Cerca e trova immobili

CANTONECanicola e lavoro, la politica si muove

20.07.22 - 10:37
Diversi gli atti parlamentari inoltrati in mattinata a tutela delle categorie maggiormente a rischio
deposit
Canicola e lavoro, la politica si muove
Diversi gli atti parlamentari inoltrati in mattinata a tutela delle categorie maggiormente a rischio
All'Esecutivo viene chiesta una base legale uniformata a livello cantonale. Ma anche di favorire l’accesso delle imprese al beneficio delle indennità di intemperie e di controllare la situazione nelle strutture sanitarie.

BELLINZONA - «Sulla canicola si deve muovere la politica», sottolineava Dario Cadenazzi, responsabile dell'edilizia per Unia in merito alle difficili condizioni di chi lavora sotto il sole a causa dell'assenza di una base legale che lo tuteli.

Detto, fatto, la politica si è mossa. In poche ore sono diversi gli atti parlamentari sui quali L'Esecutivo si dovrà ora chinare.

«Urge creare le condizioni per tutelare concretamente la salute dei lavoratori - sottolineano in un'interrogazione Giorgio Fonio e Claudio Isabella (Il Centro-PPD)». D'altra parte, fanno notare i due parlamentari, non sono mancati gli infortuni, vedasi l’operaio accasciatosi al suolo ed elitrasportato in ospedale mentre era al lavoro sul tetto di uno stabile.

Fonio e Isabella chiedono quindi adeguamenti, come quello già previsto in alcuni contratti collettivi di lavoro (vedasi quello delle pavimentazioni stradali): «In caso di canicola è previsto che i lavori debbano inderogabilmente interrompersi alle 13. In altri settori questo non è ancora possibile».

Per sopperire a questa lacuna, ad oggi si anticipa l’orario di inizio lavori alle 6 per poter terminare nel primo pomeriggio, evitando quindi che i lavoratori siano esposti nel momento peggiore della giornata. Purtroppo però, ciò è possibile solo in quei comuni che lo permettono e, per ora, «questa procedura non è codificata e non è uniformata a livello cantonale». Lo status quo, sostengono i granconsiglieri, creerebbe «grossi disagi mettendo in forte pericolo la salute dei lavoratori».

Da qui la richiesta al Governo per un intervento che proponga ai comuni ticinesi una «uniformazione dei vari regolamenti in modo da permettere durante gli allarmi canicola l’inizio anticipato dei lavori». Il Cantone viene interpellato anche in qualità di committente e in tal senso gli viene chiesto se, nei suoi numerosi appalti, abbia già pensato di introdurre l’anticipo di inizio e fine lavori. Da ultimo, vista la situazione climatica, viene chiesto se l'Esecutivo abbia intenzione di favorire l’accesso delle imprese al beneficio delle indennità di intemperie.

Non solo il PPD - La stessa richiesta, tra l'altro giunge in mattinata anche dalle file dell'Mps che, in diversi atti parlamentari chiede pure l’inserimento nella Legge sanitaria di uno specifico articolo riguardante la tutela dei salariati e della popolazione dei rischi causati dai periodi di canicola, così come una verifica nelle strutture sanitarie di quelle situazioni delicate legate all'assenza di una adeguata climatizzazione.

COMMENTI
 

Mattiatr 1 anno fa su tio
Al signor Cadenazzi consiglio le dimissioni, se il Sindacato UNIA non è in grado di fare il suo lavoro, dovendo quindi affidarsi alla politica, allora non ha senso di esistere. Per l'MPS e la climatizzazione, vedo che i sindacalisti vanno spesso in cantiere. Per quanto riguarda i regolamenti comunali, che si adattino da soli, il cantone non deve per forza sprecarsi per ogni singola faccenda.

F/A-19 1 anno fa su tio
Risposta a Mattiatr
Non sai quante discussioni sopratutto al telefono ci ho fatto con questo Cadenazzi, sopratutto per non darmi i permessi di lavoro oltre l’orario od al sabato su imprevisti di cantiere è comunque lavori da fare assolutamente, pena problematiche gravi e lavori mal riusciti. Una volta al sabato ci sono andato io a risolvere e senza permesso perché avevo ricevuto un diniego, mi hanno fatto il controllo pensando di trovare miei dipendenti, a me non hanno potuto fare niente, come titolare ho almeno questo privilegio. Per la manodopera impiegata fuori orario la prima volta 1000.-, la seconda 5000.- la terza non la so perché ho deciso che non ne valeva la pena....

