Ti Press
LUGANO
14.02.2019 - 10:550

Docente di appoggio: «Quale la situazione a Lugano?»

Interrogazione di Edoardo Cappelletti e altri sette co-firmatari

LUGANO - Per il consigliere comunale di Lugano Edoardo Cappelletti (PC, gruppo PS), per assicurare una buona qualità dell’insegnamento - specie laddove le classi sono numerose - gli istituti scolastici comunali devono potersi affidarsi alla figura del docente di appoggio.

Attraverso un'interrogazione, Cappelletti e altri sette co-firmatari chiedono quindi di poter avere «una visione d'insieme di questa importante figura, la quale, grazie al suo servizio, consente appunto di meglio rispondere alle finalità della scuola pubblica».

Ecco le domande rivolte al Municipio:

  1. Quante sono le classi di scuola dell’infanzia e di scuola elementare che, rispettivamente, potrebbero riempire le condizioni per beneficiare del docente di appoggio?
  2. Quante sono le classi di scuola dell’infanzia e di scuola elementare che, rispettivamente, beneficiano nei fatti di un docente di appoggio? Vi sono assunzioni che rientrano nei casi particolari previsti dall’art. 30 cpv. 2 del Regolamento delle scuole comunali?
  3. Quante sono state nell’ultimo quadriennio le richieste volte a ottenere un docente di appoggio per le scuola dell’infanzia e, rispettivamente, per la scuola elementare? Quale seguito è stato dato alle medesime e come viene motivato in caso di rifiuto?
  4. Quali passi intende muovere in futuro per ridurre il numero di allievi per classe e, qualora le condizioni fossero riempite, per incoraggiare il ricorso alla figura del docente di appoggio nelle scuole comunali?
Commenti
 
miba 8 mesi fa su tio
Docenti, docenti supplenti, docenti titolari e docenti contitolari, docenti nominati, docenti d'appoggio, docenti del sostegno pedagogico, ispettori, ispettorati, direttori, vice direttori, collegio degli ispettori, commissioni, animatori, educatori, capigruppo, capi progetto, psicologi,altri operatori e ce ne saranno sicuramente ancora.... Sono stato sicuramente tra i fortunati che sono andati a scuola per apprendere ed imparare (quando c'era solo il maestro, il direttore e l'ispettore) e non essere come oggi una pallina da flipper gestita da un apparato del genere....
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-18 23:47:33 | 91.208.130.85