Cerca e trova immobili

CRISI CLIMATICAGli alberi svizzeri stanno morendo

30.05.23 - 11:26
Diminuiti alberi rossi, castagni e frassini. Gli anni secchi e caldi dal 2018 in poi hanno lasciato il segno sulla flora elvetica
Depositphotos (nevarpp)
Fonte Ats
Gli alberi svizzeri stanno morendo
Diminuiti alberi rossi, castagni e frassini. Gli anni secchi e caldi dal 2018 in poi hanno lasciato il segno sulla flora elvetica

BERNA - Aumenta il numero degli alberi danneggiati o morti: le condizioni meteorologiche sempre più estreme hanno ricadute pesanti sulla foresta svizzera.

A comunicarlo è l'Istituto federale di ricerca per la foresta, la neve e il paesaggio (WSL) in una nota odierna, in cui sono riportati i risultati intermedi dell'attuale quinto Inventario Forestale Nazionale (IFN5), stilato in collaborazione con l'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM).

Gli anni secchi e caldi che abbiamo vissuto dal 2018 in poi hanno lasciato il segno sulla flora locale elvetica: sono diminuiti gli abeti rossi - che sono la specie arborea più importante e comune del Paese - in varie regioni (Giura, Altopiano centrale e Prealpi), i castagni (soprattutto a sud delle Alpi) e i frassini in tutto il territorio svizzero.

Parallelamente sono anche meno gli alberi giovani che rinnovano la foresta: sebbene ciò non sia strettamente dovuto alle condizioni meteorologiche estreme, è comunque a detrimento della flora.

L'IFN5 mostra la presenza di notevoli discrepanze tra regioni: nonostante il numero degli alberi morti o danneggiati rappresenti una tendenza comune, in alcune regioni è aumentato l'utilizzo del legno, in altre sono stati necessari degli interventi massicci per evitare le cadute di alberi, per citare due esempi. La superficie forestale è rimasta invariata nel Giura, nell'Altopiano e nelle Prealpi, mentre è aumentata nelle Alpi e a sud delle Alpi.

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Bandito976 12 mesi fa su tio
Prima di tutto bisogna pulire i boschi, piante cadute lasciate sul posto a marcire.

Poraccio 12 mesi fa su tio
Risposta a Bandito976
Se parli di pulire sentieri da alberi pericolanti e i letti e le sponde dei riali sono d'accordo, ma per il resto il legno morto è indispensabile a oltre metà delle specie nelle nostre foreste. Questa idea di volere boschi puliti come giardini non so da dove arriva ma è terribilmente dannosa.

Tirasass 11 mesi fa su tio
Risposta a Poraccio
È vero. I boschi ci sonoda ben prima dell'uomo e ne avrebbero fatto volentieri a meno di ques'ultimo
NOTIZIE PIÙ LETTE