PHOTOSCHWEIZ / MASSIMILIANO ROSSETTO
L'artista visuale della Svizzera italiana Massimiliano Rossetto espone in questi giorni a photoSCHWEIZ.
ULTIME NOTIZIE People
STATI UNITI
1 ora
Addio allo stilista Virgil Abloh
Era il direttore della collezione Uomo di Luis Vuitton. Da anni lottano contro il cancro
EMIRATI ARABI UNITI
4 ore
Lindsay Lohan e quel matrimonio in vista... «È il mio futuro»
Anello di fidanzamento in vista, la coppia ha annunciato la bella notizia su Instagram
STATI UNITI
10 ore
House of Gucci, Jared Leto: «Ho sniffato strisce di sugo all'arrabbiata»
L'attore ha rilasciato dichiarazioni particolari durante un'intervista: «Questa è la mia lettera d'amore all'Italia»
EMIRATI ARABI UNITI
1 gior
Alicia Keys a Expo 2020
La cantante statunitense si esibirà nella Al Wasl Plaza di Dubai il prossimo dieci dicembre.
STREAMING
REGNO UNITO
1 gior
Cover sì, ma «100% Deep Purple»
"Turning to Crime" è un onesto divertissement che non aggiunge niente alla storia della band ma che si lascia ascoltare
ITALIA
2 gior
Sesso e maleducazione, le stilettate di Chiara Ferragni a Fedez
Il rapper è uscito malconcio da una diretta Twitch insieme alla moglie
ITALIA
2 gior
Rocco Siffredi: «Arisa sexy, molti vorrebbero vederla in un porno»
Continuano a far discutere le dichiarazioni della cantante: i complimenti del re dell’hard
BERNA
2 gior
Berna, dottorato honoris causa per Tina Turner
La superstar ha «mostrato un esempio di via di uscita da molteplici situazioni di discriminazione»
ITALIA
2 gior
Cecilia Rodriguez, scambio social con Antonino: dietro c’è Belen?
Il commento di Ceci a una foto di lui potrebbe essere un segnale di distensione
SVIZZERA
07.07.2021 - 06:300

Natura e città, una relazione complicata

Il difficile equilibrio è al centro di "Naturalia", che l'artista visuale Massimiliano Rossetto presenta a photoSCHWEIZ

ZURIGO - Ci sono anche le opere di un artista visuale della Svizzera italiana a photoSCHWEIZ, la più grande vetrina per la fotografia in Svizzera, in corso in questi giorni (e fino a domenica 11 luglio) al Padiglione 550 a Zurigo-Oerlikon. Sono circa 200 i professionisti che approfittano della visibilità data dall'esposizione, che è arricchita da premi e mostre speciali. «Nonostante tutte le avversità causate dalla pandemia, molti fotografi hanno usato il periodo Covid in modo creativo. Insieme ai nostri curatori, sono molto entusiasta della qualità e della frizzante creatività dell'edizione 2021», afferma il direttore creativo del gruppo Blofeld Michel Pernet.

Il fotografo in questione è Massimiliano Rossetto: nato nel 1993, vive e lavora tra Berlino e Lugano. Nel 2016 si è laureato con un Bachelor in fotografia contemporanea a BLOO di Lione (Francia). Nel 2020 ha ricevuto il primo premio del 24. vfg Swiss Young Talent Award for Photography e in questi anni ha presentato i suoi lavori in Svizzera e in svariate nazioni europee.

Che genere di opere hai proposto quest'anno a photoSCHWEIZ?
«Ho presentato parte di un progetto fotografico a lungo termine intitolato "Naturalia". Ho iniziato a lavorarci all'inizio del 2017, dopo essermi trasferito a Berlino, in Germania, da un piccolo villaggio rurale in Svizzera. È diventato abbastanza chiaro per me che vivere in una delle più grandi capitali d'Europa ha avuto un impatto significativo sulla mia salute mentale». 

Per quale motivo?
«La causa è la mancanza di natura della città. Ho iniziato a cercarla nella mia vita quotidiana, raccogliendo elementi che in qualche modo mi ricordavano la natura che era presente dove ero nato, ma dentro e fuori i parametri caotici della città. Con questo lavoro sto presentando un onesto ritratto geologico di ciò che vedo, sento e sperimento fisicamente intorno a me; sto creando una narrazione di una realtà distopica e contemporaneamente rendendo omaggio alla natura, per negoziare un equilibrio a metà strada».

Come si può definire il tuo ambito di ricerca artistica?
«Il mio lavoro fotografico si concentra principalmente sui ricordi associati ai paesaggi e la ricerca di un senso d'appartenenza; in luoghi spesso caratterizzati da artefatti naturali e artificiali presenti nell'ambiente. La mia ricerca artistica riassume spazi od oggetti che sono stati costruiti, distrutti o modificati come risultato dell'attività umana».

Quanto ha influito l'essere cresciuto in Ticino nel tuo lavoro?
«Ha avuto un influsso particolare nel mio lavoro, che si è accentuato soprattutto dopo essermi trasferito a Berlino nel 2017. Come detto, la mancanza di natura in città ha giocato un ruolo importante sulla mia salute mentale e nella crescita del progetto "Naturalia". Ho infatti iniziato a ricercare la natura nella mia vita quotidiana, raccogliendo elementi che mi ricordassero la natura presente nel mio villaggio natale, ma all'interno e all'esterno dei parametri caotici della città».

MASSIMILIANO ROSSETTO
Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-11-28 22:39:51 | 91.208.130.86