Immobili
Veicoli
Il villaggio che si muove macina milioni di click su Youtube

GRIGIONIIl villaggio che si muove macina milioni di click su Youtube

10.11.21 - 23:01
Fino a 8 metri in un anno. Il rischio è alto tanto che si è sempre pronti all'evacuazione.
Screenshot YouTube/Tom Scott
GRIGIONI
10.11.21 - 23:01
Il villaggio che si muove macina milioni di click su Youtube
Fino a 8 metri in un anno. Il rischio è alto tanto che si è sempre pronti all'evacuazione.
Le cadute massi sono un pericolo costante. C'è persino un semaforo sulla strada che avverte quando sta precipitando qualcosa. Eppure sono stati stanziati milioni per non spostarsi da lì.

COIRA - Forse non tutti lo sanno, ma nei Grigioni c'è un villaggio che si muove. Il movimento di Brienz (nel comune di Albula/Alvra) è tutt'altro che impercettibile: verso valle è di 1,3 metri all’anno, ma la montagna soprastante si sposta fino a 8 metri l'anno.

Il rischio di frane e di cadute massi, in un contesto di questo tipo, è chiaramente all'ordine del giorno. Tanto che la situazione è monitorata costantemente.

Per cercare di comprendere quale sarà il futuro del villaggio, il Governo retico ha recentemente approvato il progetto per creare un cunicolo che vada a sondare questo franamento. Lungo circa 600 metri, fornirà le informazioni utili a progettare il risanamento della frana.

«Grazie alla sua realizzazione dovrebbe essere possibile studiare e definire le caratteristiche della parte stabile della montagna, presente sotto la parte in scivolamento, e quelle della massa in movimento», aveva sottolineato il Governo in un comunicato. In seguito il cunicolo di sondaggio potrebbe essere trasformato in un dispositivo di drenaggio.

Una sfida complessa - Gli scivolamenti nella zona di Brienz sono molto complessi. Attualmente rappresentano una delle sfide maggiori nella gestione di movimenti di masse nell'area alpina. Sul paesino di Brienz/Brinzauls e dei suoi dintorni incombe dunque un serio e costante pericolo.

"Star" internazionale - E la notizia ha ovviamente valicato i confini nazionali. Tanto che «continuano ad arrivare richieste da operatori dei media esteri, principalmente dalla Germania», ammette Christian Gartmann, responsabile dei media della comunità.

Oltre due milioni di clic su YouTube - Il tema ha appassionato anche il noto YouTuber britannico Tom Scott che sul suo canale ha pubblicato un video sul piccolo villaggio che in poche ore ha superato due milioni di visualizzazioni.

Nel filmato, Scott osserva il fianco della montagna vicino al villaggio, che ogni anno frana per diversi metri. Da lì si staccano enormi massi che poi precipitano a valle e possono costituire un pericolo per chi transita sulla strada sottostante.

Il semaforo anti-frana - Proprio per questo, su quel tratto è stato installato un semaforo, collegato a un sistema radar. Quando il radar rileva una caduta di massi, il semaforo diventa rosso per bloccare il traffico. «Se una caduta massi si ferma prima di raggiungere la strada, i semafori si spengono di nuovo. Ma quando si avvicina alla strada, il semaforo lampeggia in arancione per incoraggiare il conducente a guidare con prudenza.

Il sistema radar è stato installato nel 2017 e poi testato per un anno per calibrare l'algoritmo. E sembra funzionare abbastanza bene.

Pronti a scappare - I residenti, ovviamente, sono preparati al peggio. «La comunità fa di tutto per proteggere gli abitanti del villaggio. Ma se questo franamento dovesse diventare pericoloso per la popolazione siamo preparati per un'evacuazione», assicura Gartmann.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA