Tipress
Le Maldive di Lugano: estate 2020 la foce del Cassarate
CANTONE
13.08.2020 - 23:500
Aggiornamento : 14.08.2020 - 08:50

«Non ci sarà una terza ondata rovente»

Il rischio di una nuova ondata di calore viene definito «molto basso» dagli esperti di Meteosvizzera

L'estate cambia marcia, ma resta estate: «Alcune giornate potranno ancora essere tropicali (temperature massime superiori ai 30 gradi) e anche afose».

LOCARNO - In mezzo a tante disgrazie il cielo dovrebbe risparmiarci la terza ondata canicolare. La seconda è stata bruscamente abbattuta dalla perturbazione temporalesca di ieri notte e, spiegano i tecnici, dall’indebolimento della dorsale anticiclonica sull’Europa centrale.

L'estate però continua - “Canicola… bye bye!” scrivono gli esperti di Locarno-Monti sul sito di Meteosvizzera. Il rischio che ce ne sia un’altra nel corso di questa estate viene definito «molto basso».  Perché, spiegano, «i modelli numerici che forniscono previsioni a medio e lungo termine mostrano una circolazione atmosferica sull’Europa che sarà via via più dinamica, in particolare con il passaggio di alcune perturbazioni che potrebbero portare qualche goccia di acqua in più». L’estate cambia marcia, ma resta estate. «Alcune giornate potranno ancora essere tropicali (temperature massime superiori ai 30 gradi) e anche afose».

Tropical nights - Per gli amanti della statistica Locarno-Monti fornisce anche una comparazione tra i due periodi canicolari 2020 al Sud delle Alpi. La prima ondata, durata dal 28 luglio al 1. agosto, è stata la più intensa con tre giorni di indice di calore sopra le 95 unità a Lugano (e un massimo di 96). A titolo di paragone, la seconda canicola, dall’8 al 12 agosto, ha registrato un indice di calore di 92.7 nella città affacciata sul Ceresio. A rendere meno pesante la seconda ondata di caldo è stata l’umidità particolarmente bassa: «In alcune giornate i valori ricordavano quelli delle giornate favoniche». Idem il confronto delle notti tropicale che, sempre a Lugano, sono state 5 durante la prima canicola e 3 nella seconda.

L'anticiclone vintage - In conclusione i due “schiaffi” di calore non hanno mutato il giudizio sull’estate 2020 che ambisce ad andare in archivio per il ritorno, inatteso, del dolce anticiclone delle Azzorre…  «L’anticiclone africano, molto presente nelle estati degli scorsi due anni, è stato piuttosto latitante» ricorda ancora Locarno-Monti. Additato come principale responsabile dei nostri boccheggiamenti estivi, non è però l’unico: «Il caldo torrido sull’Europa centrale durante l’estate può anche essere causato da altre situazioni sinottiche su larga scala (per esempio anticiclone europeo e afflussi da est con aria molto calda di origine continentale)». In ogni caso, bye bye canicola. Possiamo tornare a pre-occuparci solo di Covid.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
GI 1 anno fa su tio
e magari potrebbe anche nevicare in montagna....manco fosse il primo anno che, dopo i primi temporali di agosto le temperature calano.....i giorni si accorciano.....la terra continua a girare....
tip75 1 anno fa su tio
l ultima battuta e’ assolutamente fuori luogo....ma i giornalisti li prendono nel kinder?
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-18 07:48:20 | 91.208.130.85