Immobili
Veicoli

CANTONEUn vero flop l’idea dei ristoranti trasformati in mense

04.03.21 - 15:07
Massimo Suter, presidente di GastroTicino: «In Ticino manca la massa critica»
TIpress
Un vero flop l’idea dei ristoranti trasformati in mense
Massimo Suter, presidente di GastroTicino: «In Ticino manca la massa critica»

LOCARNO - Un vero e proprio flop, o una fregatura a tutti gli effetti. Chiamatela come volete ma la possibilità data ai ristoranti di aprire come mense per i lavoratori si sta rivelando un buco nell’acqua. La conferma arriva per bocca di Massimo Suter, presidente di GastroTicino, che oggi - intervistato da RadioTicino - ha fatto capire che all’entusiasmo iniziale per chi in questa possibilità poteva intravedere un margine di guadagno, ha preso il sopravvento la rassegnazione. «Il santo non vale la candela - ha dichiarato Suter - ad iniziare dall’iter burocratico insostenibile che i ristoranti devono affrontare per poter riaprire agli operai. Ma poi le giornate si stanno allungando, le temperature sono piacevoli e non c’è più quella necessità di rinchiudersi al caldo per mangiare». 

Insomma non ci sono i numeri critici per poter attuare una soluzione di questo tipo. Su questo punto Massimo Suter ha le idee chiare: «Bisogna essere onesti e riconoscere che qui in Ticino non c’è questa grande concentrazione di lavoratori in un solo punto. Viviamo in un Cantone abbastanza mobile, al mattino sei a Lugano, al pomeriggio a Chiasso. E poi i cantieri non sono pieni di operai».

COMMENTI
 
seo56 1 anno fa su tio
Ül piangina!!!
Volpino. 1 anno fa su tio
... e poi non siamo a Zurigo dove i soldi piovono dal cielo e anche le aziende e i lavoratori devono rispettare le distanze di sicurezza per poter lavorare.
Capra 1 anno fa su tio
Effettivamente! Flop
Busca 1 anno fa su tio
Di fatto ogni ristorante è una “mensa” perché offre a lavoratori che non possono rientrare al domicilio per il pranzo la possibilità di consumare il pasto.
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO