento senza protezione».

Quanto è stata importante l’esperienza a XFactor Spagna per rilanciare la tua carriere?

«Tanto. Voglio infatti dedicare questo articolo ai tre ragazzi che mi accompagnano nella canzone. Non sono stati scelti a caso. Questa collaborazione si è sviluppata in un momento molto speciale della nostra vita. Tutti e quattro venivamo da situazioni complicate e questo progetto ci ha vincolato molto».

COMMENTI
 

Hardy 7 mesi fa su tio
Un grandissimo. Me lo ricordo alle selezioni di Palco ai Giovani: solita sfilza di gruppi rock, metal, punk, hip hop e ad un certo punto arriva lui con il suo raggaton, ballerine al seguito e canzoni in spagnolo, un groove pazzesco che ha sbaragliato tutti. Semplicemente mitico.
NOTIZIE PIÙ LETTE