Uno scatto di “Grâce à dieu”, Orso d'argento a Berlino.
LUGANO
17.09.2019 - 17:000

Ritorna con la sua sesta edizione il Film festival diritti umani

Si terrà dal 9 al 13 ottobre prossimo e ha già svelato due (grandi) pellicole, ci sarà anche una mostra fotografica e due concerti

LUGANO - Anche quest'anno non solo pellicole premiate e di spessore ma pure mostre e concerti per il Film festival diritti umani. La rassegna cinematografica, che ogni anno porta centinaia di ticinesi in sala, ritorna con la sua sesta edizione dal 9 al 13 ottobre.

Punte di diamante sono due importanti prime ciniematografiche: Si tratta dell'Orso d'argento “Grâce à dieu” di François Ozon (prima ticinese) e “On va tout péter” di Lech Kowalski (prima svizzera, con il regista presente in sala) presentato anche a Cannes.

Ad affiancare i film anche l'esposizione fotografica “Landless” di Davide Vignati (al Centro San Giuseppe), una raccolta di scatti che documentano volti e vite dell'emergenza migrazione. 

Nel weekend poi è confermato l'appuntamento con la musica sia venerdì 11 ottobre con il duo maliano-svizzero Kala Jula (Teatro Foce) e sabato 12 con la band italo-etiope Atse Tewdoros Project (Studio Foce). Prevendite per film e concerti su biglietteria.ch.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-10 20:40:28 | 91.208.130.89