Cerca e trova immobili

SVIZZERASe l'auto elettrica ti fa sorridere il gommista

23.10.23 - 06:30
Più pesanti e dall'accelerazione più netta Tesla & co. sono “affamate” di pneumatici, lo sostiene uno studio. L'opinione di Tcs e Acs.
Deposit
Se l'auto elettrica ti fa sorridere il gommista
Più pesanti e dall'accelerazione più netta Tesla & co. sono “affamate” di pneumatici, lo sostiene uno studio. L'opinione di Tcs e Acs.

BERNA - Due flotte di automobili, una a benzina e una elettrica utilizzate entrambe per lo stesso numero di chilometri. A fine anno c'è una differenza, e si legge tutta... sulle gomme.

Già perché le e-auto le hanno consumate in maniera evidentemente più aggressiva. Lo confermerebbero i dati di un rapporto recente, stilato da 1link Service Network una delle maggiori piattaforme europee per la gestione delle flotte auto in Europa.

Secondo i dati raccolti, analizzando il comportamento delle vetture del gruppo, gli pneumatici montati sulle auto elettriche avrebbero una durata, in media di 10'219 km in meno rispetto a quelli montati su auto a benzina o ibride. 

Così il gommista ti sorride

Questo fa si che questa tipologia di vetture dovrebbe sottoporsi a un cambio gomme ogni 29mila km o 551 giorni di guida. Per quanto riguarda le auto a benzina, invece, si parla di 39mila km e 670. Insomma, non proprio bruscolini.

E anche guardando a gomme e ruote, i costi lievitano. Già perché, in media, si parla di pneumatici più grandi (18 pollici) con un costo medio attorno ai 240€ (i dati sono per l'area europea) a fronte dei 150€ (e 17 pollici) per le auto a benzina.

Come si spiega? I fattori possono essere tanti e diversi, una delle motivazioni addotte da 1link Service riguarda proprio la dimensione dei veicoli elettrici in media di stazza più massiccia rispetto alle normali berline.

Il peso della batteria (e la passione per l'accelerazione lampo)

Ma non è tutto, come commenta a tio.ch il TCS che, per spiegare il fenomeno, tira in ballo fattori tecnici e... umani: «Va detto che le auto elettriche sono più pesanti dei veicoli convenzionali a causa della batteria. Il peso maggiore contribuisce ad aumentare l'usura. Le auto elettriche hanno anche un'accelerazione più forte rispetto alle auto a combustione, che a sua volta contribuisce a un maggiore consumo degli pneumatici. Tuttavia, il maggior consumo è solitamente compensato dai minori costi di manutenzione e assistenza delle auto elettriche rispetto ai veicoli convenzionali», ci spiega il portavoce Masssimo Gonnella

«In merito allo studio (di 1link Service Network, ndr.) va rilevato un fattore “umano” da non sottovalutare. Chi è abituato a guidare un’auto con motore a combustione, quando noleggia un veicolo elettrico vuole anche provare l’ebrezza e il comportamento diverso del motore elettrico che offre un’accelerazione molto superiore rispetto a quella di motori a combustione», continua Gonnella.

«Come chi noleggia un veicolo sportivo, anche nel caso dei veicoli elettrici, si vuole testare la potenza della motorizzazione e quindi inevitabilmente la guida sarà più aggressiva causando un maggiore degrado delle gomme. Anche se non disponiamo (ancora) di dati scientifici o di risultati di test in merito, possiamo affermare che tra i proprietari di veicoli elettrici che ne conoscono le caratteristiche e che sono abituati a guidare con quel tipo di motore, il consumo e degrado delle gomme sono più contenuti e si avvicinano a quelli di auto convenzionali», conclude.

Quelle gomme pensate per aumentare l'autonomia

Anche Benjamin Albertalli, Direttore di ACS - Sezione Ticino, ribadisce l'impatto che può avere sulla vita dei copertoni lo stile di guida: «Innanzitutto va premesso che il fattore che maggiormente influenza la durata di un pneumatico è il conducente: chi tende ad accelerare spesso con vigore o adottare una guida poco “anticipativa” sottopone a maggiore stress – e dunque usura – gli pneumatici. Il fatto che rispetto alle vetture con motore a combustione le elettriche siano caratterizzate da una maggiore massa (in genere 300-500 kg in più) e dispongano di una consistente coppia motrice disponibile già nelle partenze da fermo può enfatizzare il tutto», spiega Albertalli.

Secondo lui però, una grande importanza ce l'ha però anche il copertone stesso: «Tuttavia, da un punto di vista prettamente tecnico bisogna considerare il fatto che la concezione e la realizzazione di uno pneumatico è sempre frutto di un compromesso, che cerca di soddisfare esigenze anche diverse tra loro: aderenza sia sull’asciutto che sul bagnato, silenziosità, comfort, bassa resistenza al rotolamento».

«Nello specifico, gli pneumatici destinati alle vetture elettriche sono concepiti per minimizzare l’attrito, in particolare a velocità costante, così da poter incrementare l’autonomia del veicolo», continua Albertalli, «questo impone a sua volta la ricerca di ulteriori compromessi, per esempio nella scelta dei materiali da utilizzare, sui criteri di sviluppo o sulla struttura che in alcuni casi può avere un profilo inferiore rispetto a quello destinati alle vetture “tradizionali”. Ed è evidente che un copertone che sin dalla sua uscita di fabbrica ha un minor profilo, avrà anche una minore durata».

 

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Voilà 7 mesi fa su tio
cosa importante che vorremmo trasmettervi è l'importanza di confrontare varie tipologie di veicolo nel modo corretto: non basta considerare un solo aspetto o un solo tipo di inquinante, ma valutare nella sua totalità l'impatto del veicolo dalla sua produzione alla sua dismissione, cioè il suo ciclo di vita. Bibliografia Del Pero, Francesco, Massimo Delogu, and Marco Pierini. "Life Cycle Assessment in the automotive sector: A comparative case study of Internal Combustion

Voilà 7 mesi fa su tio
Quello che emerge è il netto vantaggio delle auto elettriche nel campo delle emissioni (GWP), del consumo di combustibili fossili (FDP) e della formazione di ozono fotochimico (ODP e POFP). Al contrario, le auto a benzina vincono a man bassa su tutta una serie di fattori come inquinamento delle acque (FETP, FEP e MEP), rischio di tossicità per la salute umana (HTP) ed ecotossicità per il terreno (TETP). Dire "le auto elettriche sono meglio di quelle a benzina" o viceversa è una affermazione forse troppo semplificata. Sicuramente un aspetto da considerare è che le auto elettriche riescono ad ottenere maggiori vantaggi ambientali laddove l'elettricità viene prodotta principalmente da fonti rinnovabili, mentre al contrario se l'elettricità viene prodotta ancora con combustibili fossili il risparmio è sicuramente minore. A questo bisogna aggiungere un altro fattore estremamente importante: il progresso tecnologico. Con il passare degli anni verranno sicuramente realizzate batterie più performanti (capaci quindi di percorrere più km con la stessa quantità di energia) e, magari, la cui produzione avrà un impatto ambientale molto più ridotto)

Cula 7 mesi fa su tio
Non mi è mai successo di fare 39000 km con le gomme andrei sulla tela😂😂😂

Dex 7 mesi fa su tio
Se ti puoi permettere la tesla…

angelina 7 mesi fa su tio
ah ah ah ah un'altra vittoria dei verdi.

UtenteTio 7 mesi fa su tio
Con i pneumatici, pagati in franchi svizzeri e garantiti, ho percorso oltre 40'000 km pagati 640.- montati e bilanciati a Lugano, mi sono durate 2 anni senza problemi, le tiro al limite e non ho mai avuto problemi. Certo che pubblicare paro paro un articolo, invece di girare 2-3 gommisti, uno è a 100m dalla sede di TIO, mi fa tanto pensare che la professione del giornalista diventerà di nicchia e la così tanto famigerata IA prenderà il loro posto e si lamenteranno. Nel 2024 basteranno 3 giornalisti per tenere in piedi un sito e 5 un quotidiano, dopotutto un buon 90% arriva da ATS e comunicati stampa inviati via mail, e poi non si corre nemmeno più sul luogo di un sinistro, ci mandano l'agenzia che riceve i WhatsApp.

baranzoS 7 mesi fa su tio
Nell'articolo si dice che " gli pneumatici montati sulle auto elettriche avrebbero una durata, in media di 10'219 km in meno rispetto a quelli montati su auto a benzina o ibride. ", in seguito si dice che sulle auto elettriche il cambio gomme avviene dopo 29'000 km, mentre sulle auto a benzina dopo 30'000. La differenza è 1000km, non 10'000. Mi sfugge qualcosa...

koseidon 7 mesi fa su tio
Risposta a baranzoS
dal sito tomsguide punto fr trovi un articolo con la medesima notizia tio ma con dati più precisi e quindi trovi cosa sfugge..: Les voitures hybrides s’en sortent également bien mieux avec une moyenne de 40 000 kilomètres soit 585 jours d’utilisation. Voitures électriques : 28 000 kilomètres soit 551 jours d’utilisation Voitures thermiques : 39 000 kilomètres soit 670 jours d’utilisation Voitures hybrides : 40 000 kilomètres soit 585 jours d’utilisation

koseidon 7 mesi fa su tio
L'articolo è preso dal sito rinnovabili punto it.

koseidon 7 mesi fa su tio
L’inquinamento da pneumatici è 2000 volte peggio delle emissioni auto Nei test di Emission Analytics, gli pneumatici hanno prodotto 36 milligrammi di particelle ogni chilometro percorso. Si tratta di una quantità 1850 volte maggiore rispetto agli 0,02 mg/km che, in media, vengono espulsi tramite i gas di scarico ( vedi articolo da [url rimossa] : https://www.[url rimossa]/ambiente/inquinamento/inquinamento-da-pneumatici-gas-di-scarico/#:~:text=Gli%20pneumatici%20hanno%20prodotto%20in,tramite%20i%20gas%20di%20scarico.

koseidon 7 mesi fa su tio
I risultati della ricerca dicono che le auto elettriche consumano in percentuale di più copertoni ergo emettono più più sostanze nocive di gomma naturale e sintetica (sempre in %) dal battistrada. Nell’articolo si indica pure che le auto elettriche sono più pesanti e “portano” copertoni più larghi e quindi si potrebbe dire che esercitano anche loro un buon attrito e quindi favoriscono l’usura delle strade. Si può concludere che è necessario un upgrade nel settore della tecnologia dei pneumatici e… che il nuovo calcolo della tassa di circolazione che considera più aspetti è giustificato e più rappresentativo della realtà.

Nmemo 7 mesi fa su tio
Ne consegue un maggior inquinamento dell’aria. Gobbi, per coerenza, fai ancora in tempo ad aggiungere alla nuova proposta di tassa sulla circolazione un coefficiente di carico per siffatto provato inquinamento. Non lo si sapeva prima? I consulenti non leggono le pubblicazioni importanti?

Dred 7 mesi fa su tio
Risposta a Nmemo
Nella nuova formula dell'imposta di circolazione sarà presente anche il peso e la potenza del veicolo.

Alearies 7 mesi fa su tio
Personalmente ho una tesla M3P - quindi oltre 450 CV - e non ho mai raggiunto percorrenze così elevate con le mie vecchie auto a motore. Sono a oltre 15'000 km e le gomme sono ancora buone! Sono ancora le gomme di quando l'ho acquistata.

Libero 7 mesi fa su tio
Questo vale solo per gli europei, per noi il costo è uguale siamo ricchi per questo l’articolo parla di Euro e non di Fr.

Don Quijote 7 mesi fa su tio
Con un peso maggiorato che va dal 15 al 25% a causa delle batterie, un profilo più basso e il battistrada più stretto per non castigare l'autonomia, anche a parità di coppia e pilota, i pneumatici si consumano logicamente più in fretta. Il problema è più accentuato nelle auto piccole dove il motore elettrico è nettamente superiore al piccolo termico.

mestesso 7 mesi fa su tio
Dovrebbero far pagare una tassa extra ai possessori di auto elettriche per la gomma extra che lasciano in giro.

Aka05 7 mesi fa su tio
Risposta a mestesso
Quindi vale la stessa regola per chi, con l’auto a motore termico, guida come un somaro e cambia le gomme ogni stagione… ?

kenobi 7 mesi fa su tio
io faccio 40000 km con la mia Tiguan 2000 diesel è vero dipende tantissimo dal pilota e metto i migliori pneumatici in circolazione sia termici che normali dai costi di 140 fr l'uno

Aka05 7 mesi fa su tio
Personalmente non trovo alcuna differenza, dipende molto dal “pilota”…

Geni986 7 mesi fa su tio
Non è solo questione di cavalli dei motori, ma anche di asini alla guida...

JR89 7 mesi fa su tio
Perché indicate i prezzi in euro? Fino a prova contraria la moneta corrente Svizzera è il Franco….

alessandro_apostolo 7 mesi fa su tio
Risposta a JR89
ctrl C ctrl V

resiga 7 mesi fa su tio
Risposta a JR89
Probabilmente chi scrive per questa testata informativa é pure lui straniero come la maggior parte dei GIORNALAI che ci ritroviamo nei nostri giornali TICINESI comprese rsi e tsi ! Vuoi vedere che non ci sono Ticinesi per questo lavoro ?
NOTIZIE PIÙ LETTE