Immobili
Veicoli
Guida selvaggia sull'A1, poi la violenza

BERNAGuida selvaggia sull'A1, poi la violenza

29.07.20 - 17:21
Le manovre audaci di un automobilista finiscono in lite.
lettore 20minuten
BERNA
29.07.20 - 17:21
Guida selvaggia sull'A1, poi la violenza
Le manovre audaci di un automobilista finiscono in lite.
Il video è virale su Facebook. La polizia riferisce solo di un'inchiesta in corso

BERNA - Autostrada A1, Luterbach: la BMW bianca imposta l'indicatore di direzione e vuole sorpassare la macchina nera che ha di fronte. Ma quest'ultima impedisce la manovra tagliandole la strada. Lo stesso si ripete pochi secondi dopo. A quel punto l'automobilista a bordo dell'auto nera spinge la BMW verso la corsia d'emergenza. I due si fermano. La persona a bordo della BMW tenta di riprendere la marcia, ma viene di nuovo spinta sulla corsia d'emergenza.

L'automobilista a bordo del veicolo nero a quel punto scende dal veicolo, si avvicina all'altro automobilista e sferra diversi colpi sia all'auto che al guidatore.

La scena descritta si è verificata di recente sull'autostrada A1, a Luterbach. Il video di quanto accaduto, opera di un altro viaggiatore, è stato caricato su Facebook. Ed è diventato virale.

«Mi sono sentito intrappolato» - La redazione di 20 Minuten è stata in grado d'individuare l'automobilista infuriato. Il bernese ha cercato di spiegare l'accaduto: «Il mio comportamento è imperdonabile. Non avrei mai dovuto uscire e farmi provocare così». La sua versione è la seguente: il guidatore a bordo della BMW l'avrebbe precedentemente infastidito, per un lungo tratto di strada, tramite la sua guida spericolata. «Avevo paura e mi sentivo in trappola», ha dichiarato il bernese.

Nel contesto della pericolosa manovra, un terzo soggetto (non coinvolto direttamente) ha presentato una denuncia alla polizia cantonale bernese. Quest'ultima riferisce soltanto di un'inchiesta in corso. In ballo ci sarebbero diverse violazioni del codice della strada. L'incidente, fanno sapere, si è verificato nella mattinata del 20 luglio.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA