Immobili
Veicoli

SVIZZERAUn deficit di finanziamento da cinque miliardi

17.08.22 - 11:41
È la previsione (a tinte fosche) fatta oggi dalla Confederazione. A pesare sulle casse (ancora) la pandemia.
Deposit
Fonte ats
Un deficit di finanziamento da cinque miliardi
È la previsione (a tinte fosche) fatta oggi dalla Confederazione. A pesare sulle casse (ancora) la pandemia.

BERNA - La Confederazione si attende quest'anno un deficit di finanziamento di 5,0 miliardi, a fronte di un disavanzo preventivato a 2,3 miliardi. Le prime stime lasciano intendere che le uscite straordinarie, causate soprattutto dalla pandemia, ammonteranno a 7,4 miliardi, precisa un comunicato odierno.

In dettaglio 6,5 miliardi serviranno ad attenuare le conseguenze della pandemia di coronavirus e altri 0,9 miliardi circa sono previsti per le persone in cerca di protezione provenienti dall'Ucraina. Secondo la stima attuale, nel bilancio ordinario è prevista un'eccedenza di finanziamento di 0,7 miliardi di franchi, a fronte di un deficit preventivato a 0,6 miliardi, ma la previsione è ancora molto incerta, precisa la nota.

Le entrate ordinarie dovrebbero essere superiori di 0,8 miliardi rispetto a quanto preventivato (+1,0%), grazie soprattutto a un aumento degli introiti di 1,1 miliardi nell'ambito dell'imposta sul valore aggiunto. Per quanto concerne l'imposta preventiva, si prevede invece un calo del gettito di circa 0,5 miliardi. Le entrate dell'imposta preventiva nel 2020 e nel 2021 sono state nettamente inferiori a quelle degli anni precedenti, per questo la stima risulta inferiore a quella indicata nel preventivo 2022.

Sul fronte delle uscite, le aggiunte e gli altri aumenti di credito sono stimati a 1,6 miliardi. Gli oneri supplementari sono compensati dai residui di credito delle voci di bilancio utilizzate solo parzialmente. I residui più consistenti riguardano i programmi di ricerca dell'UE (-547 mio. per la mancata associazione a Orizzonte Europa), il conferimento al Fondo per le strade nazionali e il traffico d'agglomerato (-131 mio.) e la ricapitalizzazione di Skyguide (-100 mio.). Nel bilancio ordinario i residui di credito sono stimati complessivamente a 2,2 miliardi, ossia al 2,8% dei crediti a preventivo. Probabilmente quindi le uscite straordinarie rimarranno di 0,6 miliardi al di sotto di quanto preventivato (-0,7%).

Le entrate straordinarie pari a 1,6 miliardi sono dovute in prevalenza alle distribuzioni supplementari della Banca nazionale svizzera nell'esercizio 2021 (1,3 mia). Finora il Parlamento autorizzato uscite straordinarie di 9,1 miliardi per contenere le ripercussioni della pandemia, ma le uscite effettive straordinarie sono stimate complessivamente a 7,4 miliardi. In alcuni settori infatti le spese saranno probabilmente inferiori al previsto in particolare per l'indennità di perdita di guadagno (0,3 mia. invece di 2,2 mia.) e l'indennità per lavoro ridotto (2,5 mia. invece di 2,9 mia.).
 
 

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA