Archivio Keystone
URI
10.12.2020 - 15:120
Aggiornamento : 15:49

Ad Andermatt c'è posto per al massimo 8'000 sciatori

Il comprensorio limita volontariamente le presenze per evitare assembramenti

Per la risalita con le cabine viene inoltre introdotto un sistema di prenotazione online

Fonte 20 Minuten / Nathan Keusch
elaborata da Patrick Stopper
Giornalista

ANDERMATT - In Svizzera è possibile sciare, nonostante la pandemia. Ma dal prossimo 22 dicembre le stazioni sciistiche potranno restare aperte soltanto se in possesso di un'autorizzazione cantonale, che sarà rilasciata se sono garantite capacità sufficienti negli ospedali, nel contact tracing e per i test, come pure se gli impianti hanno adottato un rigoroso piano di protezione.

Da parte del Consiglio federale non c'è per ora l'intenzione di limitare le presenze sulle piste. Ma c'è chi decide di farlo volontariamente. È il caso di Andermatt-Sedrun, che durante questa stagione sarà accessibile ad al massimo 8'000 persone al giorno. È quanto fa sapere la società che gestisce gli impianti.

Una limitazione analoga è già in vigore dallo scorso ottobre per le piste del Gemsstock, dove le presenze sono limitate a 1'000. La misura mira a evitare assembramenti e tempi d'attesa. «In questo modo provvediamo alla sicurezza e al benessere dei visitatori» afferma il CEO Rainer Flaig.

E non si parla soltanto di presenze limitate. Per evitare assembramenti nelle stazioni a valle, a partire dal 12 dicembre per tutte le risalite prima delle 11 con la cabinovia Gütsch-Express sarà necessaria la prenotazione. Una prenotazione che potrà essere effettuata online. L'accesso alle piste viene garantito agli ospiti degli alberghi The Chedi Andermatt e Radisson Blu Reussen, come pure degli appartamenti Andermatt Alpine.

Una fila virtuale - Per il comprensorio la stagione parte il prossimo 12 dicembre. Durante il primo weekend le presenze saranno limitate a 4'500, in quanto saranno aperti soltanto i versanti di Andermatt (fino al Gütsch) e di Sedrun, come comunica la società. E anche al Gemstock la prenotazione resta obbligatoria.

L'accesso dei visitatori sarà scaglionato in base all'orario di prenotazione. La raccomandazione è di presentarsi al massimo cinque minuti prima del proprio slot. Sul posto è anche possibile accedere a una fila virtuale, scansionando un QR-code.

Al mattino resterà inoltre chiusa la pista che dal Gütsch porta alla stazione intermedia della funivia (Nätschen), in modo da impedire l'accesso alla cabina. Viene inoltre sconsigliata la discesa a valle. I ristoranti sulle piste avranno inoltre il 50% di posti a sedere in più all'esterno. E un sistema a semaforo indicherà il grado d'occupazione delle strutture.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-17 17:05:55 | 91.208.130.85