Suissefarmer 1 anno fa su tio
2 mesi di ferie pagati a tutti. visto che i denari per i materiali bellici si spendono deviare la transizione a favore del popolo

F/A-19 1 anno fa su tio
Risposta a Suissefarmer
Ed i soldi li tiriamo giù dalle piante, ma fammi un favore, se vuoi stare a casa puoi farlo anche tutta la vita, ma non pretendere niente da nessuno, il pane va sudato, ricordati.

Mattiatr 1 anno fa su tio
Risposta a Suissefarmer
Mr. Farmer, vorrei vivere nel tuo mondo, settimana scorsa hai proposto d'impiegare il 41% del prodotto interno lordo in regalini e sussidi, oggi punti a far crollare la produttività nazionale facendo in modo che la gente passi il tempo a grattarsi. Vuoi due mesi di vacanza in estate? Congedo non pagato o lavora all'80%. Non vedo perché con le mie tasse e le mie imposte debba mantenere dei lazzaroni che vogliono farsi il doppio delle vacanze.

Andy 82 1 anno fa su tio
Risposta a Mattiatr
ma qualcuno di voi ha già lavorato su cantieri?? in estate in inverno sotto la pioggia?ne dubito io ho fatto 13 anni di cantieri varii. e dicendo che i soldi buttati via x armi e aiuti all'estero adesso Servirebbero a noi punto e basta....la famosa PRIMA I NOSTRI??

Andy 82 1 anno fa su tio
Risposta a Mattiatr
ora che abbiamo mille problemi in casa nostra??nó bisogna aiutare gli altri solo x aver la coscienza pulita.... CHE SCHIFO...

Mattiatr 1 anno fa su tio
Risposta a Andy 82
Andy ci ho lavorato eccome, ciò non cambia il fatto che questo non è il mondo dei sogni e non tutto è realizzabile. Vai a vedere la percentuale della spesa in difesa e in sostegno umanitario sul pil, capirai che non è molto. Il fatto che hai lavorato in cantiere non rende le tue opinioni autorevoli, anche perché non hai nemmeno detto dove vuoi mettere quei soldi, di quanto si tratta, cosa sarebbe l'effetto desiderato e via dicendo (in pratica stai buttando slogan sul tavolo senza dire nulla). Puoi benissimo passare l'estate a casa come proposto da Swiss Farmer, sei libero di farlo, non vedo perché io debba lavorare per pagarti la vacanza con le mie tasse (in fondo te vuoi fare la stessa cosa con gli Ucraini, con la differenza che qua soffri il caldo e là muori sotto bombardamenti, i nostri stanno molto meglio di loro, forse è l'ora di smetterla di piangerci addosso). Nel caso in cui tu abbia delle opinioni interessanti su come usare meglio quei fondi sono curioso di saperle, però con numeri chiari, per scrivere slogan puoi anche andare sulla pagina Facebook del MPS.

Andy 82 1 anno fa su tio
Risposta a Mattiatr
mamma mia...é proprio vero che ne hai una per tutti dovresti buttarti in politica... quello é un'mio pensiero come quello di tanti altri e se ogni volta bisogna discutere con dei saputelli o sapientini...che p....e.

Mattiatr 1 anno fa su tio
Risposta a Andy 82
Ti si chiede semplicemente cosa vuoi e come ottenerlo.

Andy 82 1 anno fa su tio
Risposta a Mattiatr
essendo che nn sono un saputello che vuole saperne più di tutti come qualcuno.ribadisco che era un semplice commento..poi se chi come té si sente superiore che faccia qualcosa di concreto..e adesso la chiudo qui...

Viperus 1 anno fa su tio
…e ci arrivano adesso…fa giá caldo da oltre 10 giorni gente….

MissKirova 1 anno fa su tio
Risposta a Viperus
1º non sono 10 giorni 2º fino a ieri era grado 3 Informati prima di fare il frustrato! Ps: lavoro al aperto,e fino a ieri ho lavorato tranquillo! Oggi si sta a casa.

Afrodita 1 anno fa su tio
Bisogna fare qualcosa lavorare in queste condizioni è pericoloso per la salute delle persone
NOTIZIE PIÙ LETTE