Keystone
STATI UNITI
18.09.2020 - 17:050

Addio a Winston Groom, il "papà" di Forrest Gump

Lo scrittore è morto a 77 anni in Alabama

FAIRHOPE - Addio a Winston Groom, il papà di Forrest Gump: lo scrittore, il cui iconico romanzo nel 1994 fu trasformato in un film da sei premi Oscar tra quello per il protagonista Tom Hanks, è morto a 77 anni a Fairhope in Alabama. Lo ha annunciato Karin Wilson, la sindaca della cittadina in un messaggio sui social media.

«Anche se verrà ricordato per aver scritto 'Forrest Gump', Groom era un giornalista e un premiato saggista di storia americana», ha reso omaggio allo scrittore la governatrice dell'Alabama, Kay Ivey. Dei 16 libri di Groom, "Conversazioni con il nemico", su un prigioniero di guerra americano in Vietnam accusato di collaborazionismo, fu candidato come finalista per il premio Pulitzer.

«Mamma diceva sempre: la vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita», è una delle frasi celebri del romanzo che rifletteva l'interesse del suo autore per la storia raccontando tre decenni di eventi del ventesimo secolo attraverso la vita del protagonista, un sempliciotto dall'ottimismo infantile, nato con un quoziente di intelligenza di soli 75 punti ma matematicamente dotato.

Grazie a una serie di coincidenze favorevoli, Gump diventa diretto testimone di importanti avvenimenti della storia degli Usa, incontra personaggi come Elvis Presley, JFK, Lyndon Johnson, John Lennon, George Wallace e Richard Nixon, stabilisce un nuovo clima di pace tra Usa e Cina, diventa una stella del football e poi del ping-pong, partecipa alla guerra del Vietnam e a un raduno hippy senza mai rendersi realmente conto di quanto tutto questo fosse straordinario.

Dopo l'enorme successo del film, per cui Groom fu pagato 350 mila dollari più il tre per cento dei profitti al box office, il libro registrò un boom nelle vendite e Groom l'anno dopo ne scrisse un sequel intitolato "Gump and Co".

Groom era cresciuto a Mobile. Dopo gli studi all'Università dell'Alabama, aveva servito con l'Esercito Usa in Vietnam proprio come il personaggio che lo ha reso famoso. Il romanzo fu pubblicato nel 1986. Era diverso dal film diretto da Robert Zemeckis, numero due per incassi al box office dopo "Lion King". «Era più dark e più ricco», ha detto Don Noble, professore emerito di inglese all'Università dell'Alabama e amico di Groom da 40 anni.

Zemeckis aveva fatto perdere a Gump le doti matematiche, ne aveva ridotto la stazza (lo scrittore avrebbe voluto nel ruolo John Goodman non Hanks), censurato le parolacce e sorvolato sulla sua vita sessuale.

«Hanno tolto qualche asperità», aveva detto lo stesso Groom al New York Times l'anno dell'uscita del film: «Ma hanno fatto un ottimo lavoro. Avrei preferito la mia versione, ma non avrebbe avuto lo stesso successo».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-30 09:08:49 | 91.208.130.86