Immobili
Veicoli

CANTONEUn altro decesso, i casi sono 62

23.04.21 - 10:14
Nelle ultime 24 ore dieci persone sono state ricoverate in ospedale, mentre otto lo hanno abbandonato.
Ti-Press
Un altro decesso, i casi sono 62
Nelle ultime 24 ore dieci persone sono state ricoverate in ospedale, mentre otto lo hanno abbandonato.
Le strutture sanitarie accolgono attualmente 95 pazienti: 17 di questi si trovano nel reparto di terapia intensiva.

BELLINZONA - Restano piuttosto stabili i numeri della pandemia in Ticino. Dopo i 68 (di mercoledì) e i 69 (di giovedì), i dati odierni - comunicati dall'Ufficio del medico cantonale - mostrano altri 62 casi positivi. Il tanto temuto "boom di contagi" provocato dalla Pasqua sembra quindi non esserci stato. Purtroppo, però, dopo quattro giorni a zero, è stato segnalato un nuovo decesso. I nuovi ricoveri sono dieci, mentre i pazienti dimessi sono stati otto. 

Tio.ch / 20 minuti

Sempre sotto i cento ricoverati - Anche il numero totale delle persone che si trovano in ospedale per complicazioni legate al Covid-19 è piuttosto stabile, sebbene negli ultimi giorni si è notato una leggera crescita. Attualmente sono infatti 95 i pazienti ricoverati (+1), 17 di questi si trovano in cure intense (numero invariato rispetto a ieri).

Tasso di riproduzione sfiora l'uno - Tornando alle cifre, quelle relative ai tamponi positivi hanno registrato un calo nelle ultime settimane. Sui 656 test effettuati il 20 aprile il tasso di positività raggiungeva il 6%. L'incidenza della malattia negli ultimi 14 giorni nel nostro cantone è di 252 persone positive su centomila abitanti, mentre il tasso di riproduzione Rt è dello 1.01 (dato riferito al 5 aprile).

Il 9% dei ticinesi immunizzato - I dati - riferiti al 18 aprile - della campagna vaccinale mostrano un totale di 91'246 dosi somministrate, e di un 9% della popolazione ticinese completamente immunizzata. 

983 vittime - Dall'inizio dell'emergenza coronavirus, attualmente in Ticino si registrano complessivamente 31'765 persone risultate positive al test. I decessi legati al virus sono invece arrivati a quota 983. Da inizio crisi 3'242 pazienti sono invece stati dimessi dagli ospedali. 

Tio.ch / 20 minuti

Isolamenti e quarantene - Al 19 aprile vi erano 445 ticinesi posti in isolamento perché avevano contratto il coronavirus. Altri 659 loro contatti si trovavano, nello stesso periodo, in quarantena.

Case anziani (quasi) Covid-Free - A parte il caso isolato e che non preoccupa le autorità sanitarie cantonali di mercoledì, quando un residente vaccinato è risultato positivo al Covid-19 (con sintomi lievi), le case anziani ticinesi restano al riparo dalla malattia. Anche oggi, infatti, non si sono registrati nuovi contagi.

Una nuova quarantena - Nel mondo della scuola, il Decs segnala una nuova quarantena. A essere toccata dal provvedimento è una classe di scuola elementare a Lugano Monte-Bré-Cassarate, istituto che aveva già una quarantena attiva. Nel resto del Ticino sono ancora in quarantena tre classi di scuola elementare (Bellinzona sud, Monte Carasso e Savosa) e una sezione di asilo (Caneggio).

COMMENTI
 
F/A-19 1 anno fa su tio
Se ne muoiono pochi è tutto sotto controllo ma se ne muore qualcuno di più allora ci si allarma ma non per i morti , solo perché si intasano gli ospedali, il grosso problema non sono le persone che muoiono ma l’intasamento degli ospedali, te capii l’ipocrisia e l’intelligenza fin dove arriva. Visto che questa pandemia costa alla nostra confederazione qualcosa come decine/centinaia di miliardi non è meglio costruire qualche reparto in più e formare personale, anche perché tra virus e varianti oramai ne avremo fin che scampiamo, il pulsantino per regolare le nostre vite l’hanno trovato. Però pare che si preferisce rimanere eternamente nell’incertezza, mi fa specie che il paese delle farmaceutiche a livello mondiale non ha ancora sviluppato un vacino, molto strano. E chi lo ha scoperto potrebbe anche divulgare la ricetta a chi può produrlo se lo scopo è salvare vite ma anche qui non si fa niente, ancora più strano. Dubbi su dubbi......
pillola rossa 1 anno fa su tio
Esattamente! E poi diciamocelo: hanno fatto e continuano a fare errori madornali nelle cure ospedaliere invece di sostenere i medici di famiglia nella cura dei pazienti al loro domicilio. Almeno la metà degli ospedalizzati avrebbe potuto essere curato a casa. La paura costa cara.
F/A-19 1 anno fa su tio
Questo virus è talmente contagioso che se in famiglia hai dei positivi altri risultano e restano negativi. In più chi risulta positivo “guarisce” durante il periodo di quarantena che sono poi 10 giorni, senza medicine. A me vien da ridere, non lo faccio per rispetto di chi ci crede.
Don Quijote 1 anno fa su tio
Dunque, situazione stabile e tranquilla. Mi viene da ridere perché in un altro articolo su Tio di oggi, si descrive la situazione in India drammatica, infatti risultano 332 contagi con una popolazione di 1250 milioni, che in percentuale o casi per milione è inferiore all'attuale situazione Svizzera! Vi prego, caricate la testa sulle spalle al mattino o tornate sui banchi di scuola.
Bibo 1 anno fa su tio
332 MILA ;-)
Anna 74 1 anno fa su tio
ai proprio ragione
pillola rossa 1 anno fa su tio
Quelli che controllano le informazioni sono quelli che danno i numeri.
Don Quijote 1 anno fa su tio
Si, hai ragione, errore digitando ma intendevo 332'000 che sono pochi per una popolazione di 1250 milioni.
Bibo 1 anno fa su tio
Certo, condivido, ma era solo pr precisare...
stefanobig 1 anno fa su tio
Disinformazione, terrore, statistiche spersonalizzanti, Sensi di colpa e paura a reti unificate
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO