Keystone
NUOVA ZELANDA
29.08.2019 - 06:000
Aggiornamento : 08:08

Vietato nuotare coi delfini: «Gli esseri umani li amano troppo»

Il governo neozelandese ha bandito i tour operator da un'area particolarmente presa d'assalto dai turisti

WELLINGTON - La Nuova Zelanda ha vietato ai turisti di nuotare con i delfini dal naso a bottiglia (tursiopi), un genere di delfinidi che vive nelle regioni costiere del Paese, perché l’eccessivo contatto con gli esseri umani ne sta mettendo in pericolo l’esistenza.

Queste interazioni, in particolare, «stanno avendo un impatto significativo sul riposo e l’alimentazione» dei cetacei. Gli umani, in pratica, «amano troppo i delfini», si legge in una ricerca elaborata dal Dipartimento della conservazione citata dal Guardian.

Il bando riguarda i tursiopi dell’area della Bay of Islands, nell’Isola del Nord, dove il numero di questi animali è diminuito del 66% dal 1990 a questa parte. In un gruppo di 19 esemplari che visitano regolarmente la regione, la mortalità dei cuccioli è inoltre schizzata al 75%, un dato senza eguali a livello mondiale, né in natura né in cattività.

I delfini dal naso a bottiglia sono particolarmente vulnerabili al contatto con gli umani perché «la presenza di barche interferisce con il loro normale comportamento e le collisioni con imbarcazioni nelle zone di grande traffico costituisce sempre un pericolo», ricorda il Dipartimento della conservazione neozelandese. «La principale minaccia per questa specie sono probabilmente gli effetti avversi del turismo», aggiunge. 

Nelle zone costiere del Paese si contano poco più di 500 esemplari di tursiopi, 96 dei quali abitano la Bay of Islands.

L’osservazione e l’avvicinamento di delfini rimarrà possibile nelle altre aree del Paese, ma il Dipartimento della conservazione ha ridotto il tempo di interazione con gli animali concesso ai tour operator dai 30 ai 20 minuti. Ciascuno di loro, inoltre, potrà avvicinare i cetacei solo al mattino o il pomeriggio per garantire agli animali del tempo da soli. 

Commenti
 
pillola rossa 1 mese fa su tio
È morbosità, non amore
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-18 23:49:42 | 91.208.130.87