Cerca e trova immobili

SVEZIAUso illecito dell'IA durante gli esami: 82 studenti sospesi

27.03.24 - 10:21
Nel 2023, le università svedesi hanno segnalato 221 casi di sospetto plagio legato all'intelligenza artificiale.
Deposit
Fonte ats ans
Uso illecito dell'IA durante gli esami: 82 studenti sospesi
Nel 2023, le università svedesi hanno segnalato 221 casi di sospetto plagio legato all'intelligenza artificiale.

STOCCOLMA - Nel corso del 2023 sono stati 221 i casi di sospetto plagio legato all'intelligenza artificiale (IA) segnalati dalle università svedesi, secondo quanto riportato dall'autorità svedese per l'istruzione superiore citata dalla Tv svedese, Svt.

«Proibire l'intelligenza artificiale sarebbe assurdo» ha dichiarato Jacob Farnert, presidente dell'Unione nazionale svedese degli studenti che parlando con Sveriges Radio ha sottolineato come il nuovo strumento tecnologico possa invece aiutare gli studenti ad imparare di più.

Per Farnert l'IA avrà un ruolo fondamentale in molti posti di lavoro ed è dunque necessario imparare ad usarlo: «Per noi studenti è molto importante che le università ci diano delle direttive chiare su cosa ci viene richiesto durante un esame. Se si può usare ChatGpt ed eventualmente in che modo è lecito usarlo».

Nel 2023 in Svezia sono stati sospesi 82 studenti per l'uso illecito di IA in esami universitari, una pena molto severa che può portare a grosse ripercussioni anche economiche, ha detto Farnert che ha ribadito: «Non vogliamo che decisioni di questo tipo vengano prese a cuor leggero, soprattutto quando le regole per gli esami sono poco chiare».

In Svezia è raro che vengano fatti esami orali, ad eccezione dei corsi di lingua, ma questo potrebbe essere uno degli accorgimenti da introdurre e che potrebbero permettere ai professori di valutare le conoscenze effettive degli studenti, nonostante la nuova tecnologia: «Alcune università vogliono che gli studenti utilizzino ChatGpt e magari modificano la prova per aggiungere elementi di riflessione personale o domande più filosofiche a cui l'IA non può rispondere», ha concluso Farnert.

ChatGpt è un chatbot basato su intelligenza artificiale e apprendimento automatico, sviluppato da OpenAI e specializzato nella conversazione con un utente.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE