Immobili
Veicoli
TiPress - foto d'archivio
CANTONE
17.12.2020 - 16:320

I Verdi chiedono al Governo di intervenire: «Entro sabato chiuda»

Il Consiglio di Stato viene accusato di «voler scaricare la responsabilità delle decisioni sulla Confederazione»

BELLINZONA - «Avremmo bisogno di un governo deciso e forte e invece assistiamo alla messa in scena di un balletto di titubanza e servilismo nei confronti di una frangia dell’economia». È con queste parole che i Verdi del Ticino prendono posizione nei confronti delle non-decisioni del Consiglio di Stato per arginare l'aumento dei contagi da coronavirus, al quale a questo punto chiedono «misure più drastiche».

Nella settimana dal 7 al 13 dicembre in Ticino si registrano 507 infezioni su 100'000 abitanti. L'incidenza più alta in Svizzera. Eppure il Governo, a detta dei Verdi, «continua a voler scaricare la responsabilità delle decisioni sulla Confederazione così che sia lei poi a doversi accollare i costi degli aiuti alle famiglie in difficoltà». E sarebbero proprio questi «calcoli finanziari anteposti alla salute pubblica con cinismo» a fare «accapponare la pelle».

I Verdi del Ticino chiedono quindi urgentemente che il Consiglio di Stato «smetta di minimizzare la situazione e si faccia carico della responsabilità a cui deve fare fronte». E vanno nel pratico: «Entro sabato deve essere decretata la chiusura di bar e ristoranti come pure dei negozi che non vendono beni di prima necessità. Ogni giorno che passa conta. Nonostante alcuni membri dell’esecutivo credono di non essere toccati dalla pericolosità del virus, ricordiamo che quest’organo è comunque incaricato di fare il bene di tutta la comunità».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-24 01:19:36 | 91.208.130.87