keystone-sda.ch / STF (ALEX PLAVEVSKI)
Moody's si attende una contrazione del Pil cinese a causa del coronavirus.
CINA
06.02.2020 - 15:150

Il coronavirus peserà sul Pil cinese, ma quanto?

Moody's prevede un calo, che sarà più o meno lieve in base alla durata dell'emergenza

PECHINO - L'agenzia di rating Moody's ha messo in luce «i rischi al ribasso» del Prodotto interno lordo della Cina legati al persistere dell'epidemia di coronavirus.

Moody's ha deciso di non tagliare le previsioni di una crescita del 5,8%, ma mette in guardia: i pericoli di un calo sono «aumentati». «Raggiungere questo tasso di crescita dipenderà in misura maggiore dalla misure di stimolo» dell'economia, si legge nel Credit Outlook.

A causa del coronavirus ci si dovrà attendere una «riduzione delle spese dei consumatori sui trasporti, al dettaglio, sul turismo e sull'entertainment». Non solo: se l'allerta si protrarrà nel tempo ci saranno conseguenze anche sulla catena di approvvigionamento domestica, «traducendosi in un un più ampio impatto sull'economia». 

Non tutti gli istituti sono concordanti su quella che sarà la decrescita del Pil cinese: Oxford Economics, ad esempio, ha ridotto la stima dal 6% a 5,4%. Coface, leader mondiale dell'assicurazione del credito, la pensa come Moody's e punta sul 5,8%.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-03 09:04:02 | 91.208.130.85