Immobili
Veicoli

SVIZZERAAumenta l'export di formaggio svizzero

03.09.21 - 16:26
Domina il Gruyère, ma crescono anche i prodotti a pasta molle
keystone
Fonte ATS
Aumenta l'export di formaggio svizzero
Domina il Gruyère, ma crescono anche i prodotti a pasta molle

BERNA - Le esportazioni di formaggio svizzero hanno avuto un andamento positivo nel primo semestre del 2021. Le tonnellate vendute all'estero sono state 37'408, ovvero l'8,1% in più rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

In tutte le categorie di prodotti, ad eccezione del formaggio fuso, l'export è cresciuto, indica tramite un comunicato odierno il Servizio di informazione agricola (Landwirtschaftliche Informationsdienst, LID). I più esportati rimangono i formaggi a pasta dura, che però hanno vissuto un incremento contenuto (+1,2%).

Diverso il discorso per quelli a pasta molle, per cui l'aumento è stato del 29% a 59,6 tonnellate. Si tratta della progressione maggiore in termini percentuali, mentre in termini di volume (+1316 tonnellate), la crescita più accentuata è quella dei formaggi semiduri.

Passando ai singoli prodotti, il formaggio svizzero più apprezzato all'estero è nettamente il Gruyère. Le esportazioni di questa tipica specialità elvetica sono salite dell'8,1% a 6377,6 tonnellate.

Secondo il LID, il mercato più importante è stato quello tedesco (15'475 tonnellate), davanti a quello italiano (5839). In generale, l'83% del formaggio finisce in altri Paesi europei, mentre al di fuori dei confini continentali a fare la parte del leone sono gli Stati Uniti e le loro 1978 tonnellate acquistate.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA