Immobili
Veicoli

REGNO UNITOTom Hardy e Brad Pitt: le passioni che non ti aspetti degli attori

22.09.22 - 12:00
Nonostante la fama, molti personaggi famosi decidono di dedicarsi totalmente a un hobby, ma non sempre finisce bene.
Deposit
Tom Hardy e Brad Pitt: le passioni che non ti aspetti degli attori
Nonostante la fama, molti personaggi famosi decidono di dedicarsi totalmente a un hobby, ma non sempre finisce bene.

LONDRA - Tom Hardy ora è un campione di arti marziali. L’attore britannico si è iscritto senza fare proclami ai Campionati brasiliani di Jiu-Jitsu Open 2022 a Milton Keynes di sabato scorso, ha battuto tutti i suoi avversari ed è tornato a casa vittorioso. Uno dei suoi avversari ha detto al Guardian che il 45enne era «probabilmente uno dei concorrenti più agguerriti che abbia mai affrontato».

«Sarebbe potuta andare male in diversi modi, ma il debutto di Hardy nel jiu-jitsu è stato assolutamente perfetto. L'attore avrebbe potuto tentare di monetizzare il suo hobby realizzando una serie di documentari della BBC intitolata "Tom Hardy: Il viaggio del combattente". Avrebbe potuto pubblicizzare la competizione sui social media, inondando la sede di fan e fare in modo che l’intero torneo fosse interamente incentrato su di lui. Avrebbe potuto sfruttare degli sponsor e arrivare sul ring ricoperto di loghi di aziende, ma non l'ha fatto. Ha preferito dedicarsi interamente alla sua nuovo hobby», scrive Stuart Heritage, giornalista del Guardian.

Tom Hardy come Brad Pitt
Lo stesso vale per Brad Pitt che, senza attirare l’attenzione su di sé, ha svelato questa settimana la propria passione per la scultura. «Anche lui avrebbe potuto sfruttare l'influenza della sua fama e presentare le sue opere con un documentario, o con una mostra stellata nel cuore di Hollywood», continua Heritage. Eppure ha scelto di fare il suo debutto in una galleria d’arte finlandese, a più di 170 km a nord di Helsinki. E, come Hardy, sembra essere molto abile nel suo lavoro: Jonathan Jones lo definisce «un artista straordinario».

Non tutti gli esordi finiscono bene 
Intelligentemente, entrambi hanno scelto qualcosa di relativamente vicino alla carriera su cui concentrarsi, basandosi sulle loro abilità fisiche o sull’espressione creativa. Questo probabilmente è stato parte del loro successo perché, quando le star si allontanano troppo dai "marchi di fabbrica", potrebbero essere difficile per i fan guardarli allo stesso modo. «È difficile immaginare il sex simbol degli anni ’70 Rod Stewart, l’appassionato di modelle ferroviarie che è diventato, o scoprire che l'ex pugile Mike Tyson ha una passione segreta per i piccioni», conclude Heritage.

La possibilità di sbagliare a esporsi e rovinarsi la carriera, è sempre dietro l'angolo. L’attore Jim Broadbent, per esempio, si rammarica della decisione di aver reso pubblico il suo hobby nel 2015. Questo perché l'opinione pubblica ha trovato il passatempo dell'uomo decisamente inquietante. Broadbent si diverte a intagliare grossolanamente nel legno esseri umani, a grandezza naturale, poi vestirli e metterli delle parrucche. Non sono state le statue a far storcere il naso dei fan, ma più che altro la decisione dell'attore di posare assieme alle sue opere in un servizio fotografico, che inutile dirlo, non ha riscosso molto successo.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE PEOPLE