Keystone
ULTIME NOTIZIE Economia
SVIZZERA
23 ore
L'agricoltura svizzera? Più resistente alla crisi e sostenibile
L’Ufficio federale dell’agricoltura dà conto dell'espansione del biologico e di un aumento degli acquisti consapevoli
SVIZZERA
1 gior
SIX pensa a trasferire alcune attività all'estero
Via anche la sede principale e la direzione? «È fuori questione»
SVIZZERA
1 gior
Per molte aziende svizzere il 2022 potrebbe essere l'anno del fallimento
Lo sostiene uno studio di A&M che parla di una «bancarotta ritardata da Covid» diffusa a livello nazionale. Ecco perché
ITALIA
1 gior
L'Italia dichiara guerra alle etichette Nutriscore, interviene anche l'Antitrust
Ben l'85% dei prodotti Made in Italy verrebbe bocciato dal sistema di etichettatura che molti paesi stanno già usando.
SVIZZERA
1 gior
La domanda di personale è in forte aumento
Mancano però ingegneri, tecnici, informatici e operatori della sanità, secondo Adecco Svizzera
Cina
2 gior
Le navi mercantili cinesi sono scomparse dai radar
Una nuova legge entrata in vigore il primo novembre potrebbe essere la causa della mancanza d'informazioni
STATI UNITI
2 gior
L'usato di Michael Jordan vale sempre come l'oro
Un paio di "Nike Jordan XIII" saranno battute all'asta da Christie's. Valore stimato? Tra 300mila e 500mila dollari.
SVIZZERA
2 gior
Che sprint per il settore della costruzione
Il fatturato del terzo trimestre è il più elevato degli ultimi tre decenni, ma la SSIC mette in guardia
GIAPPONE
2 gior
Giappone, budget miliardario per i semiconduttori
Le anticipazioni di Nikkei parlano di uno stanziamento pari a 4,87 miliardi di franchi per rilanciare i settori chiave
SVIZZERA
28.04.2017 - 12:120
Aggiornamento : 30.08.2018 - 09:04

Credit Suisse: mea culpa dei manager. Confermati il presidente Cda Rohner e altri membri

Il consiglio di amministrazione non è stato abbastanza sensibile in materia di compensi ai top manager

ZURIGO - Il consiglio di amministrazione (Cda) di Credit Suisse non è stato abbastanza sensibile in materia di compensi ai top manager: lo ha ammesso il presidente Urs Rohner nel suo discorso all'assemblea generale. Anche il CEO Tidjane Thiam ha usato toni concilianti: «Il dialogo con voi azionisti è molto importante per noi e ascoltiamo quello che avete da dirci», ha detto.

Secondo Rohner l'unica vera divergenza di vendute fra il Cda e alcuni azionisti o loro consulenti è stabilire se la multa subita negli Usa per gli affari ipotecari debba essere considerata nel calcolo dei bonus dei dirigenti. Stando al Cda l'attuale management non deve pagare per il passato, deve essere retribuito per quanto fatto nel 2016. Rohner ha ammesso però che si può essere anche di altra opinione. Ecco quindi che come noto il Cda propone una rinuncia volontaria del 40% delle componenti variabili delle stipendio per l'esercizio trascorso.

Thiam ha da parte sua detto di sperare che questo passo sgombrerà il campo di una parte delle remore degli azionisti. Ha poi parlato dell'andamento degli affari: la banca è ben posizionata, come mostrano i risultati del primo trimestre 2017.

Sono trascorsi 18 mesi dall'avvio del piano strategico di tre anni e secondo il manager franco-ivoriano l'istituto si mostra in crescita e in aumento di redditività. "La strategia sta funzionando e continueremo ad applicarla con decisione", ha proseguito Thiam, che ha sottolineato anche l'importanza del mercato elvetico per Credit Suisse.

Sì al rapporto di remunerazione, ma solo con il 58% - Gli azionisti di Credit Suisse hanno approvato il rapporto sulle remunerazioni 2016: nel voto - di carattere consultivo - i sì sono stati il 58%, un dato quindi nettamente inferiore a quello dell'anno prima, quando si era attestato al 79%.

Il presidente Urs Rohner ha detto che i vertici prendono molto seriamente il fatto che l'approvazione sia stata così contenuta: la banca rivaluterà la sua politica retributiva, ha promesso. L'obiettivo sarà avere tassi di approvazione più alti.

Il rapporto d'esercizio è stato accolto con il 98% dei voti, mentre il discarico per la direzione e membri del Cda ha ottenuto quasi l'89%.

Nell'Hallenstadion erano presenti 1640 azionisti.

Confermati il presidente Cda Rohner e altri membri - L'assemblea generale di Credit Suisse ha rieletto oggi tutti i membri del consiglio di amministrazione, compreso il presidente Urs Rohner, che era stato al centro di forti critiche nelle ultime settimane.

Rohner ha ottenuto quasi il 91% dei voti e in seguito si è detto rallegrato per la fiducia accordatagli. Gli altri nove membri uscenti dell'organo di sorveglianza, nonché i due nuovi esponenti proposti (Andreas Gottschling e Alexandre Zeller) sono stati eletti con percentuali comprese fra il 94% e il 98%.


 
 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
GI 4 anni fa su tio
Un vero "mea culpa" sarebbe stato quello di rinunciare ai bonus in toto e di mettere a disposizione la cadrega.....
GI 4 anni fa su tio
Non sono gli unici a "passare allo sportello per prendersi del denaro"....tanto il rischio (perdite d'esercizio, crollo dei corsi azionari) se lo sono assunto gli azionisti (consapevoli o meno) !

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-11-27 06:56:18 | 91.208.130.87