Immobili
Veicoli

Viaggi & TurismoAffascinare attraverso l’arte della fotografia

11.10.22 - 16:22
Concorso 2022 della Stazione ornitologica svizzera con oltre 9'800 scatti
Foto CR
Affascinare attraverso l’arte della fotografia
Concorso 2022 della Stazione ornitologica svizzera con oltre 9'800 scatti

La qualità delle fotografie che partecipano al concorso della Stazione ornitologica svizzera è sempre più alta, così la selezione si fa sempre più difficile. Sul vincitore assoluto la giuria è però stata unanime, impressionata dalla perfezione tecnica dello scatto con diverse specie di uccelli acquatici, tutti nei toni di bianco e grigio.

Un Airone bianco maggiore in mezzo a uno stormo di gabbiani. Ecco cosa rappresenta la foto del vincitore assoluto, Mateusz Piesiak. Lo scatto magistrale mostra tre piani di lettura e vari livelli di nitidezza e sfocatura artistica, un’impresa difficile da realizzare. Questo è anche reso possibile dal progresso tecnico che consente di scattare fotografie di qualità sempre migliore, come spiega Martin Wieser, rappresentante Canon e membro della giuria. La Rondine di Adrian Schmid, al primo posto nella categoria “Azione”, è altrettanto una dimostrazione tecnica definita “perfetta” dalla giuria.

La fotografia naturalistica è molto diversificata e comprende anche aspetti più artistici, persino interattivi, come illustra l’immagine di Agnieszka Florczyk, che ha vinto nella categoria “Generale”. Mel Weber, fotografo naturalista e membro della giuria, si esprime così: «È come un gioco! Più si osserva l’immagine, più si scoprono nuovi elementi». La giuria non manca di elogi anche per la foto della coppia di cicogne di Matt Engelmann, al primo posto nella categoria “Emozioni”; atmosfera romantica, luce soffusa, impressione di calma, queste le parole scelte per descrivere lo scatto degno della settima arte.

Ma bisogna tenere i piedi per terra: scegliendo di premiare immagini forti – alcune raffiguranti la morte – nella categoria “Uomini e uccelli”, i membri della giuria vogliono sottolineare la mancanza di rispetto che può avere l’uomo nel suo rapporto con la natura. L’Allocco morto ripreso nella foto del vincitore László Tóth potrebbe essere un cupo presagio di ciò che attende le nostre società se non agiamo ora a favore della biodiversità?

Primo posto nella categoria "Generale": La foto, di Agnieszka Florczy, rivela i suoi molteplici elementi solo dopo averla osservata più a lungo. È convincente per i diversi livelli offerti, il riflesso e naturalmente l'eleganza fotogenica delle gru.

Affascinare attraverso l’arte della fotografia: questa la motivazione per il concorso fotografico della Stazione ornitologica svizzera. Mostrare bellezza e diversità del popolo alato per attirare l’attenzione del grande pubblico e poter così concretizzare gli sforzi di protezione e conservazione. Quasi 9'800 scatti hanno partecipato all’edizione di quest’anno. Indubbiamente un record. Il prossimo concorso si terrà nel mese di maggio 2023.

 

Testo a cura di Claudio Rossetti

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE