CANTONE/CONFEDERAZIONE
04.01.2018 - 06:000

Frutta e verdura nei sacchetti riutilizzabili: un'idea che l'Italia ora c'invidia

Dopo Migros e Coop, dove la vendita è andata «oltre le aspettative», anche Manor è pronta a proporle. E da oltreconfine arrivano gli elogi a Svizzera e Ticino

LUGANO - Per una volta, la Svizzera diventa modello da seguire. L'Italia di frequente ostile o maldisposta, carica di pregiudizi nei confronti del Ticino, oggi lo celebra e lo invidia, per quelle borse ecologiche dove riporre frutta e verdura che lottano contro la plastica senza gravare sulle tasche dei consumatori. 

Paghi una volta e non ci pensi più - Sei franchi e novanta quattro Veggie Bag da Migros, 4.95 tre Multi  Bag da Coop, è vero: ma per sempre, da riportare in negozio e riutilizzare a oltranza, invece di spendere due centesimi di euro ogni volta come da inizio settimana accade nei supermercati italiani, per costi aggiunti che alla fine dell'anno supereranno i 12 euro a famiglia. «Eppure la soluzione sarebbe così facile e più giusta», posta e condivide la gente sui social, additando virtualmente all'usanza che comincia ad attecchire oltreconfine.

Migros: «Molto apprezzate, soddisfatti del riscontro» - Sacchetti robusti, ma fatti di materiali rispettosi dell'ambiente, sopra cui applicare le diverse etichette della merce pesata per l'acquisto. Ha fatto da apripista Migros ormai un anno fa, con una sperimentazione andata così bene in quel di Zurigo – «oltre 200mila Veggie Bag vendute nella fase di prova» – da convincere il gruppo, in aprile, a estenderle a tutto il territorio. «Cifre esatte e aggiornate attualmente non ne abbiamo – osserva per il Ticino Luca Corti – ma possiamo dire che le borse riutilizzabili sono molto apprezzate dai nostri clienti e siamo molto contenti del riscontro che abbiamo». 

Coop: «Siamo andati ben oltre le migliori aspettative» - Analoga soddisfazione alla Coop, che con entusiasmo le propone da novembre. «Le vendite sono andate oltre quello che ci aspettavamo, ne sono state acquistate infatti oltre 50'000 in Svizzera», osserva la portavoce Coop regione Ticino Francesca Destefani. 

Ma la plastica resta gratuita: «Nessuna imposizione al cliente» - Resta, da una parte e dall'altra, l'alternativa dei sacchetti di plastica, ancora gratuiti: «Vogliamo offrire un'alternativa ecologica senza però imporla alla clientela – spiega la scelta Destefani – Per questo continuiamo a mettere a disposizione i sacchetti di plastica gratuiti». Anche da Migros, in questo senso, «per il momento non sono previsti cambiamenti». Ma che la strada giusta sia quella sostenibile lo dimostra, in ultimo, Manor, fino a oggi estranea a iniziative del genere ma ora pronta a introdurle. 

L'ambizione di Manor: «Ridurre al limite gli imballaggi» - «Una borsa riutilizzabile per frutta e verdura è attualmente in fase di progettazione – anticipano i responsabili a tio.ch/20minuti – Da tempo ci sforziamo, nei limiti del possibile, di ridurre i materiale di imballaggio, evitando doppi o eccessivi confezionamenti. Manor attribuisce grande importanza ai temi dello sviluppo sostenibile». 

3 mesi fa Sacchetti per la frutta a pagamento: «Pesiamo le mele a una a una»
Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Commenti
 
Lucrezia Novelli 3 mesi fa su fb
ma come avete scritto un articolo dove dite che l'Italia ha criticato questi sacchetti riutilizzabili creando inutili polemiche e commenti offensivi verso l'Italia e gli italiano e adesso c'è questo articolo...
Francesco Villa 3 mesi fa su fb
Un motivo valido per invidiare la svizzera ... grazie 🙏
Maurizio Lamberto Rapisardi 3 mesi fa su fb
arrivano gli elogi???? ma siete tutti matti? elogi agli svizzeri che fanno pagare i sacchetti? RICOVERATEVI
Monicapaola Mazzoli 3 mesi fa su fb
veramente io ce l ho da una vita e l ho presa in Italia.. quindi.. grande invidia...frrrrrrr
Bluechips 3 mesi fa su tio
Sara Bracchetti, ma a lei chi l'ha detto che l'Italia (quale Italia?) è "di frequente ostile o maldisposta, carica di pregiudizi nei confronti del Ticino", ecc. La maggioranza dei miei conoscenti italiani, invece, ha un grande rispetto per la Svizzera e le sue istituzioni. Forse qualche frontaliere (e dico 'qualche') che sente la propria categoria investita dal disprezzo di alcuni (e dico 'alcuni') potrà anche comprensibilmente essere critico. In quanto al contenuto dell'articolo, personalmente ritengo che questa iniziativa sia un bene e che eventualmente potrà essere perfezionata. Posso anche capire la reazione di coloro i quali temono l'ulteriore balzello, non per l'importo, ma per il principio, visto che in Italia (solo in Italia?) ne nascono spesso. Il resto sono solo sterili polemiche.
albertolupo 3 mesi fa su tio
@Bluechips devono riempire pagine con parole...
Luca Nava 3 mesi fa su fb
È aumentato quasi tutto, carburanti, autostrade , gas, luce, ma si pensa ai sacchetti...
Simona Juventina Genny Pasticcio 3 mesi fa su fb
in Italia si utilizzavano più di trent'anni fa ...
pontsort 3 mesi fa su tio
Comunque oltre al danno anche la beffa. A quanto pare non devono essere biodegradabili al 100%, ma solo al 40% e al 60% dal 2021. Quindi visto che si dice che potranno essere riutilizzati per il compost si finira per spargere plastica ovunque...
Genny Marcella Willy 3 mesi fa su fb
Marco Baldiserra
Fortuna Michele 3 mesi fa su fb
Graziella Fortuna
Arianna Gaffurini 3 mesi fa su fb
Noi abbiamo i sacchetti riutilizzabili di stoffa e voi noooo gne gne gneee Cose importanti
Gianfranco Corradi 3 mesi fa su fb
Li abbiamo anche noi ma non ce li lasciano usare
Arianna Gaffurini 3 mesi fa su fb
Fate esplodere il parlamento
Barbara Prestigiacomo 3 mesi fa su fb
Decisamente invidiabile purtroppo in questo l’Italia pecca
Speranza Melis 3 mesi fa su fb
Tut danno tutto mi sapete die cosa paghiamo gli imballaggi della carne dellinsalata i pacchetti di plastica dei pomodorini La mortadella il prosciutto si pesa con la carta ,io vivo nel Anton Asrgau , la plastica si usa in tutti negozi al Coop pago 5 Cent, un sacchetto di plastica i sacchetti per la frutta si pesano con la stessa quindi non sono gratis ,
Laura Pizzinardi 3 mesi fa su fb
Esatto !
Lucia Mazzoni 3 mesi fa su fb
Sempre sulla pelle degli altri si si
Mauro Puggioni 3 mesi fa su fb
😉
Ana Tiganasu 3 mesi fa su fb
Continuate a pensare che siano solo 12€ di sacchetto all'anno... 👏
Massimo Erroi 3 mesi fa su fb
La questione è che è l’ennesima gabella......
Silvana Vaccaro 3 mesi fa su fb
Giuseppe Romano 3 mesi fa su fb
Giri un po' di più l'Europa.....
Tato50 3 mesi fa su tio
Ieri hanno intervistato chi usciva dai supermercati in Italia ed erano incavolati neri perché devono pagare 1 centesimo, in certi casi 8/10 cts, un sacchetto in plastica biodegradabile che non possono riutilizzare perché ha stampato un codice a barre che se lo riporti da casa lo paghi anche se è "d'occasione". La soluzione più logica sarebbe quella messa in atto da noi.
Pepperos 3 mesi fa su tio
@Tato50 I sacchetti anche se erano gratuiti; erano sempre ricaricati sul costo generale degli alimenti! Il gratis esiste solo nelle fantasie. Quante volte ( personalmente lo fatto ) prendere più sacchetti per riutilizzare in casa.
pontsort 3 mesi fa su tio
@Pepperos Il punto é che prima veniva pagato con il margine di guadagno, mentre ora viene pagato a parte facendo pure aumetare i guadagni. Senza contare che la legge dovrebbe avere come obbiettivo di far diminuire i sacchetti, mentre qui ti obbligano a prenderlo anche se ne faresti a meno.
Angelo Iaconelli 3 mesi fa su fb
Questo è stato un paliativo per buttare fumo negli occhi delle persone, per non fargli accorgere degli aumenti che anno fatto su luce, gas, benzina autostrade, che sono un vero salasso per le tasche degli Italiani, altro che un centesimo dei sacchetti, e noi tutti a discutere per 1 centesimo, maaaaaaaa che astuzia diabolica che anno certi politicanti a roma.
Andrea Mercoli 3 mesi fa su fb
Hanno fiutato anche loro il business dell'ambiente
Enzo Illiano 3 mesi fa su fb
Secondo me sono tutto meno che ecologici.... dovranno pur essere lavati. Lavarli e meno inquinante che buttare un sacchetto di qualche grammo?
Sandro Zala 3 mesi fa su fb
Questi Italiani... Vengono derubati dal proprio governo in ogni modo possibile e non fanno nulla... Mentre per 2ct a sacchetto vogliono la rivoluzione... Ridicoli.
Mauro Puggioni 3 mesi fa su fb
In Svizzera invece vi derubano col prezzo della spesa,mica del sacchetto,ma tu pensi agli italiani,ridicolo 😉
Acati Mentoli 3 mesi fa su fb
In Italia il “popolo” è il primo a fare a gara a a chi inchiappetta prima...senza considerare che quei pochi che vanno a votare butano sempre per gli stessi ladri che continuano a inchiappettarli per riempirsi il borsellino perciò poi di che si lamentano? Prima prendono in giro noi perché votiamo su ogni cosa poi si lagnano delle decisioni che vengono prese per loro? Mah! Felice di essermene andata!
Patty Pedrazzi 3 mesi fa su fb
Giusto una nota: - Si fanno foto di frutta e verdura con l’etichetta per 2cts di euro con un iPhone da 1000€. Se ci si impegnasse così per tutto sarebbe davvero fantastico!
Barbara Prestigiacomo 3 mesi fa su fb
Che significa se tu hai una giacca da 10000 e io una da 100
Ramona Scarcia 3 mesi fa su fb
In Italia se si proponesse di usare i sacchetti come quelli di migros, coop..., pur di spillarti soldi, troverebbero la scusa dicendoti che non sono igienici! Perché siamo governati da gente che pensa solo a riempire il proprio portafoglio (indipendentemente dal partito, sono tutti uguali!). Quindi abbiamo al governo, e in tutto questo circolo vizioso, dei grandissimi LADRONI!!!!!! Oltre ad aumentare luce, gas, benzina, autostrade..... Ora anche i sacchetti! Tra poco metteranno una tassa pure per l'aria che respiriamo! Questa scoperta del pagare i sacchetti, vorrei ricordare, che non l'ha fatta il governo Gentiloni, e non la UE!
Ramona Scarcia 3 mesi fa su fb
Ogni bilancia è impostata per far pagare il costo del sacchetto! Quindi anche se si comprassero arance sfuse, per esempio, lo pagheremmo ugualmente!
Claudia Annoni 3 mesi fa su fb
Purtroppo siamo governati da PDioti
Ramona Scarcia 3 mesi fa su fb
Ho sbagliato a scrivere: questa scoperta L'HA FATTA IL GOVERNO GENTILONI E NON LA UE!
Dana Cobos 3 mesi fa su fb
ma cosa centra igiene con i sacchetti la frutta e verdura va lavata, e certe persone usano anche candeggina.
Riccardo Longo 3 mesi fa su fb
Elogi?
Claudia Annoni 3 mesi fa su fb
