Immobili
Veicoli
Una città a gravità artificiale per vivere sulla Luna e su Marte

AvanTIUna città a gravità artificiale per vivere sulla Luna e su Marte

31.08.22 - 08:00
Gli scienziati giapponesi hanno presentato un progetto per costruire delle basi che imitano le condizioni sulla Terra
AvanTi
Una città a gravità artificiale per vivere sulla Luna e su Marte
Gli scienziati giapponesi hanno presentato un progetto per costruire delle basi che imitano le condizioni sulla Terra

Gli scienziati giapponesi dell’Università di Kyoto, in collaborazione con la società di costruzione Kajima Corporation con sede a Tokyo, hanno presentato un progetto per realizzare una struttura che permetterebbe agli esseri umani di vivere sulla Luna e su Marte ricreando le condizioni ambientali e gravitazionali simili a quelle presenti sulla Terra. La base si chiamerà “The Glass” e potrebbe diventare realtà già nel 2050.
The Glass presenta una forma cilindrica a gravità artificiale. In sostanza, sarà una sorta di mini città di 1.300 piedi che ruota ogni 20 secondi per raggiungere una gravità che replica le condizioni normali per la vita umana, permettendo agli uomini di vivere come sulla Terra. Il progetto degli scienziati giapponesi prevede anche di creare un sistema di trasporto pubblico, chiamato “Hexagon Space Track System”, simile ad un treno spaziale interplanetario, che genera la propria gravità mentre viaggia tra la Terra, la Luna e Marte.
Questa futuristica base avrà tutto ciò che serve per la vita umana sulla Luna e su Marte, come aree verdi, corpi idrici e un cielo aperto. Inoltre, sono previsti ulteriori piani per incorporare foreste e lungomare nella struttura in modo da replicare effettivamente le condizioni e la biodiversità della Terra. «Non esiste nulla come questo nei piani di sviluppo spaziale di altri paesi. L’umanità sta ora passando da un’era di ‘stare’ nello spazio a un’era di ‘vivere’ sulla Luna e su Marte», ha affermato Yosuke Yamashiki, direttore del SIC Human Spaceology Center dell’Università di Kyoto.
L’intenzione ambiziosa degli scienziati giapponesi sarebbe quella di costruire due strutture separate chiamate “Lunar Glass” per la Luna e “Mars Glass” per Marte. In queste future società spaziali gli abitanti svolgeranno attività economiche e potranno spostarsi per affari e turismo anche sulla Terra. «Vivendo in questa struttura, gli esseri umani possono avere figli e mantenere un corpo che può tornare sulla Terra in qualsiasi momento», hanno spiegato i ricercatori. Tuttavia, per completare The Glass serviranno quasi 100 anni, anche se una versione più semplificata della struttura proposta potrebbe essere costruita sulla Luna entro il 2050.
Anche molti altri paesi stanno pianificando basi permanenti sulla Luna, inclusi Stati Uniti, Russia e Cina. La Nasa ha comunque messo in guardia sui rischi per la salute umana dell’esposizione prolungata all’assenza di gravità e alla bassa gravità. Il che significa che qualsiasi tecnologia per contrastare questi effetti potrebbe rivelarsi utile. «Man mano che l’idea di vivere nello spazio diventa più realistica, il problema della bassa gravità, di cui sono diventato intuitivamente consapevole da bambino, è un problema che dobbiamo superare», ha dichiarato Takuya Ono, ricercatore senior presso l’appaltatore giapponese Kajima.

ULTIME NOTIZIE AVANTI