Deposit
ITALIA
31.10.2020 - 08:000

Usa i computer dell'aeroporto per produrre criptovalute: informatico nei guai

È successo allo scalo di Lamezia Terme; l'uomo è stato denunciato

LAMEZIA TERME - Un dipendente informatico ha usato i computer dell'aeroporto di Lamezia Terme per produrre moneta virtuale.

Così facendo, l'uomo avrebbe messo a rischio la sicurezza informatica dello scalo, ed è perciò stato denunciato. Lo riporta Rainews, sulla base delle informazioni fornite dalla Procura di Lamezia Terme.

Il 41enne, tecnico informatico, si recava al lavoro e sfruttava, grazie ad un malware, i computer e i server dell'aeroporto (senza pagare quindi l'elettricità o la connessione ad internet) per effettuare del 'mining' (in parole semplici, per produrre) della moneta virtuale chiamata Ethereum. 

La rete abusiva del dipendente è arrivata a contare fino a cinque computer, in ciò che era per l'uomo una vera e propria fabbrica di monete virtuali.

Alcuni altri dipendenti hanno però notato delle anomalie nel sistema, e il 41enne è stato anche pizzicato dalle telecamere a circuito chiuso installate nei locali: perciò è stato presto smascherato e denunciato alla Polizia.

Gli agenti indagano ora sulla possibilità che ci siano dei complici.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-28 18:44:14 | 91.208.130.85