Purtroppo non è solo per la banalissima e irrisoria cifra ma per il fatto che dietro ci sta un business di milioni di euro, prima è vero li si pagava ugualmente senza saperlo ma questa è una imposizione governativa perché i sacchetti devono essere riciclabili e provengono pare da una fonte sola, i supermercati sono alle strette non possono farsene carico previa multa perché il balzello finisce direttamente nelle casse statali
Alex Binsacca 3 mesi fa su fb
Si nota come s cominciato bene il 2018, che vergogna. Già che ci siamo perché non fare una tassa sulle scorregge.
Loredana Testori-Scalena 3 mesi fa su fb
Non è per i 12 euro annui...... ma a quanto pare paghi il sacchetto anche se non lo prendi ! E questo non è giusto.
Ambrogio Fanali 3 mesi fa su fb
In Italia giocano a chi inchiappetta di più il pueblo
Nadir Consonni 3 mesi fa su fb
12 euro all'anno... È vero, tassano qualsiasi cosa al giorno d'oggi, ma lamentarsi per 12 euro l'anno è triste 😂
Ambrogio Fanali 3 mesi fa su fb
Fosse solo quella tassa...in Italia siamo tartassati da governi incapaci e malandrini
Nadir Consonni 3 mesi fa su fb
Assolutamente. Per questo è triste. Con tutte le cose che vi aumentano da pagare e con tutti i problemi legati ai politici, penso che 2 ct al sacchetto sia il problema meno grave al momento.
Melania Vanti 3 mesi fa su fb
E allora se ci sono piccoli aumenti accettiamoli con gioia!!!! Curioso modo di pensare, per non dire di peggio!!!
Santina Fogu 3 mesi fa su fb
Nadir condomini,sulla pelle degli altri e tutto facile vero.
Paolo Maclondon 3 mesi fa su fb
12 qui, 10 là ....in un attimo non ne hai più Chiaro che sono un’inezia paragonata ad altre tasse ma ricordo che in Italia con 12 € mangi 12 cheeseburger al Mac, che sarà anche cibo spazzatura ma c’è chi ci sopravvive Non facciamo sempre i conti in tasca agli altri. Ciò che è nulla X alcuni non lo è X altri
Maura Bellicini Micotti 3 mesi fa su fb
Forse questi 2 centesimi sono la classica goccia che fa traboccare il vaso.
Carmen Luisa Leone 3 mesi fa su fb
Però questo sacchetti costano 0,2 cent, 10 sacchetti quindi 20 cent e si possono usare per la differenziata. 10 sacchetti per la differenziata, quando va bene, costano 1,50. Fateli due conti. Anche l'idea di immettere meno plastica non è che faccia proprio schifo...
Vincenzo Maresca 3 mesi fa su fb
Non sono 12€ annui comunque....il prezzo del sacchetto va da 1 a 20 centesimi a discrezione dell'esercizio commerciale...va usato 1 sacchetto x ogni tipo di frutta/verdura di conseguenza se ad esempio volessi prendere mele banane uva insalata pomodori e zucchine sono 6 diversi sacchetti...quindi dai 6 centesimi ad 1.2€ considerato che mensilmente si va a fare la spesa almeno 4 volte...sono dai 24 centesimi a 4.8€ al mese quindi in un anno sarebbero da meno di 3€ nelle migliori ipotesi fino a quasi 60€ nella peggiore...per non parlare di chi frutta e verdura la compra giornaliermente...è un imposizione fatta x farci mangiar su qualcuno...se volevano davvero dare una mano all'ambiente x diminuire l'inquinamento bastava poter usare un sacchetto di tela (cotone/lino/juta) lavabile e riutilizzabile ed avevano risolto...anche semplici sacchetti di carta riciclata sarebbeto andati benissimo...tralaltro questi sacchetti sono fatti con il mais e basta un po di umidità x rovinarli...
Raf Cennamo 3 mesi fa su fb
È il modus operandi che è indegno !
Ambrogio Fanali 3 mesi fa su fb
Siamo assuefatti, più ci fottono e meno si reagisce. I giovani sono senza palle,preferiscono andarsene o attendere che cambi qualcosa...saranno i nuovi disperati
Annarita Badari 3 mesi fa su fb
Se permetti io, i miei pochi soldi , vorrei spenderli a mio piacimento e non TUTTI in TASSE !!!!!
Potrebbe interessarti anche
Tags
coop
sacchetti
migros
plastica
frutta
verdura
manor
ticino
bag
svizzera
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-04-24 16:45:33 | 91.208.130.87