Cerca e trova immobili

SVIZZERA/EUROPAIl cambiamento climatico mette in pericolo la produzione di birra

10.10.23 - 17:04
Secondo uno studio, la quantità e la qualità del luppolo stanno diminuendo a causa dell'aumento delle temperature e delle estati più secche.
Deposit
Fonte ATS
Il cambiamento climatico mette in pericolo la produzione di birra
Secondo uno studio, la quantità e la qualità del luppolo stanno diminuendo a causa dell'aumento delle temperature e delle estati più secche.

BERNA - Il cambiamento climatico sta minacciando la produzione di birra in Europa. Stando a uno studio, a cui hanno partecipato autori svizzeri, sia la quantità che la qualità del luppolo stanno diminuendo a causa dell'aumento delle temperature e delle estati più secche. Per stabilizzare il settore della birra sono necessarie misure di aggiustamento immediate, scrivono gli autori della ricerca pubblicata oggi dal periodico scientifico "Nature Communications".

Per lo studio i ricercatori hanno valutato i dati sul rendimento e il contenuto alfa del luppolo della birra tra il 1971 e il 2018 nelle principali regioni di coltivazione in Germania, Repubblica ceca e Slovenia. Nei circa 50 anni presi in considerazione, dal 1970 fino a oggi, il tenore di luppolo per ettaro è diminuito mediamente di circa 200 chilogrammi. Inoltre il contenuto alfa, in base al quale è stata misurata la qualità nello studio, è diminuito dello 0,6%. Tale tenore alfa è responsabile del sapore amaro della birra.

Previsto un ulteriore calo

Entro il 2050 i ricercatori prevedono un ulteriore calo della resa tra il 4 e il 18% e una diminuzione del contenuto alfa del luppolo tra il 20 e il 31%. Gli autori dello studio si aspettano che le flessioni maggiori si verificheranno nelle zone di coltivazione «più meridionali». Queste ultime includono le aree situate nel sud della Germania, che si estendono sino al confine svizzero, nonché in Slovenia. I motivi sono riconducibili all'aumento delle temperature e alle siccità più frequenti, ha indicato all'agenzia Keystone-ATS il coautore dello studio e ricercatore dell'Istituto federale per la foresta, la neve e il paesaggio (WSL), Ulf Büntgen.

A suo avviso, gli sbalzi di temperatura fanno sì che l'inizio della stagione di crescita del luppolo venga anticipato mediamente di 20 giorni. Attraverso questi cosiddetti "cambiamenti fenologici" il periodo critico di maturazione si è spostato nella parte più calda della stagione, il che ha un impatto negativo sul contenuto alfa. «La cosa interessante è che abbiamo potuto osservare questo effetto in tutte le regioni», ha aggiunto Büntgen. «Se una tendenza può essere osservata a livello sovraregionale, allora si sa che ciò difficilmente può essere spiegato se non dai cambiamenti climatici».

Colpite anche altre piante

La birra è la terza bevanda più consumata al mondo dopo acqua e tè, sottolineano i ricercatori. «Sarà necessario aumentare del 20% la superficie destinata al luppolo aromatico rispetto a quella coltivata attualmente, al fine di compensare futuri cali del contenuto alfa e/o della produzione del luppolo», aggiungono gli autori dello studio.

A loro avviso, per continuare a produrre birra di elevata qualità e mitigare gli effetti negativi del cambiamento climatico in Europa, i metodi tradizionali di coltivazione del luppolo da birra devono essere adattati. Ma il luppolo è solo un esempio tra i tanti, ha spiegato Büntgen. «Stiamo cercando di scoprire come diversi ecosistemi e, in ultima analisi, come l'agricoltura possa rispondere alle mutevoli condizioni ambientali», scrivono ancora i ricercatori.

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

pag 8 mesi fa su tio
aaah allora adesso magari si fara' qualcos per il clima....

Foxdilollo78 8 mesi fa su tio
Se diminuisce la quantità di birra, proporrei di aumentare la gradazione alcolica per bilanciare…

APR-DRONE 8 mesi fa su tio
UNA OTTIMA NOTIZIA ci saranno meno ubriacones in giro.

stef70 8 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
pensa per te e bevi acqua e non dare fastidio a chi piace la birra

stef70 8 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
chissà magari non bevi birra e alcool e poi fai cose peggiori
NOTIZIE PIÙ LETTE