Cerca e trova immobili

SVIZZERACavie, aumento vertiginoso di animali sottoposti a test severi

21.08.23 - 19:01
In dieci anni, il numero è passato da 13.807 a 25.752, con un aumento dell'87%: é la cifra più alta dall'inizio del millennio.
Foto Deposit
Fonte TAGES-ANZEIGER
Cavie, aumento vertiginoso di animali sottoposti a test severi
In dieci anni, il numero è passato da 13.807 a 25.752, con un aumento dell'87%: é la cifra più alta dall'inizio del millennio.

ZURIGO - «Il numero di animali da laboratorio e lo stress per gli animali devono essere ridotti al minimo, scrive l'Ufficio federale per la sicurezza alimentare e veterinaria (FSVO) sul suo sito web. Un principio che è specificamente ancorato nella legge sulla protezione degli animali. Ciononostante, il numero di esperimenti particolarmente severi e stressanti è in aumento.

Un vertiginoso aumento di animali da laboratorio sottoposti a test severi - A fare luce sui numeri delle sperimentazioni cui vengono sottoposti in laboratorio gli animali è il Tages-Anzeiger che sottolinea come in dieci anni il numero di cavie sottoposte a esperimenti severi e stressanti sia aumentato dell'87%, passando da 13.807 a 25.752, «la cifra più alta dall'inizio del millennio».

Cinquecentosettantaquattromila esemplari sperimentati nel 2021 - In Svizzera, solo nel 2021, sono stati sperimentati 574.673 esemplari. Gli esperimenti - spiega il quotidiano zurighese - sono suddivisi in diversi livelli di gravità, con il livello 3 che è il più severo e stressante per gli animali. E certamente non sarà sufficiente a ridurre le loro pene gli antidoti utilizzati in laboratorio come ruote che corrono nelle gabbie e la musica soft che viene propagata durante il giorno per cercare di calmarli.

Topi, pecore e pesci: la ricerca e le dichiarazioni degli scienziati sulle sofferenze degli animali da laboratorio - Topi, pecore e pesci vengono usati dagli scienziati di tutto il mondo per testare importanti medicamenti e arrivare a conquiste mediche altrimenti non raggiungibili: dai vaccini ai farmaci sempre più efficaci per combattere il cancro, la ricerca passa inevitabilmente anche dalla sofferenza degli animali da laboratorio.

Sono gli stessi rapporti degli scienziati e di cui il Tages-Anzeiger è entrato in possesso a confermarlo: «Gli animali soffriranno inevitabilmente», dicono a proposito di un esperimento condotto a Zurigo in cui 92 pecore sono sottoposte a un intervento di cardiochirurgia.

Per studiare la "migrazione dei pesci" in laboratorio, secondo una richiesta del canton Turgovia, migliaia di pesci saranno elettrificati e catturati con l'elettricità in acque selvatiche. Questo provoca «paura e stress» e gli animali potrebbero ferirsi. Nei test tossicologici effettuati a Zurigo, sempre con i pesci, «le sostanze utilizzate potrebbero portare alla morte», scrivono i ricercatori.

Musica soft e oppioidi per alleviare la sofferenza - Come alleviargli la sofferenza? Oltre alla musica soft, ci si affida a un lungo elenco di potenti farmaci come ketamina, morfina, fentanil e altri oppioidi. Se l'animale continua a soffrire, «di solito l'unica opzione è la morte. E questa è spesso crudele» riporta il quotidiano.

La morte per soffocamento - «La maggior parte degli animali da laboratorio oggi viene uccisa in gruppo con il CO₂», afferma il professor Hanno Würbel, responsabile del Dipartimento per il benessere degli animali dell'Università di Berna e presidente della Commissione nazionale per l'etica della sperimentazione animale. «Anche se ora ci sono buone prove che questo metodo può essere enormemente stressante».

I dati dell'UFAG: ogni anno 400 mila topi vengono uccisi con la CO₂. - Il governo federale ha riconosciuto il problema e sta finanziando un progetto per trovare delle alternative, anche se i dati riportati sul sito dell'UFAG continuano a sorprendere: ogni anno vengono uccisi oltre 400.000 topi provenienti da esperimenti sugli animali con la CO₂.  

Ma non a tutti gli animali toccherà questa fine: secondo quanto riportato dal giornale zurighese, alcuni di loro «saranno anestetizzati e verranno lasciati morire dissanguati». 

I metodi di morte più umani - Esistono già metodi di uccisione più umani, ad esempio con il pentobarbital, utilizzato anche dall'organizzazione di eutanasia Exit. «Tuttavia, questo agente potrebbe influenzare i risultati della ricerca e non è quindi adatto», scrive l'FSVO, aggiungendo che «l'uso della CO₂ ha ancora il vantaggio di poter eutanasiare gruppi più numerosi di animali nell'ambiente familiare della gabbia di casa e di evitare lo stress aggiuntivo causato dalla separazione e dall'immobilizzazione degli animali».

Ma rimane una fine brutale. «È come essere sott'acqua e dover riprendere fiato», dice il professor Würbel. «Si avverte una sensazione di soffocamento che può scatenare il panico. Finisce per essere la sofferenza psicologica per eccellenza. Non è una bella morte».

Sarebbe più delicato «somministrare agli animali un sedativo e renderli incoscienti con un anestetico prima di ucciderli. Come nel caso di un cane che viene addormentato dal veterinario con un'iniezione», dice Würbel. Ma questa elaborata uccisione individuale «spesso fallisce a causa di considerazioni economiche. Stiamo parlando di grandi quantità di animali da laboratorio. Quindi è ovviamente più efficiente uccidere gli animali direttamente in interi gruppi con la CO₂".

 La durata della sopravvivenza: l'esperimento ticinese - La durata della sopravvivenza di un animale dipende interamente dai ricercatori. Questi ultimi devono definire i cosiddetti criteri di terminazione prima di ogni esperimento. In un esperimento con i pesci, ad esempio, l'eutanasia doveva avvenire quando gli animali «giacevano immobili a terra e non nuotavano più». Per alcuni roditori erano invece sufficienti «diarrea, rapida emaciazione, svenimento».

I topi di un esperimento ticinese, invece, raggiungevano la fine della loro vita quando «respiravano forte» per più di 15 minuti.

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Tracy 7 mesi fa su tio
Quando leggo queste cose mi viene il voltastomaco. A pensare che la Svizzera aveva una legge delle più severe al mondo, anni di lotta per trovare alternative, Nel 2016 si parlava molto della ricerca senza animali, l’obiettivo era di liberare tutti gli animali vittime della sperimentazione e rendere consapevoli i cittadini che esiste già una ricerca scientifica ed etica senza l’utilizzo di animali. In Svizzera ma anche in Italia la LAV sosteneva attivamente, anche perché unico modello utile per la salute dell’uomo. Sempre nel 2016 si era raggiunto due grandi risultati: hanno avuto condanne per l’allevamento di cani beagle destinati alla vivisezione) e la liberazione dei 16 macachi rinchiusi nei laboratori dell’Università di Modena. I metodi sostitutivi della vivisezione esistevano e lo avevano dimostrano nelle ricerche allora finanziate. Grazie a questo il numero di animali sottoposti a esperimenti in Svizzera era sceso a 629 773 unità, con una diminuzione del 7,7 % rispetto all’anno precedente. Una grande soddisfazione per tutte le lotte fatte. E poi è arrivato questo maledetto COVID e il popolo Svizzero ‘’caga sotto’’ ha rifiutato di vietare la sperimentazione animale e umana ed ecco il risultato. VERGOGNA e maledetti questi torturatori senza scrupoli. Cosi ora fanno la stessa cosa con gli esseri umani. Tutta questa crudeltà per tutti gli ipocondriaci in questo paese che ancora credono che saranno immortali da questi venditori di fumo. VERGOGNA Il nostro obiettivo è liberare tutti gli animali ancora oggi vittime della sperimentazione e rendere consapevoli i cittadini che esiste già una ricerca scientifica ed etica senza l’utilizzo di animali, che LAV promuove e sostiene attivamente, anche perché unico modello utile per la salute dell’uomo. Nel 2016 abbiamo raggiunto due grandi risultati: la condanna anche in appello dei vertici di Green Hill (l’allevamento di cani beagle destinati alla vivisezione) e la liberazione dei 16 macachi rinchiusi nei laboratori dell’Università di Modena. I metodi sostitutivi della vivisezione, seppur non sostenuti dallo Stato, esistono: lo dimostrano le ricerche che abbiamo finanziato anche nel 2016.

Rusky 7 mesi fa su tio
Risposta a Tracy
Tracy: tutto vero !

tartux 7 mesi fa su tio
Risposta a Tracy
Ciao capisco il tuo sdegno, e ti garantisco neussuno gioisce nell'usare animali per fare da cavia anzi... Purtroppo é (purtroppo) assolutamente inesatto dire che or ora si possa rimpiazzare gli animali da cavia nella ricerca scientifica, anche facendo test su organi in vitro (viene a mancare la complessa sinergia multifunzionale dei sistemi viventi) o simulazioni informatiche; spero davvero che un giorno potremmo rimpiazzare gli anumali in con altri metodi ma davvero or ora non siamo vicini. SPero invece che questo aumento di cavie sottoposte a trattamenti severi sia dovuto ad una accrescuata quantità di studi perché se invece lo si fa solo perché meno costoso sarebbe davvero triste.

Emib5 7 mesi fa su tio
Risposta a Tracy
Tracy Come al solito ti dimostri molto informata e confondi la sperimentazione dei farmaci sugli animali con la vivisezione. Ti ricordo che nessun paese registra un farmaco senza adeguati studi di tossicologia su animali. Non eri tu a gridare per la supposta mancanza di studi prima di usare il vaccino? Studi che in realtà sono stati fatti, tra l'altro. Ci fossero alternative sicure e predittive all'uso di animali, le bigpharma, come sprezantemente le chiamate, sarebbero le prime ad adottarle visto che diminuirebbero il costo di tali studi. Ma tant'è, a te bastano i tuoi interventi roboanti e sconnessi.

Marecalmo 7 mesi fa su tio
Risposta a Emib5
Emib5: non stare neppure a perderci tempo, è una causa persa... il suo pensiero in relazione al Covid, che orami tutti conosciamo perchè riesce a ricordarcelo nei blog di qualsiasi articolo, è talmente radicato che non si metterà mai in discussione, neppure di fronte all'evidenza.

Tracy 7 mesi fa su tio
Risposta a Emib5
Emib, ci sei o ci fai? smettila di fare il pappagallo e leggi l'articolo. Forse hai letto un altro articolo o meglio non l'hai nemmeno letto come tutti quelli cho postato d'altronde.

Emib5 7 mesi fa su tio
Risposta a Tracy
Tracy. Tu ci sei proprio, tutta convinta di cose che , è assodato, non conosci nemmeno. Certo il metabolismo di un topo è diverso, ma è comunque predittivo per l'uomo, al momento non ci sono alternative che un ente di registrazione accetterebbe. Preferiresti non avere medicamente, o la sperimentazione diretta sull'uomo? Cerca una volta di ascoltare invece che fare le solite figure. Ripeto anche che la vivisezione è altro, o sbaglio anche lì?

Tracy 7 mesi fa su tio
Risposta a Marecalmo
Marecalmo, parlando così evidentemente giustifichi queste barbarie, solo per questo dovresti vergognarti. I nostri corpi rispetto agli animali sono diversi, tutti gli esseri senzienti possono soffrire, ma spesso specie diverse non metabolizzano i farmaci allo stesso modo, oppure i loro corpi non hanno le stesse reazioni. La penicillina è letale per i porcellini d'India. L'ibuprofene provoca insufficienza renale e ulcere allo stomaco nei cani e nei gatti. E la morfina, un sedativo negli esseri umani, ha l’effetto opposto nelle capre e nei cavalli. Spero che non hai mai visto la loro sofferenza. Ogni persona sana che rispetta e ama gli animali non può tollerare ciò che subiscono.

Marecalmo 7 mesi fa su tio
Risposta a Tracy
... e l'altro lato della medaglia è che grazie alla sperimentazione molte malattie una volta letali oggi sono facilmente curabili. Senza la sperimentazione (certo, a volte crudele, tuttavia un prezzo da pagare c'è sempre) oggi l'aspettativa media di vita non supererebbe i 40 anni. Amo gli animali, che tu ci creda o no! Forse la soluzione sarebbe usare come cavie per le sperimentazioni gli animalisti estremi, che a differenza dei porcellini d'india di danni ne fanno parecchi. Ma certamente la tua risposta sarà sempre la stessa, un sonoro "vergognati", in quanto è l'unica cosa che sai dire a chi non la pensa come te. Ti auguro davvero e sinceramente di non aver mai bisogno della ricerca, sebbene sarebbe forse l'unico modo per farti capire l'importanza della stessa.

Tracy 7 mesi fa su tio
Risposta a tartux
Tartux, esiste l'alternativa ma si preferisce usare l'animale che non può opporsi e che è gratis. Si sa inoltre che i test su animali sani e su specie diverse che non ha nulla a che vedere con la nostra, inoculando loro una malattia che normalmente non avrebbero mai sviluppato, tenendoli prigionieri in un ambiente stressante e per loro tutt’altro che naturale, e cercando di estrapolare i risultati di questi esperimenti applicarli a patologie che colpiscono naturalmente l'uomo rappresenta una pratica più che dubbia per non dire inutile. Serve solo a giustificare la raccolta soldi a nome della ricerca.

tartux 7 mesi fa su tio
Risposta a Tracy
Salve onestamente non mi rosulta ci siano alternative almeno non minimamente efficaci quanto la sperimentazione animale, mi potrebbe citarne qualcuna? Il fatto che siano specie differenti non vuol dire che non abbiano nulla.in comune con la nostra, son se.pre mammiferi condividono moltissime cose con noi (già i topi) mentre immagini che uno chimpanzè geneticamente è identico a noi al 98.5%.

Tracy 7 mesi fa su tio
Risposta a tartux
Tartux e Marecalmo, prima del Covid stavamo tutti abbastanza bene o sbaglio? prima del Covid, la sperimentazione sugli animali era diminuita notevolmente come ho scritto sopra e stavamo bene o no? Vi faccio una domanda semplice semplice: Da quando c'è il Covid avete votato si alla sperimentazione senza più limite, sia sugli animali che su essere umani senza regole e senza restrizioni (si legge bene nell'articolo: cit. il numero di cavie sottoposte a esperimenti severi e stressanti è aumentato dell'87%, «la cifra più alta dall'inizio del millennio». ) Ora ditemi se stiamo meglio o peggio di prima? a me pare peggio🤷‍♂️

Marecalmo 7 mesi fa su tio
Risposta a Tracy
Prima, durante o dopo il Covid nulla cambia. Per te sembra che esista solo il Covid e che la sua gestione sia la causa di tutti i mali del mondo, ma pensa un po'... non è così! Se oggi da diversi tipi di cancro si può guarire, è grazie alla ricerca. Questo vale per molte altre malattie, dove grazie alla ricerca si può guarire o perlomeno avere una qualità di vita dignitosa. Chissà quanti ulteriori passi avanti si faranno in futuro, ma questo senza ricerca sarebbe impossibile. Dici bene quando dici che stavamo bene o abbastanza bene, ma per molte persone questo è vero perchè esiste la ricerca. A livello personale, la ricerca mi ha permesso di lasciare le stampelle in cantina e tornare a camminare, allontanando lo spauracchio della sedia a rotelle. E questo è solo un piccolo esempio di scarsa rilevanza, ma pensa a tutte quelle malattie che ormai non ci toccano più ma che hanno causato vittime a non finire! Non so quanti anni tu abbia, io sono vicino ai 50, ma se la ricerca non fosse mai esistita, forse nessuno dei due sarebbe qua a scrivere su questo blog. Facile sentenziare quando fa comodo, ma dei benefici delle scoperte scientifiche ne abbiamo beneficiato tutti.

Tracy 7 mesi fa su tio
Risposta a Marecalmo
Marecalmo, non mescoliamo le cose OGGI SI ESAGGERA e poi, purtroppo abbiamo anche la memoria corta vedo. Ci tengo a ricordare che pure il Consiglio federale era contrario all’iniziativa popolare «Sì al divieto degli esperimenti sugli animali e sugli esseri umani perché riteneva che nel campo della ricerca gli esseri umani e gli animali siano già sufficientemente protetti e che il divieto d’importazione richiesto danneggerebbe la popolazione svizzera, inoltre il CF aveva anche promosso da anni l’alternative alla sperimentazione animale in collaborazione con le scuole universitarie e l'industria farmaceutica, era stato istituito un centro di competenza per rafforzare il cosiddetto principio delle 3R (replace, reduce, refine). Questo principio puntava a promuovere la sostituzione degli esperimenti sugli animali con metodi alternativi, a ridurne il numero e a limitare la sofferenza degli animali quindi non venite a dire che non c’era un alternativa. Era anche scritto nel comunicato stampa che le conseguenze in caso di accettazione che l'approvvigionamento di medicinali potrebbe essere garantito soltanto in misura molto limitata. Inoltre, a causa del divieto d'importazione, la popolazione svizzera potrebbe non beneficiare più degli sviluppi scientifici all'estero: questo riguarderebbe tanto i nuovi medicamenti quanto i nuovi prodotti fitosanitari o chimici e i nuovi integratori alimentari sviluppati con l'ausilio della sperimentazione animale. L'ampio divieto d'importazione e di commercio è inoltre inconciliabile con gli obblighi e gli accordi internazionali della Svizzera, per esempio con l'UE. L'iniziativa sarebbe pertanto di difficilissima attuazione e potrebbe avere conseguenze negative per la salute, la ricerca e l'economia del Paese. Allora come vedete ci troviamo proprio in questa situazione strano neh??? Stiamo meglio neh? chiedetevi chi l’ha voluta questa votazione.

Marecalmo 7 mesi fa su tio
Risposta a Tracy
Io non ho menzionato la votazione, è un evento del passato che non posso cambiare, indipendetemente da come io abbia votato o meno (comunque irrilevante in merito al discorso sperimentazione sugli animali). Rimango strettamente sul tema della ricerca e dei risultati ottenuti nel tempo, che sono reali, incontestabili e di cui tutti, tu compresa, beneficiamo. Poi puoi chiudere gli occhi e gridare alla vergogna, ma posso ben immaginare che a fronte di un'infezione gli antibiotici li prenda anche tu...

Tracy 7 mesi fa su tio
Risposta a Marecalmo
Irrilevante? risultati ottenuti incontestabili? questo lo dici tu. E vero che beneficio anche Io della medicina anche se sono una che non ne abusa anzi. Sul tema della vaccinazione è 60 anni che non mi vaccino. Il Covid non l'ho preso e non sono mai stata positiva neanche al sierologico. Quello che si vede oggi è l'esagerazione per tutto, si parla solo di malattie e questo non va bene e non fa bene. Comunque il tema Qui è la sperimentazione a dismisura e la sofferenza atroce degli animali e ripeto dimmi, E’ VERO O NON E VERO CHE le conseguenze in caso di accettazione sono (che l'approvvigionamento di medicinali potrebbe non essere più garantita? Infatti ce penuria di medicamenti! E’ VERO O NON E’ VERO che con il Covid l’economia sta andando a pezzi? che la sanità sta andando a pezzi ecc.ecc. Sul Cancro? Ti posso citare quello che perfino Cavalli, il nostro oncologo che è anche un politico aveva detto: Cit.: ‘’sappiamo che il WEF è sempre stato criticato dal movimento no-global ma bisogna dire che nel corso degli anni il Forum è cambiato perché, solo per entrare, chiede una tassa di 27.000 franchi. Io venni invitato dice, per parlare di come combattere il cancro, ed è stato frustrante. In realtà non interessava a nessuno. L’esperienza ha semmai rafforzato in me la convinzione che, per i cittadini, il Forum sia inutile e non è giusto che vengano spesi soldi pubblici. È un appuntamento che serve ai ricchi a fare ancora più soldi e credo che anche i grigionesi non piangeranno se il Forum, in forma ridotta, non si terrà da loro e aveva anche detto che attenzione a tutti quelli che dicono troppo facilmente che di cancro si guarisce, non è cosa cosi. chiediamoci piuttosto come fare per evitare il cancro. Ma tanto è inutile sprecare fiato, non c'è peggior sordo di chi non vuole sentire

Tracy 7 mesi fa su tio
Risposta a Marecalmo
No, non è un evento del passato, è da quando gli avete dato il permesso votando no al divieto di sperimentare sugli animali e umani. Prima la legge era molto severa e lo sapete bene, se voi posso elencarti quale era la linea guida che andava applicata.

