AFP
CANTONE / SVIZZERA
19.09.2021 - 21:150

Il comitato contro il “Matrimonio per tutti” bloccato da Facebook

Il social: «Istiga all'odio». Chiesta al tribunale la revoca del blocco

BELLINZONA - «Il comitato “no” al Matrimonio per tutti sta istigando odio su Facebook». È così che il colosso dei social media giustifica la recente censura della pagina in lingua italiana del comitato nazionale. Una situazione che durante lo scorso mese di luglio si era già verificata per post e pagine del comitato in lingua tedesca.

Negli scorsi giorni - lo si legge in una nota - è quindi stata depositata presso il tribunale distrettuale di Willisau una petizione per chiedere «che il blocco di Facebook sia revocato su base superprovvisoria». E viene inoltre chiesto che «Facebook non possa cancellare e bloccare i post senza giustificazione e senza la possibilità di commentare».

La motivazione fornita dal social network per il blocco dell pagina sarebbe, secondo il comitato, «senza fondamento» e costituirebbe «una diffamazione nei nostri confronti».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-20 00:05:40 | 91.208.130.86