keystone-sda.ch / STF (archivio)
BHUTAN
13.04.2021 - 06:300

Il 93% degli adulti vaccinati in 16 giorni: lo sprint del Bhutan

Nel piccolo stato asiatico le vaccinazioni anti-Covid hanno preso il via il 27 marzo

In poco più di due settimane il 62% della popolazione - che conta circa 770mila abitanti - ha ricevuto almeno una dose del vaccino di AstraZeneca.

THIMPHU - Le campagne vaccinali anti-Covid proseguono a velocità variabile. Ci sono paesi che corrono, altri che camminano a passo più o meno sostenuto, qualcuno che zoppica e qualcun altro che ancora attende di partire. E guardando alla testa del gruppo vediamo che tra le prime della classe si è inserito - a tempo di record- anche il Bhutan.

Il piccolo stato himalayano, che conta poco più di 770mila abitanti, ha sfoderato uno sprint bruciante, riuscendo a vaccinare (con la prima dose) oltre il 60% della popolazione in soli sedici giorni. Dallo scorso 27 marzo, primo giorno delle somministrazioni, il regno ha vaccinato circa il 62% dei propri abitanti, con una copertura pari al 93% della popolazione adulta. Le prime dosi, come riferisce l'Associated Press, erano giunte nel paese già durante il mese di gennaio, ma la campagna ha preso il via solo a fine marzo, per questioni legate al calendario buddista.

La pandemia di Covid-19 ha colpito in modo lieve il Bhutan, che in poco più di un anno ha registrato complessivamente 918 casi di infezione e un unico decesso. Il momento più critico si è verificato a cavallo tra il periodo di Natale e la prima metà di gennaio. In tre settimane, il piccolo stato asiatico ha registrato lo stesso numero di casi che aveva avuto nei nove mesi precedenti.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-10 06:35:25 | 91.208.130.85