Marecalmo 7 mesi fa su tio
Risposta a Tracy
Continui a uscire dal tema. Chissene del WEF o della politica??? Il nocciolo è la sperimentazione e i relativi risultati, che ripeto sono reali e incontestabili. E si, lo dico io, palesemente supportato dai fatti che la storia mondiale racconta. Sono 60 anni che non ti vaccini? Bene, hai mai pensato che senza medicina e tutti i farmaci/cure/vaccini creati grazie alla sperimentazione e alla ricerca è più alta la priorità che a 60 anni non ci saresti neppure arrivata?

Tracy 7 mesi fa su tio
Risposta a Marecalmo
Se credi che il Forum non c'entra niente allora mi dispiace dirlo ma ho non hai capito niente oppure sei pagato per contestare tutti quelli che pensano che si può vivere bene anche senza tutti questi intrugli. Io che ho girato il mondo non ho mai visto e non avrei mai immaginato che la gente potesse arrivare a tanto. Buona giornata

Tracy 7 mesi fa su tio
Risposta a Marecalmo
Sai Marecalmo, non è fino a quanti anni vivrai ma è la qualità di vita che hai che conta. A me non interessa vivere fino a 90 anni se poi non sto bene e tiro avanti con gran fatica, tanto per capirci. E vero, una volta la gente viveva meno a lungo ma era felice. Oggi la gente vive più a lungo ma è meno felice! ricordati che la salute non é tutto ma tutto è niente senza la salute.

Marecalmo 7 mesi fa su tio
Risposta a Tracy
Non ho tolto importanza al Forum, ho semplicemente detto che con il nocciolo di questo articolo poco centra, ma tu capisci solo quello che vuoi capire. Gli intrugli, come li chiami tu, hanno salvato (e continuano a farlo) milioni di vite. Non sono pagato per contestare nulla, semplicemente come tu scrivi il tuo pensiero io scrivo il mio (e se non altro lo faccio usando un italiano corretto e comprensibile... rileggi il tuo ultimo commento e capirai a cosa mi riferisco). Scusa una sola domanda, sei vegana?

tartux 7 mesi fa su tio
Risposta a Tracy
Salve di nuovo, sulla.questione covid e vacccini so bene che la pensiamo davvero all'opposto quindi non entro in tema, per il voto sulla ricerca sugli animali io ho votato no e semplicemente perchè non siamo nella capacità di rimpiazzare quella fase di ricerca con altri metodi (e di nuovo se lei ha delle prove che si possa fare altrimenti per favore lo dica che le leggerò molto volentieri). Secondariamente ripeto che l'articolo non spiega tutto, non viene detto perchè sono aumentate, magaro son aumentati di tantissimo i numeri di test effettuati e quindi c'è un aumento delle cavie sommesse a simili condizioni magari invece si è tornati i dietro per qualche ragione (spero non economica), cioè ci sono molte cose da considerare. Poi ripeto e glielo garantisco essendo pure io un ricercatore e biologo, nessuno vorrebbe usare gli animali ma finchè non ci sono alternative valide si continuerà a farlo.

Tracy 7 mesi fa su tio
Risposta a tartux
Si bene, allora lavorate per trovare le alternative valide. che fine hanno fatto gli sviluppi di modelli in silico innovativi con il database OpenFoodTox dell'EFSA che avevano ottenuto successo con questa innovazione. Che fine ha fatto l' atteggiamento etico fondamentale del rispetto della vita richiede che gli esseri umani proteggano gli animali , che sono, come loro, esseri senzienti. Questo rispetto, così come il dovere di evitare il più possibile la sofferenza, richiede di ridurre il più possibile la sperimentazione animale . Parlate tanto di innovazione, di modernità, di IA, dove sono i ricercatori che fanno ricerche innovative con l’IA per evitare l’uso degli animali. Sicuramente non conviene, e cosi a me sembra che invece di andare avanti si torna indietro di 50 anni Bella innovazione si si

tartux 7 mesi fa su tio
Risposta a Tracy
Le garantisco che vi è un'enormità di ricerca al riguardo. Io steso ho un paio di amici che fanno ricerche in ambiti simili, in futuro questi modelli e IA aiuteranno a diminuire velocità di ricerca rischi e numero.di cavie ma siamo ancora agli inizie e siamo ad anni luce dal poter usare simulazioni al computer al posto dei test preclinici. Le consiglio di andare su google scholar e cercare articoli open source riguardanti la tematica di come funziona e come si vuole migliorare la ricerca medica; ne troverà a bizzeffe, sono però spessimo in inglese.

Tracy 7 mesi fa su tio
Risposta a Marecalmo
Se ti può fare felice non mangio più la carne da un pezzo, contento. Quanto all'italiano, non é la mia lingua ma basta che si capisce no? anche i nostri CF parlano male l'Italiano e non lo sanno scrivere e allora dove è il problema?

Ulk 7 mesi fa su tio
Tio non mi permette di esprimere la rabbia e il disappunto che censura. Prossima pandemia porto personalmente le mascherine in questi pseudo lab

Ulk 7 mesi fa su tio
Dio è morto veramente

Rusky 7 mesi fa su tio
Risposta a Ulk
Ulk: lo diceva giá Nietsche Gott ist tot

Tracy 7 mesi fa su tio
Risposta a Ulk
Vero, siamo nell'era del diavolo e del male ma alla fine vincerà il bene

Rusky 7 mesi fa su tio
ma questi "scienziati" di cui molte sono donne riescono s dormire dopo che hanno fatto soffrire inutilmente un povero animale indifeso ?!?

Rusky 7 mesi fa su tio
ricordarsi 60 anni fa il Contergan sonnifero testato (con successo si fa per dire) su poveri animali. Risultato: bambini nati senza braccia e senza gambe ! E poi il Corona Covid Sars la natura il Creato si ribella. E non solo nella Fattoria degli Animali di Orwell.

Raptus 7 mesi fa su tio
Siamo un vir u s da stermi n a r e ....

Rusky 7 mesi fa su tio
Risposta a Raptus
Raptus: purtroppo il Corona non é servito a far capire che gli animali e la natura si ribellano.

Pepper 7 mesi fa su tio
vergognoso, ma proprio vero che la peggior carogna su questa terra resta sempre l'essere umano, non un filo di dignità a questi poveri animali innocenti, creature di Dio, che invece di torturarli dovremmo imparare da loro ad amarli e sopravvivere senza distruggere la terra !!!!!!

Rusky 7 mesi fa su tio
Risposta a Pepper
Pepper: esatto chi non rispetta il Creato pagherà poi in un'altra dimensione.

ElleElle62 7 mesi fa su tio
Risposta a Pepper
👍🏻👍🏻👍🏻👍🏻

Tracy 7 mesi fa su tio
Risposta a Rusky
👍👍👍 pagano già adesso

centauro 7 mesi fa su tio
Il peg gior paras sita del pianeta.... è bipede e parla, non è un uccello.

sbomba 7 mesi fa su tio
quando fa comodo ... da fastidio il nome moretto.... uniti dalla falsità!!!!

Fabvan 7 mesi fa su tio
Qua c'è gente che non vede l'ora che si spari al lupo perché sai... ha la colpa di avere fame. Che sia qua da prima di noi ed era parte di un ecosistema fa niente, le nostre bestie al pascolo valgono soldi. Immagino gia i commenti da montanaro medio "l'uomo è alla cima della piramide alimentare. Abbiamo ogni diritto. Possiamo fare e desfare. La natura è per noi da usare, prendere, testare, eliminare, regolare, a nostra immaginene somiglianza" 🤡 grazie a questi personaggi "scvelton". Anca oggi una tazada da lacc de mamma giumenta.

Joe_malcantone 7 mesi fa su tio
Allora, esistono dei protocolli che prevedono l’utilizzo di cavie per studiare nuove molecole utilizzate per lo sviluppo di nuovi farmaci. Farmaci che vengono poi testati su “cavie” umane verso la fine del ciclo di studio . Ora , perché questi articoli inutili ? No cavie , no sperimentazioni , no nuovi farmaci = nessuna possibilità di arrivare a delle cure efficaci …… quindi non lamentiamoci sempre . Esiste un “prezzo” da pagare in nome della scienza ??? Giusto per evitare qualche intervento da parte di qualche animalista convinto : Alessandro volta e Galvani , usavano le rane per condurre esperimenti sulla pila

Rusky 7 mesi fa su tio
Risposta a Joe_malcantone
joe malcantone: si ma era nel 1880

Paolo-Basilea 7 mesi fa su tio
Meglio lanciare direttamente i prodotti senza testarli. Per esempio, se volessero fare un nuovo siero usando tecnologie a base di rna modificato, potrebbero lanciarlo mondialmente facendo solo un test di breve durata su mille umani. E le cavie sarebbero salve! Evviva!

Aka05 7 mesi fa su tio
Risposta a Paolo-Basilea
Sarebbe un buon inizio capire che non é un siero, poi il resto …. Amen !

Tracy 7 mesi fa su tio
Risposta a Paolo-Basilea
Esattamente quello che hanno fatto con il vaccino covid, senza testare, le cavie siamo noi, tutti quelli che si sono fatti vaccinare senza sapere. Ormai ci sono le prove de lo hanno ammesso pure loro

tartux 7 mesi fa su tio
Risposta a Tracy
Tracy ed altri, guardate che il vaccino per il Covid é stato testato, tramite rito abbreviato ma testato. Quando un medicamento viene rilascaito al pubblio (ogni singolo medicamento) finisce nella categoria di sorveglianza in cui era finito il vaccino a RNA, é per evitare che, con l'appicanzione con grandissimi numeri sfuggano effetti che portebbero sfuggire o sono sfuggiti dalle maglie dei test precedenti, putroppo viviamo in un mondo inperefetto e quindi si prendono cautele.

Emib5 7 mesi fa su tio
Risposta a Tracy
Tracy, ancora ferma alla favola che il vaccino non fu testato? Aggiornati e, a volte, ascolta anche altri, e non solo i tuoi idoli . E basta con le ipotesi date per verità provate, sei stucchevole.

Tracy 7 mesi fa su tio
Risposta a tartux
tartux aggiornati, per fino Pfizer ha riconosciuto che non è stato testato a sufficienza alla commissione d' inchiesta. Se Tio no censura ti posto il video

Paolo-Basilea 7 mesi fa su tio
Risposta a Aka05
Liquame suona meglio?

Rusky 7 mesi fa su tio
Risposta a Aka05
Aka05: mah siero il vaccino magico anti Corona trovato in tempo di record: un intruglio magico eh

Aka05 7 mesi fa su tio
Risposta a Rusky
Egregio, fossi in te, mi informerei su quando sono cominciati gli studi del vaccino mRNA….

Aka05 7 mesi fa su tio
Risposta a Paolo-Basilea
Suvvia dai, non umiliarti sempre…

Tracy 7 mesi fa su tio
Risposta a Aka05
chi umilia chi è ancora tutto da vedere.

Aka05 7 mesi fa su tio
Risposta a Tracy
🥱

Pensopositivo 7 mesi fa su tio
Che dire, brutale ...

Capra 7 mesi fa su tio
Propongo certi esseri a due gambe!

Gemelli57 7 mesi fa su tio
Risposta a Capra
👍

tartux 7 mesi fa su tio
Risposta a Capra
Quindi tutti i volatili vanno bene? Scherzi a parte, lei si proporrebbe a prendere medicamenti non testati?

Capra 7 mesi fa su tio
Usare certi a due gambe …inutili e dannosi!!!!

blitz65 7 mesi fa su tio
Con tutti i ped.......che ci sono !!

Zwieback 7 mesi fa su tio
Risposta a blitz65
che ideona...giusto!
NOTIZIE PIÙ LETTE