TiPress
CANTONE
27.09.2018 - 20:350

Rimborsi ai consiglieri: Parlamento in seduta straordinaria

Il 4 ottobre decideranno se impugnare o meno il decreto di non luogo a procedere del procuratore generale Andrea Pagani

BELLINZONA - Giovedì 4 ottobre, in seduta straordinaria, il Gran Consiglio deciderà se impugnare o meno il decreto di non luogo a procedere firmato dal procuratore generale Andrea Pagani per la vicenda dei rimborsi spesa concessi ai membri del Consiglio di Stato.

Il decreto, infatti, concede dieci giorni di tempo per contestarlo e la prossima seduta ordinaria è prevista il 15 ottobre, oltre il limite disponibile per un’eventuale contestazione.

Nel pomeriggio la presidente del Gran Consiglio Pelin Kandemir Bordoli aveva scritto ai deputati per chiedere loro «se ritenessero che si potesse prescindere dal convocare il Gran Consiglio in seduta straordinaria», considerato che negli scorsi mesi il Parlamento aveva deciso di non impugnare due decreti di abbandono dell’ex procuratore John Noseda sulla questione dei rimborsi e dei diritti di carica dei Consiglieri di Stato.

Una mail che non era piaciuta al deputato MPS Matteo Pronzini, che le aveva “consigliato” di chiedere al suo predecessore Walter Gianora di spiegarle come gestire le situazioni in caso di «difficoltà nel decidere cosa fare». Alla presidente Pronzini “ricordava” inoltre «che l’articolo 113 della Legge sul Gran Consiglio ed i rapporti con il Consiglio di Stato è chiaro su chi abbia la competenza, rispettivamente l’obbligo, di convocare una seduta del Gran Consiglio» (al presidente del Gran Consiglio, ndr.).

10 mesi fa «La denuncia di Pronzini basata su fatti successivi»
10 mesi fa Non luogo a procedere: «MPS 3 - Consiglio di Stato 0»
10 mesi fa Il caso Pronzini si sgonfia
Commenti
 
Zico 10 mesi fa su tio
tranquilli gente, tra pochi mesi il GC voterà un aumento del gettone di presenza , (così pareggiano il parcheggio che si deve pagare) e si aumenterà il salario dei CdS di 300 franchial mese per compensare il fatto che non hanno indennità telefonica. Il Gattoperdo, tutto cambia affinchè niente cambi. il tempo è galantuomo e vediamo se sbaglio. e spero tanto di sbalgiarmi!
pulp 10 mesi fa su tio
Considerando che l'esito di una votazione del granconsiglio su questa tematica è scontatissimo (visto che come scrive la deputata -di sinistra.... che è tutto dire- Pelin Kandemir, già in passato si era scelta questa via di fronte ai precedenti non-luogo a procedere) a chi facciamo pagare il gettone di presenza dei granconsiglieri in caso di seduta straordinaria? a Pronzini? Perché se la vogliamo mettere sui soldi, a me sembra che da una parte fa un casino per dei rimborsi (che a conti fatti sono poca cosa sul globale delle spese del cantone) ma poi genera costi enormi per far lavorare su queste cose la magistratura ed il granconsiglio. Siamo al paradosso
seo56 10 mesi fa su tio
.... e i contribuenti pagano. Il bello di questa sceneggiata è il fatto che sicuramente il Parlamento deciderà di NON impugnare il decreto di non luogo a procedere. .... scommettiamo??!!
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-18 01:20:31 | 91.208.130.85