Foto d'archivio (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Ticino
LUGANO
23 min
Chi conosce l’agente di quartiere, si sente più sicuro
Sono stati presentati stamani i risultati del sondaggio sulla sicurezza. I cittadini più soddisfatti della qualità di vita sono quelli di Castagnola, Carona e Cureggia
CANTONE/CONFINE
26 min
Lavori a Luino, code a Quartino: si modifica il ciclo semaforico
L’efficacia di questa misura verrà verificata attraverso un monitoraggio condiviso dalle rispettive autorità
LUGANO
40 min
Inhousecommunity Awards Ticino 2019, ecco i vincitori
Premiate al LAC le eccellenze del mondo delle Direzioni Affari Legali della Svizzera
LUGANO
51 min
Lago Ceresio, è allerta piena
Il rischio "marcato" è previsto tra le 11 di oggi e le 18 di lunedì. Anche la Tresa, l'emissario del lago di Lugano, si è alzata
LOCARNO
1 ora
«Occorre introdurre un bilancio ambientale e sociale»
A chiederlo, parallelamente a preventivi e consuntivi, sono i Verdi Buzzi e Zanghi
LUGANO
2 ore
«Me la sono cavata con una giacca rotta e qualche "pattone" in faccia»
Parla la vittima dell'aggressione al posteggio di Campo Marzio: «Devo ringraziare la mamma che mi ha aiutato e la polizia cantonale che è stata gentilissima»
CANTONE
2 ore
La responsabilità sociale delle imprese a teatro
Le aziende sono chiamate ad agire avendo cura degli aspetti di natura sociale, ambientale ed etica, e agendo nel rispetto dei lavoratori e dei consumatori
GORDOLA
2 ore
Gordola conferma il moltiplicatore all'84%
Il preventivo per il prossimo anno prevede anche oltre 3 milioni di investimenti
PARADISO
2 ore
Il moltiplicatore rimane al 62%
Il Preventivo 2020 evidenzia un risultato complessivo positivo
CANTONE
2 ore
«Sì alla microtassa per cancellare l'Iva, la tassa meno sociale»
Il ForumAlternativo annuncia la costituzione di un comitato cantonale di sostegno all'iniziativa: «Se approvata, verrebbe ridistribuita un'enorme ricchezza che oggi sfugge all'imposizione»
CANTONE
2 ore
Vivremo di più. Ma vivremo meglio? La sfida delle malattie croniche
Il prossimo 25 novembre vari protagonisti del sistema sanitario avranno modo di confrontarsi sul tema
CANTONE
25.08.2014 - 16:070
Aggiornamento : 23.11.2014 - 22:09

"Non accompagnate i vostri figli a scuola in macchina"

I dieci consigli dell'ATA per un percorso casa-scuola sicuro ed ecologico

BELLINZONA - Il 1° settembre è ormai alle porte. Le scuole si riaprono e un nuovo anno scolastico ha inizio. Oggi l'ATA, l'Associazione traffico e ambiente, ha diramato un comunicato stampa in cui si invita i genitori a insegnare ai loro figli di fare a piedi il percorso fra casa e scuola. "Solo così possono impararre a muoversi sicuri nel traffico" si legge nella nota. 

Sono tanti i genitori che, invece, preferiscono accompagnare i loro figli a scuola in macchina. Vuoi perché il traffico motorizzato aumenta costantemente (217.829 le auto in circolazione in Ticino, 4,3 milioni in tutta la Svizzera), vuoi perché le sedi scolastiche si concentrano sempre più nei centri urbani e si abbandonano quelle periferiche, sono sempre di più i genitori che accompagnano in macchina i loro figli a scuola. "Tuttavia, i genitori-taxi non fanno un favore ai propri figli", osserva l'ATA. "In auto i bambini non acquisiscono quelle competenze che permettono loro di muoversi nel traffico e queste capacità sono poi necessarie anche nel tempo libero".

L'ATA, consapevole dei pericoli del traffico, ritiene molto importante per lo sviluppo sociale e individuale fare a piedi il percorso casa-scuola: "i bambini imparano a comportarsi in modo adeguato con gli adulti e a risolvere i conflitti coi coetanei. Inoltre, le manovre dei genitori-taxi davanti alle scuole finiscono per mettere in pericolo altri bambini".

L'ATA indica le tappe che dovrebbero permettere ai bambini di apprendere il percorso casa-scuola:

"In una prima fase i genitori dovrebbero accompagnare i loro figli a scuola a piedi. Un'altra soluzione è il «pedibus», già sperimentato da anni con successo anche in Ticino. I bambini si recano a scuola a piedi in gruppi, accompagnati da un adulto. Il «pedibus» segue tracciati fissi e ha un orario. I bambini possono aggregarsi al gruppo alle apposite fermate (www.pedibus.ch). Se il percorso casa-scuola presenta difficoltà o pericoli eccessivi, è bene rivolgersi al proprio Comune. Spetta ai Comuni assicurare dei percorsi casa-scuola sicuri, per esempio con l’adozione di piani di mobilità scolastica (http://www4.ti.ch/dss/dsp/upvs/progetti/alimentazione-e-movimento/meglio-a-piedi)".

I 10 consigli dell’ATA per un percorso casa-scuola sicuro:

1.    Scegliete il percorso più sicuro e non quello più breve.

2.    Fate diverse volte il percorso col vostro bambino già prima dell'inizio delle scuole.

3.    Discutete col bambino le situazioni pericolose che possono presentarsi, in modo che possa riconoscerle.

4.    Se le condizioni del traffico non permettono che il bambino vada da solo, accompagnatelo a piedi fino alla scuola. Col tempo imparerà a fare il tragitto da solo.

5.    Vestite il bambino con abiti ben visibili (vestiti chiari e materiali catarifrangenti).

6.    Fate in modo che il bambino abbia abbastanza tempo per il percorso casa-scuola e non debba affrettarsi perché in ritardo.

7.    Insegnate al bambino che non deve fidarsi di adulti sconosciuti e seguirli.

8.    Se possibile, è meglio se il bambino può andare a scuola insieme ai compagni.

9.    In caso di difficoltà, è bene se il bambino ha dei punti di riferimento, rispettivamente persone a cui rivolgersi (per esempio la cassiera del negozio di paese, una casa dove il bambino può eventualmente chiedere aiuto).

10.    Skateboard, pattini a rotelle Inline e attrezzi simili non sono adatti per il percorso casa-scuola.

Commenti
 
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-22 12:22:17 | 91.208.130.86