Immobili
Veicoli

REGNO UNITOI ministri britannici si sono riuniti per discutere dei preparativi per il funerale di Filippo

09.04.21 - 19:32
Harry potrebbe osservare una quarantena di almeno cinque giorni, se rientrerà dagli Usa per la cerimonia
ARCHIVIO KEYSTONE
I ministri britannici si sono riuniti per discutere dei preparativi per il funerale di Filippo
Harry potrebbe osservare una quarantena di almeno cinque giorni, se rientrerà dagli Usa per la cerimonia

LONDRA - Il governo britannico si è riunito questa sera per una riunione straordinaria convocata dal primo ministro Boris Johnson e incentrata sulla morte del principe Filippo, scomparso oggi all'età di 99 anni.

All'ordine del giorno - oltre a un ricordo del Duca di Edimburgo e alla constatazione dell'enorme numero di messaggi di cordoglio giunti dalle varie Famiglie reali, dalle cancellerie e dalle persone comuni - i preparativi del funerale, che si svolgerà in forma privata e non nella forma più solenne, in accordo con la volontà del defunto. Si tratta, spiegano i media britannici, di un primo passo formale nel predisporre i preparativi, di concerto con Buckingham Palace. È prematuro al momento prevedere quando avrà luogo la cerimonia.

La questione quarantena

I duchi di Sussex potrebbero essere costretti ad affrontare una quarantena di cinque giorni, se dovessero decidere di partecipare ai funerali del principe Filippo, morto oggi all'età di 99 anni.

Secondo le prime speculazioni dei tabloid Harry avrebbe già avviato i preparativi per partire verso il Regno Unito, mentre Meghan - che è incinta del loro secondogenito - sarebbe in attesa di un parere medico. Si presuppone quindi che solo il figlio di Carlo e Diana partirà alla volta di Londra per le esequie private del nonno.

Il ricordo dei Sussex

La prima presa di posizione pubblica della coppia è arrivata con un ricordo sulla pagina della loro organizzazione, Archewell. «Grazie per la tua dedizione... Mancherai molto» è il messaggio indirizzato a Filippo. I Sussex non hanno confermato né smentito la loro presenza al funerale. In caso di rientro nel Regno Unito (sarebbe la prima volta da quasi un anno), Harry e Meghan dovrebbero affrontare la quarantena prevista per chi arriva dall'estero, stando alle misure di prevenzione del contagio vigenti. A meno che, in considerazione delle circostanze eccezionali, sia concessa una deroga.

I cinque giorni sono già la metà del tempo previsto normalmente (che è di dieci giorni d'isolamento nell'abitazione o nella struttura alberghiera prescelta) e fanno parte del programma "test to release", in base al quale un viaggiatore paga per ottenere un test Covid privato cinque giorni dopo l'arrivo in Gran Bretagna, spiega il Guardian. Se l'esito è negativo, la quarantena si può ritenere conclusa.

Eccezione per Harry?

Il quotidiano britannico ipotizza che, «dato il suo status di membro della Famiglia reale in viaggio per sostenere la Regina», Harry potrebbe essere considerato esente dalle restrizioni di viaggio. In questo verrebbe equiparato ai membri delle missioni diplomatiche e degli uffici consolari del Regno Unito, così come ai rappresentanti delle organizzazioni internazionali.

Omaggio con le salve di cannone

Il ministero della Difesa britannico ha scelto un modo marziale per ricordare il principe Filippo, veterano della Royal Navy e patrono di svariati reparti delle forze armate britanniche. Salve di cannone saranno sparate da varie navi da guerra, dalle basi navali di Devonport e Portsmouth, nonché da luoghi significativi di Inghilterra, Galles, Scozia e Irlanda del Nord: i castelli di Cardiff, di Edimburgo e di Hillsborough a Belfast, dalla Rocca di Gibilterra, dalla Torre di Londra e dalla caserma di Woolwich Barracks, sempre nella capitale britannica.

La visita di Carlo alla madre

L'agenzia stampa PA News riferisce che il principe Carlo avrebbe fatto visita alla madre Elisabetta al castello di Windsor, dopo aver lasciato la sua residenza nel Gloucestershire.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO