Immobili
Veicoli

Cantone«Nuvole radioattive anche sulla Svizzera se Putin usasse il nucleare tattico»

06.10.22 - 20:33
Il professor Luciano Bozzo, Università di Firenze: «tutto dipenderà dalla potenza dell'arma e dai venti».
Foto Deposit
«Nuvole radioattive anche sulla Svizzera se Putin usasse il nucleare tattico»
Il professor Luciano Bozzo, Università di Firenze: «tutto dipenderà dalla potenza dell'arma e dai venti».

BELLINZONA - La domanda che si fanno in molti è: un Putin messo nell'angolo potrebbe - nonostante l'avvertimento della Nato a desistere da certe tentazioni - ordinare l'utilizzo di armi nucleari tattiche per fermare la controffensiva ucraina che riconquista chilometri di territorio ogni settimana? E gli effetti di queste esplosioni quali potrebbero essere per i Paesi come la Svizzera collocati a poche centinaia di chilometri dai teatri di guerra?

«Il danno dipenderebbe dalla potenza dell'arma utilizzata ma naturalmente anche dalle condizioni atmosferiche: certo se venissero utilizzate più armi atomiche o anche un'arma atomica sufficientemente potente e ci fossero venti che per esempio spirano da est verso ovest, la ricaduta radioattiva potrebbe interessare anche Paesi dell'Europa Centrale, l'Italia settentrionale, la Svizzera, i Balcani».

È il professor Luciano Bozzo, Professore di Relazioni Internazionali e Studi Strategici all’Università degli Studi di Firenze, a disegnare (lo fa ai microfoni di Radio Ticino) il quadro dei foschi scenari qualora dal Cremlino partisse l'ordine, agli alti apparati militari, di usare ordigni nucleari tattici.

«Si ripeterebbe quello che noi abbiamo già vissuto nel 1986 con le nuvole radioattive formatesi dopo l'incidente di Chernobyl. Questo - ha detto - è oggi realisticamente il pericolo principale, perché ritengo che non siamo alle porte di un conflitto nucleare che partendo dall'Ucraina si diffonda nel resto d'Europa. Non possiamo affatto escludere però l'evenienza che un'arma nucleare tattica possa essere usata da Putin: e a quel punto si aprirebbe uno scenario nuovo e inquietante.».

Il professor Bozzo entra poi nei dettagli rievocando pagine di storie che nessuno vorrebbe più rivedere: «L'entità delle devastazioni dipende dalla potenza dell'arma che viene impiegata che si misura in kiloton (ndr 1 kiloton è pari a mille tonnellate di tritolo) - spiega - per fare un esempio la bomba sganciata su Hiroshima era di potenza pari a 20 kiloton e a quel tempo - si era in piena Guerra fredda - si diceva che le armi nucleari tattiche dovevano avere una potenza compresa tra 1 e 20 kiloton. Oggi - precisa - le forze russe dispongono di armi nucleari tattiche che hanno una potenza inferiore, di molto inferiore, a 1 kiloton».

Questo, ovviamente, non eviterebbe comunque conseguenze nefaste derivanti dal loro impiego, perché - come racconta ancora il professore - «dobbiamo tenere presente che un ordigno non convenzionale come quello a testata nucleare produce più effetti: l'effetto meccanico, l'effetto termico (con temperature che nelle armi più potenti si sviluppano in milioni di gradi), poi c'è l'effetto radioattivo immediato». Quest'ultimo, responsabile della formazione di polveri che vengono sollevate nell'atmosfera «irradiate e che poi trasportate dal vento possono cadere a grande distanza». 

Non è finita qui: gli ordigni nucleari producono anche un effetto elettromagnetico «che rende impossibile nel momento dell'uso dell'arma l'utilizzazione dei mezzi di comunicazione». Lo spegnimento del mondo, in pratica. 

 

COMMENTI
 
Uluru 1 mese fa su tio
E se li usasse la NATO come pretende il criminale Zelensky, cosa arriverebbe? Estratto di lavanda? Ma per favore, pseudo-giornalisti che non siete altro, smettetela con questa sporca propaganda!
centauro 1 mese fa su tio
Forse è il criminale di Mosca capace di scatenare un conflitto nucleare.
Mattiatr 1 mese fa su tio
Zelensky ha escluso la possibilità che la Russia intervenga in Ucraina con ordigni nucleari e ha chiesto un intervento preventivo da parte della NATO (come fa da quando è iniziata la guerra). È una bugia affermare che voglia che la NATO lanci armi atomiche verso la Russia.
Mat78 1 mese fa su tio
Sciacquati la bocca fenomeno , l’unica cosa Criminale qui è il tuo commento, degno di un talk show in prima serata nella democraticissima Russia e della sua vomitevole propaganda.
vulpus 1 mese fa su tio
Ma quanto ottimismo trasudano certi articoli, supportati da estemporanei specialisti. Penso che siano tutti coscienti quelli che manipolano i bottoni che se uno schiaccia anche l'altro non sarà da meno , come del resto tutti sono scoscienti che quello che spargi nell'atmosfera poi non sai dove va. Se l'anticiclone puntasse a est invece che a ovest i birilli sarebbero dall'altra parte. Ma la questione che preoccupa è questo continuo allarmismo drammatizzante: ci sono persone che non ci fanno caso, ma ci sono altre che invece sono molto sensibili, dovuto amgari anche ad altre situazioni. E per queste il tutto diventa un dramma inutile. Vediamo di non contibuare a spargere la guerra e drammi in casa nostra , restando solo sulle notizie vere, e sopratutto qualcosa di bello ogni tanto.
falco8 1 mese fa su tio
Le persone sensibili DEVONO rimanere alla larga dai mass media, possono diventare tossici. Ho una figlia adolescente molto ansiosa, è cominciato tutto con il covid e ora questo. Le spiego che quando avevo la sua età, negli anni 80, la minaccia nucleare era costante, si costruivano anche rifugi sotto ogni abitazione, c'è pure stata una catastrofe nucleare civile, purtroppo questo è il mondo in cui viviamo. Quando potrà votare sarà quindi no al nucleare, sì a politici pragmatici. Ma ripeto, le persone sensibili devono EVITARE i mass media, per informarsi meglio leggere riviste scientifiche ed economiche e tenersi occupati con gli studi, lo sport o la creatività.
Mat78 1 mese fa su tio
Essere contro il nucleare non ha proprio senso. Il problema non è la tecnologia, è l'uomo. Come sempre. Gli stati liberali hanno l'atomica e le centrali e non hanno mai creato minacce o problemi a nessuno...per le dittature è ovviamente altro discorso. La politica energetica 2050 CH ha fallito impietosamente. Se volgiamo un paese proposero e competitivo anche in futuro, prima cominciamo a progettare nuove centrali e meglio è, fra l'altro è l'unica vera via per de-carbonizzare in fretta, altra urgenza imprescindibile. A ragionare come proponi, finiamo per tornare nella caverne.
falco8 1 mese fa su tio
@Mat78 - Sono contrario, non solo a causa delle scorie (grosso problema), ma 2 incidenti gravi dovrebbero bastare (Tchernobyl/Fukushima). Uno a causa di un errore umano (potrebbe capitare ovunque), l'altro a causa di catastrofe naturale (potrebbe capitare anche qui). Credo che il sole ed il vento siano una buona alternativa, ma bisogna urgentemente premere sull'acceleratore togliendo la possibilità di fare opposizione, ma credo che qualcosa in merito sia stato deciso.
Mat78 1 mese fa su tio
Se fosse possibile sostituire il nucleare e l’energia fossile con le rinnovabili stati il primo a darti ragione. Peccato che a livello di resa e costi la Cosa non sta in piedi. L’unico modo per de-carbonizzare la Nostra società in 20 anni e farlo in modo economicamente sostenibile è con il nucleare. Non lo dico io, lo dice l’economia.
Thinks 1 mese fa su tio
Certo che si può sostituire il nucleare con le rinnovabili, bastava non dormire e incentivarli di più come hanno fatto altri paesi!, alcuni già autosufficienti!! Ma almeno lo sai che già oggi l'energia prodotta con il nucleare costa di più delle rinnovabili?, ma le lobbi del nucleare insistono. Almeno lo sai che la Germania, puntando alla decarbonizzazione, ogni anno aumenta la produzione di energia eolica e solare equivalente a una centrale nucleare di media potenza? E quando non sanno più dove immagazzinarla, la "regalano" a noi? Noi con il 'sa po' mia fa" perseveriamo con l'atomo, talmente "Green" che poi le scorie non le vuole nessuno!!!
Sarà 1 mese fa su tio
Prepariamoci a spazzolare l'insalata.
falco8 1 mese fa su tio
Premetto che spero che i politici EU diventino pragmatici e facciano pressione su Kiev per una resa in cambio di miliardi per lo sviluppo e la ricostruzione. ///////////// NUCLEARE: Il problema è che c'è un precedente, sono state spianate 2 città con quelle armi, per evitare una maggior perdita di vite umane dicono.... /////////////// Al Cremlino c'è gente intelligente e pragmatica, non hanno bisogno del teleprompter e sanno mantenere il sangue freddo. Sanno che una guerra nucleare totale significa la fine del mondo industrializzato... MA se l'escalation continua è possibile che prima o poi spianino il governo ucraino, per evitare una maggior perdita di vite umane... E probabilmente non vi sarà nessuna risposta militare NATO perché sarebbe la fine. ////////////////// Ma non mi sorprenderebbe che il prossimo passo sia un altro sabotaggio, magari ai cavi di telecomunicazione sottomarini nell'Atlantico. Sarebbe ben peggiore che una bomba atomica su Kiev. Tutto si fermerebbe, tutto, in pochi giorni sarebbe il caos e poi l'anarchia.
Mat78 1 mese fa su tio
“Al Cremlino c’è gente intelligente” ah beh
Mattiatr 1 mese fa su tio
@falco8 volendo esser pragmatici, se la Russia impiegasse armamento nucleare perderebbero in primis il supporto indiano, cinese e di altre nazioni (nessuno vuole stare con qualcuno così pericoloso, nemmeno Stalin fece uso di queste armi). L'intervento militare Nato sarebbe inevitabile, le bombe nucleari sono giustamente diventati un tabù, non sarebbe possibile rimanere impassibili al loro uso. La risposta militare potrebbe esser in misura uguale (lanci bomba, lancio bomba), potrebbe esser un escalation nucleare oppure un intervento per abbattare le capacità militari russe in Ucraina e generalmente in Europa (immaginerei che la flotta del Baltico e del Mar Nero avrebbero vita dura, poi intervento stile Kosovo). La Russia non è più una super potenza, non è l'URSS, sono i risultati sul campo a parlare, si stanno ritirando contro l'esercito ucraino, non quello americano. Senza considerare che l'uso di queste armi coinvolgerebbe pure i suoi soldati con ripercussioni pure in Russia. Dubito fortemente che abbiano buone capacità nbc, hanno già avuto problemi logistici, figuriamoci in uno scenario nucleare.¶ Detto questo la Russia sotto Putin è pericolosa, destabilizzatrice e non può vincere questa guerra. Se l'Europa e gli Stati Uniti non avessero risposto l'avrebbe preso come un segnale di debolezza e questa non sarebbe stata l'ultima guerra. Il popolo russo in larga parte ha ambizioni imperiali e di grandezza, in maniera particolarmente estrema nel governo, questo pensiero si scontra con il resto del mondo.
centauro 1 mese fa su tio
Ma ti rendi conto delle fesserie che stai scrivendo? Ma vai ad arruolarti tra le fila della nazi armata Rossa e rimani al fronte a farti spianare dagli ucraini.
falco8 1 mese fa su tio
@centauro - È un forum libero, abbiamo un cervello e quindi siamo qui a discuterne ed è un bene, poi se alcuni come diventano agressivi non ha nessuna importanza. Non ho una visione monolitica o di partito come te. Posso cambiare idea di fronte a fatti e argomentazioni valide, e questo su tutti i temi.
centauro 1 mese fa su tio
Innegabile che il forum deve essere libero, non tollero che si facciano dichiarazioni che non corrispondono alla realtà dei fatti e ancor peggio che venga calpestato il buon senso dei diritti di un popolo che è stato aggredito da una dittatura oltretutto pericolosa per tutta l Europa occidentale.
falco8 1 mese fa su tio
@Mattiatr - Ciò che mi preoccupa è come l'escalation sia rapida, tutto ciò che si è ipotizzato fin ora è risultato sbagliato. Siamo qui a discutere, e questo è sempre positivo, ma non abbiamo nessuna presa sugli avvenimenti, siamo in balia della politica internazionale. /////////////////// Anch'io ho pensato a lungo che l'India e la Cina in caso di escalation nucleare sul suolo ucraino metterebbero la Russia al bando. Ma ne siamo certi? I Cinesi sanno che se il regime Russo crolla i prossimi sulla lista saranno loro; subiranno prima l'escalation delle sanzioni e poi l'isolamento. La Russia per loro è un cuscinetto che permette di mantenere la distanza dagli USA e la NATO, non deve crollare. L'India è un mistero per me, hanno un altra visione del mondo, so solo che non apprezzano il continuo sostegno USA al loro nemico Pakistan e approffittano del gas e petrolio Russo a buon mercato.
Mattiatr 1 mese fa su tio
@falco8 la Cina è un'altra bestia rispetto alla Russia (bestia non in senso offensivo). In primis hanno accolto male la guerra perché li mette in una situazione scomoda. Putin ha occupato territori di uno stato sovrano, indetto un referendum (ridicolo) e li ha annessi. La Cina non ha mai riconosciuto la secessione di queste regioni, anche perché sarebbe stato contro i loro interessi (riconosce una secessione estera sarebbe un ovvio controsenso visto la questione Thaiwan). I Cinesi sono in competizione economica con gli Stati Uniti, non in conflitto militare, non rischiano guerre fintanto che non invaderanno Thaiwan (che tra l'altro è tecnicamente territorio cinese, quindi sarebbe una questione interna e non internazionale). Il problema è che la Pelosi per protagonismo, voglia di fa la ganasa, vedi te cosa, è andata a incontrare quello che per loro è un governo rivoltoso e separatista, visti i tempi è stata proprio un'idea pessima. Comunque sia la Cina dipende molto dalle esportazioni verso l'occidente, la Russia non è un gran partner economico, per non parlare dei problemi immobiliari interni che stanno vivendo in questo periodo. Io sono pronto a scommettere che loro siano più che pronti ad abbandonare Putin in caso di escalation nucleare (oppure singolo uso su territorio ucraino). Forse sopporterebbero qualche test su territorio russo ma sinceramente non saprei.¶ L'India è un'altra strana bestia, collaborano economicamente con la Russia ma nello stesso momento fanno esercitazioni navali congiunte con gli USA in funzione anti cinese (ripeto esercitazioni, in Svizzera le facciamo inventandoci nazioni immaginarie, gli altri creano scenari plausibili visto che non gli piace cadere dal pero)¶ Comunque sia il futuro è questione per domani, nel presente Putin non si fa scrupoli a mobilitare centinaia di migliaia di ragazzi, ragazze, uomini e donne da mandare a morire al fronte per conquistare uno stato sovrano che la sua nazione ha promesso di riconoscere e rispettare (in cambio delle testate nucleari). Una nazione con questo governo in Europa deve perdere, se vincesse c'è il rischio che diventi ancor più pericolosa per la nostra stabilità. Noi siamo neutrali ed è giusto rimanerlo (almeno militarmente visto che la neutralità politica l'abbiamo già bruciata), però è opportuno che l'Europa mantenga la linea e personalmente sono disposto a sopportarne le conseguenze. Una Russia governata da Putin che vince la guerra in Ucraina rischia di creare un precedente molto pericoloso, sopra tutto vista l'inutilità dell'ONU in questo frangente.
falco8 1 mese fa su tio
@Mattiatr - Un paio di volte ho avuto a che fare direttamente con i cinesi, business. Mi ha fatto capire un po' come funzionano; dicono sempre di sì, ma poi fanno di testa loro. Sempre. Immagino che in politica sia lo stesso, deve essere una questione culturale, quando dicono una cosa, spesso vuol dire altro. Mai fidarsi di loro! Con la Russia ho avuto poco a che fare, ma ciò che ho ricevuto era esattamente ciò che volevo.
Mat78 1 mese fa su tio
Concordo in toto.
Mattiatr 1 mese fa su tio
@falco8 ci sta, io ho fatto un ragionamento più d'interesse. Non penso che i cinesi siano disposti ad andare contro l'occidente per favorire la Russia perché commercialmente non gli converrebbe. Thaiwan immagino non sia una questione del presente ma più da rivedere fra un decennio. Forse la Pelosi ha agito così per chiarire la posizione americana nella regione, visto che la comparsa negli ultimi decenni di una nuova potenza ha modificato gli equilibri. Personalmente penso sia stata un'azione individuale della politicante che ovviamente visto la sua carica si è trascinata dietro tutta la nazione, naturalmente i cinesi l'hanno interpretata come ingerenza esterna in affari interni (diciamo che non è proprio cosa da nobel per la pace). Considera che gli avvenimenti di Shanghai non sono proprio un buon auspicio per il futuro.¶ Tornando a Putin, l'uso di armi nucleari mi pare più un suicidio da parte sua rispetto a qualcosa che possa trargli dei vantaggi. Ha a disposizione armi più utili alla sua causa che avrebbero meno conseguenze a livello internazionale (per quanto lo stato delle scorte non sia di nostra conoscenza). Vedremo, in ogni caso non sono eventi sulla quale abbiamo controllo, pertanto è inutile sta qua a crear panico.
falco8 1 mese fa su tio
Certo, in Europa invece abbiamo politici tutt'altro che pragmatici, che pensavano in modo arrogante di dare una lezione ad una superpotenza immischiandosi in una questione regionale, praticamente una guerra civile già da diversi anni, SENZA PENSARE MINIMAMENTE alle conseguenze. Dicevano che in 3 settimane sotto pressione delle sanzioni la Russia avrebbe fatto marcia indietro, invece qual'è il bel risultato?>>> L'economia, la competività, la sicurezza e la stabilità dell'intera Europa è ora a rischio. Purtroppo per noi i Russi non si arrendono mai.
Mat78 1 mese fa su tio
Dare una lezione? Qui si tratta di rimuovere una seria Minaccia alla cooperazione tra stati. L’escalation chi l’ha procurata? Se uno stato ne invade un altro questo non va bene. Non si cambiano i confini degli stati con i carri armati. Di certo l’Europa pagherà uno scotto economico per un po’’, ma se c’è qualcuno che non può fare a meno dell’altro quello di certo non siamo noi. Gli unici pazzi che minacciano l’olocausto nucleare sono i leader russi. È peggio va, più è chiaro che non è possibile lasciarli fare. Perfino i cinesi stanno perdendo la pazienza. Per tenere testa ai russi ci vuole fermezza, ci vuole poco a fare il loro gioco e sarebbe una catastrofe internazionale. C’è in gioco molto più di quello che appare. Si rischia l’anarchia globale. La Cooperazione tra stati è fondamentale è la Russia la sta minando pesantemente. E comunque i russi di sono già arresi, ai tedeschi, nella Prima guerra mondiale, c’era lo zar, come oggi.
centauro 1 mese fa su tio
In una settimana Putin pretendeva di conquistare l Ucraina..... ancora adesso sta prendendo mazzate.
Sarà 1 mese fa su tio
Purtroppo dandola vinta a Putin si rischia di creare un precedente e magari anche che arrivi ad invadere altri paesi. Non ha un grande esercito ma ha molta "carne da cannone". E per ora sembra che la popolazione russa non sia ancora pronta a rivoltarsi. Bisognerà vedere cosa succederà quando entreranno in servizio i riservisti appena mobilitati. Non è la loro guerra e non sono motivati, quindi magari la rivolta partirà da loro.
CicardnaS 1 mese fa su tio
Sono d’accordo con entrambi. State citando due prospettive comunque veritiere. Il meglio da farsi è difficile da dire. Peró sicuramente l’ignoranza e l’arroganza europea non ha portato a nulla di buono e la mania di potere e di grandezza di Putin neppure. Piuttosto un cessate il fuoco forse servirebbe a placare le pericolose azioni di Putin, ma innalzerebbero il suo ego, portandolo ad una possibile continuazione di annessioni territoriali.. prima o poi. Oltre che ad arricchirlo ancora di piu. Secondo me.. tanto vale lasciar credere a Putin di aver vinto. Tanto il popolo ucraino non sarà mai russo. Soprattutto non dopo quello che è successo. È alle potenze che interessa possedere. Ai popoli interessa solo vivere dignitosamente
falco8 1 mese fa su tio
@mat78 - @mat78 - La possibilità di un olocausto nucleare è bene che quelli che ne hanno la possibilità lo ricordino, è un avvertimento come pure una minaccia. I francesi la chiamano 'dissuasion nucléaire', ed è per questo che hanno dei sottomarini nucleari armati di testate nucleari che in alternanza, 365 giorni all'anno, girano per i mari del mondo; neanche l'Eliseo è al corrente della loro posizione, questi sottomarini non sono in grado di trasmettere informazioni, solo riceverle. Serve come avvertimento al mondo intero che attaccare militarmente gli interessi francesi ha come possibile conseguenza una risposta nucleare. ////////// I Cinesi sono furbi, stanno in silenzo, aiutano la Russia ad assorbire le sanzioni, ma non possono permettere che il regime in Russia crolli, vorrebbe dire che i prossimi sulla lista sarebbero loro, prima le sanzioni, poi l'isolamento, la solita musica made in USA. (Poveri cubani) ///////////////////////////////////// Siamo vere democrazie? Allora diamo la possibilità ai popoli in tutta Europa di decidere se continuare su questa strada che potrebbe portarci al disastro nucleare, o scegliere quella del pragmatismo politico.
centauro 1 mese fa su tio
Non a scapito della integrità dell'Ucraina e del suo popolo, la libertà non si baratta ma si difende con ogni mezzo.
Mat78 1 mese fa su tio
Non abbiamo nessun diritto di chiedere all'Ucraina di arrendersi, è contro la nostra natura. Come stati liberali invece abbiamo il dovere morale di sostenerla. I poveri cubani stavano per scatenare una guerra mondiale...i poveri cubani...Riguardo ai cinesi, certo che i prossimi sono loro, sono una dittatura, una enorme cavalletta antidemocratica che vuole papparsi il mondo. E che compete senza rispettare le regolare del commercio e della salute pubblica ed ambientale. Fino a quando non ci saranno solo stati liberali e democratici noi occidentali abbiamo il dovere di opporci alle dittature. La nostra libertà non è poi scontata come tutti pensano...
ReoZH 1 mese fa su tio
Se non si smette con questa cosa che bisogna sconfiggere la Russia allora si arriverà a breve a scenario peggiore. USA Vs RUSSIA , vulldire guerra atomica
Mat78 1 mese fa su tio
Veramente è Putin contro tutti, la Russia è un ostaggio ormai…
ber68 1 mese fa su tio
a tutti che mettete cueste cavolate per spaventare tutti non e stato abbastanza il covit e una mia opinione che putin la guerra la fata grazie anche ai giornalisti ciaooii
Mat78 1 mese fa su tio
Che contributo! Sintattico e grammaticale soprattutto!
centauro 1 mese fa su tio
Sono le radiazioni nucleari.....
RV50 1 mese fa su tio
Smettetela di gridare al lupo al lupo non fate altro che incrementare paura e tensioni nella popolazione ... questo lo abbiamo visto all'inizio dell'invasione gli americani e inglesi continuavano a gettare benzina sul fuoco con l'UE a fare da pecoroni ; quando il fuoco é stato alimentato bene sono subentrati gli interessi politici e economici dei paesi che forniscono armi all'Ucraina con il risultato che stiamo vedendo.... smettetela di terrorizzare il mondo perché i veri terroristi sono quelli che agiscono dietro le quinte.USA in primis.
falco8 1 mese fa su tio
Invece BISOGNA cominciare a scuotere la popolazione, perchè ho l'impressione che la gente in Europa DORMA, a parte forse in Italia. Se la paura comincia ad entrare nel quotidiano allora magari le cose si muoveranno, la pressione sui governi salirà per mettere fine a questo macello, non parlo solo dei combattimenti ma anche della stangata che tutta l'economia europea si prenderà nei mesi e negli anni a venire. L'Europa ha già perso questa guerra, quindi pressioni su Kiev per una resa e via le sanzioni sull'economia.
centauro 1 mese fa su tio
Ma quale resa? L'Ucraina deve essere difesa incondizionatamente!!!
Princi 1 mese fa su tio
Bozzo un altro fenomeno ( AZZURRO )
Swissabroad 1 mese fa su tio
Che azzurro, verde o giallo che sia, di certo ti è intellettualmente superiore.
centauro 1 mese fa su tio
Commento di grande spessore culturale!
Princi 1 mese fa su tio
cosa ne sai tu degli studi che ho fatto io !!??
MammaLalla 1 mese fa su tio
Quello che Putin (o chi per essi) potrebbe o non potrebbe fare sono assolutamente solo ipotesi. Il vostro invece è concreto terrorismo. Adesso che ci avete "spaventati" cosa possiamo fare? Avete delle "soluzioni"? Sono l'unica a non capire l'utilità di certe pagine?
Viperus 1 mese fa su tio
Il solito terrorismo mediatico inutile…credete forse che l’aria che respiriamo sia sana? Guardate il traffico nelle ore di punta da noi…quello si che fa male e non un pò di radioattivitá che arriva da migliaia di chilometri di distanza.
Vallocavallo 1 mese fa su tio
a parte il fatto che little boy era di 13-15 kt e non 20kt, le armi moderne si calcolano in mt cioè milioni di tonnellate di tnt e i russi si sono spinti fino a 100mt teorici (v bomba zar 50mt). Se volete fare dell allarmismo almeno documentatevi e non scrivete fesserie. grazie
Viperus 1 mese fa su tio
Hai ragione, qui di fesserie ne vengono scritte giornalmente.
Mat78 1 mese fa su tio
Sai cos’è un arma nucleare tattica? Tutti sprezzanti qua, che spesso fa rima con ignoranti…Mt sono per armi strategiche tacchini!
Vallocavallo 1 mese fa su tio
touché! lettura approssimativa bloccata all errore dei kt di Hiroshima. ..
Mat78 1 mese fa su tio
Intellettualmente onesto almeno.
Vallocavallo 1 mese fa su tio
🤣quanta ignoranza su tio
centauro 1 mese fa su tio
Concordo, il mio gatto scriverebbe commenti più ricercati!
Güglielmo 1 mese fa su tio
che scoperta... grandi maghi! pensavate fossimo dispensati in quanto neutrali?
Elisa_S 1 mese fa su tio
I compari di Putin non sono così pazzi da sostenerlo con il nucleare. Lo sostengo solo fino alla fase di minaccia. Non di azione. Le radiazioni sono incontrollabili una volta liberate...perdono tutti quanti. Nessun vincitore.
centauro 1 mese fa su tio
Prima o poi i suoi collaboratori lo elimineranno per la pace di tutti.
MammaLalla 1 mese fa su tio
TERRORISMO MEDIATICO
Mat78 1 mese fa su tio
In realtà va tutto bene!
centauro 1 mese fa su tio
Anche quando l esercito russo si e schierato al confine con l Ucraina sembrava terrorismo mediatico, dopo l invasione è stata eseguita.
Mat78 1 mese fa su tio
Purtroppo la gente al posto di capire la gravità della situazione e reagire con rigore morale, preferisce ignorare il problema, non accettarlo, non ammettere che esiste. L'altra reazione più diffusa è proporre "soluzioni" che eliminino questo "fastidio" (Ucraina arrenditi perché questa situazione non ci piace, frega nulla se avete i russi in casa che violentano il vostro paese e la sua popolazione) , senza minimamente interessarsi della conseguenze.
NOTIZIE PIÙ LETTE