Reuters
PORTOGALLO
04.04.2021 - 17:070

Dalla Spagna non si entra (ancora) in Portogallo

Estese fino al prossimo 15 aprile le restrizioni alla frontiera per il traffico turistico

LISBONA - Il Portogallo ha deciso di estendere le restrizioni ai valichi di frontiera per i turisti fino al 15 aprile, una misura che è stata messa in atto alla fine di gennaio per far fronte all'esplosione dei casi di Covid-19. Lo ha annunciato oggi il ministero degli Affari esteri.

D'accordo con la Spagna, il Portogallo ha deciso di estendere «i controlli alle frontiere terrestri e fluviali» fino al 15 aprile, fa sapere il governo portoghese, aggiungendo che anche il trasporto ferroviario resta sospeso. Questa misura non si applica al trasporto di merci, in particolare ai lavoratori frontalieri e ai servizi di emergenza. Il divieto, inoltre, non impedisce il ritorno nel paese dei cittadini portoghesi e delle persone con un permesso di soggiorno, né l'uscita dei cittadini stranieri, sottolinea il ministero.

Dopo due mesi di reclusione generale per fronteggiare una violenta terza ondata di pandemia, il Portogallo ha avviato a metà marzo uno sblocco graduale e differenziato a seconda dei diversi settori che proseguirà lunedì prossimo con la riapertura di musei, college e caffè con terrazze.

Dopo un record di quasi 16'500 nuovi casi giornalieri a fine gennaio, la situazione sanitaria in questo paese di poco più di dieci milioni di abitanti è notevolmente migliorata. Secondo l'ultimo rapporto ufficiale pubblicato oggi, il Portogallo ha registrato quattro morti e 193 nuovi casi confermati di coronavirus nelle ultime ventiquattro ore. Le autorità portoghesi, tuttavia, restano caute e hanno deciso di mantenere le restrizioni per i viaggiatori in Portogallo. I voli con Brasile e Regno Unito sono attualmente sospesi, in particolare per limitare la diffusione di nuove varianti. Per chi viaggia in Portogallo via terra, da paesi in cui il tasso d'incidenza del Covid-19 è uguale o superiore a cinquecento casi ogni centomila abitanti, come Francia, Italia, Ungheria, Polonia o Svezia, vale ancora ola regola dell'isolamento per quattordici giorni all'arrivo.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-27 05:14:31 | 91.208.130.86