Tipress
LOCARNO
03.08.2018 - 10:290

“Democrazia senza frontiere” si congeda

L’iniziativa del DFAE si concluderà dopo 4 anni con la proiezione di domenica del film “Laila at the Bridge”

LOCARNO - Domenica 5 agosto 2018, quattro anni dopo il suo avvio al Festival di Locarno, “Democrazia senza frontiere” volge al termine.

L’iniziativa è stata lanciata nel 2014 al Festival di Locarno dall’allora consigliere federale Didier Burkhalter con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sulle priorità della cooperazione svizzera allo sviluppo, facendo conoscere i suoi progetti tramite personalità svizzere di rilievo.

Nell’ambito di “Democrazia senza frontiere”, varie personalità svizzere di spicco hanno fatto conoscere a un pubblico più ampio le tematiche e i progetti della cooperazione svizzera allo sviluppo. Uno dei momenti salienti ha coinciso con l’esibizione del cantante pop losannese Bastian Baker durante un concerto di musicisti egiziani organizzato nel 2016 al Cairo nell’ottica di promuovere uno scambio culturale nell’ambito di questa iniziativa. In quell’occasione, l’artista ha visitato anche i progetti idrici della Svizzera relativi al fiume Nilo.

Tra i Paesi partner della cooperazione svizzera allo sviluppo figura l’Afghanistan, dove è stato realizzato il film «Laila at the Bridge», che verrà mostrato domenica prossima a conclusione del progetto presso il teatro Kursaal. L’evento sarà inaugurato dal presidente del Festival di Locarno e ambasciatore del progetto «Democrazia senza frontiere» Marco Solari e dal vicedirettore della DSC Pio Wennubst.

Commenti
 
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-14 23:06:25 | 91.208.130.85