mobile report Segnala alla redazione
Claudio Rossetti
L'equipaggio nel porto di Venezia.
ITALIA
09.11.2018 - 07:000

A Venezia in gondola oppure… in gommone oppure catamarano

Fissate le prossime date di partenza da Locarno e Ascona verso la Serenissima

 

VENEZIA – L’arte della costruzione della gondola è tra le più antiche, anche se oggi ormai, sta scomparendo sempre più. Si fabbricano sempre meno gondole e spesso ci si serve di una contro-sagoma prefabbricata. Essedo un’imbarcazione asimmetrica, la sua realizzazione è molto complicata e difficile.

La gondola misura 10.85 metri ed ha una larghezza variabile da 1.38 a 1.42 metri, il suo peso si aggira sui 350 chilogrammi ed è composta di circa 280 pezzi lignei. La prima fase della costruzione della gondola, consiste nella preparazione del materiale, da parte del maestro d’ascia. Egli scegle 8 tipi di legno diversi: abete, ciliegio, larice, mogano, noce, olmo, rovere e li taglia, una volta giunti in cantiere, in tavole di vario spessore e poste ad asciugatura per circa un anno.

Quando il legno è stagionato al punto giusto inizia la seconda fase, consistente nella costruzione dello scheletro della gondola utilizzando il legno di olmo. La terza fase rappresenta la posa dei ‘sérci’, ossia le fiancate della gondola, ricavati da tavole lunghe fino a 11 metri e curvate con acqua e fuoco. La barca viene poi piallata e e levigata per passare all’impermeabilizzazione, che consiste nel riempire di stoppa le fessure esistenti tra i vari pezzi assemblati e sulla quale viene colata pece molto calda, che viene poi bruciata perché si indurisca. Vengono infine sistemati gli ultimi elementi: ‘le mase’, con funzione di parabordo, e i ‘solarai’ dove il gondoliere poggia i piedi mentre voga.

Se la costruzione di una gondola vi sembra un pochino complicata allora perché non partire con uno dei nostri viaggi a bordo di un catamarano oppure un gommone? L’avventura, lungo gli oltre seicento chilometri che separano il Ticino dal Canal Grande, è davvero carica di storia, cultura e natura: dal Lago Maggiore, al Ticino, si passa dai navigli di Milano per poi continuare sul Po fino a raggiungere il mare. Oltre alla navigazione il viaggio prevede fermate nei parchi naturalistici, visite guidate delle città di Pavia, Cremona, Mantova, Ferrara, Chioggia e Venezia. Un’occasione unica per ripercorrere un tragitto particolare dal punto di vista paesaggistico, storico e gastronomico. Nel 2019 salperemo nelle seguenti date: 8 giugno e 7 settembre (con il catamarano da Locarno) e il 17 agosto (con i gommoni da Ascona). Il viaggio dura 9 indimenticabili giorni.

Testo a cura di Claudio Rossetti

Contatto: newsblog@viaggirossetti.ch

Link utile: www.viaggirossetti.ch oppure www.asconavenezia.org

 

Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-12-14 21:06:36 | 91.208.130.86