Immobili
Veicoli

SVIZZERACoronavirus: «Quattro casi in Svizzera, ma dobbiamo aspettarci che aumentino»

27.02.20 - 14:31
Le autorità sanitarie federali hanno aggiornato la popolazione sulla situazione
Keystone
Coronavirus: «Quattro casi in Svizzera, ma dobbiamo aspettarci che aumentino»
Le autorità sanitarie federali hanno aggiornato la popolazione sulla situazione

BERNA - In Svizzera i casi confermati sono attualmente quattro: uno in Ticino, uno a Ginevra e due nei Grigioni. In tutti e quattro i casi si tratta di persone che hanno contratto il virus durante una recente permanenza in Italia, come ha fatto sapere poco fa l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). Le loro condizioni sono buone e si trovano in isolamento in strutture ospedaliere. «Allo stato attuale nel nostro paese non si registrano trasmissioni della malattia da una persona all’altra» ha detto Pascal Strupler, direttore dell’UFSP.

Cinquanta paesi colpiti - Ma la Confederazione mette in guardia: «A livello mondiale la situazione non è positiva» ha affermato Daniel Koch, capo della Divisione malattie trasmissibili. Attualmente i paesi colpiti sono cinquanta e i casi stanno aumentando dappertutto, anche nei paesi confinanti, in particolare in Italia. «In Svizzera si contano quattro pazienti con il coronavirus, ma ci dobbiamo aspettare che aumentino» ha detto ancora Koch. Le autorità ribadiscono comunque che da settimane sono pronte ad affrontare la situazione.

Nella Confederazione si fa ora tutto il possibile - come assicurano le autorità sanitarie federali - per individuare le persone malate e per mettere in quarantena tutte le persone con cui sono entrate in contatto (si tratta soprattutto di familiari). Nel momento in cui il numero dei pazienti sarà alto, sarà invece necessario concentrarsi sui casi più gravi. «Va comunque ricordato - così Koch - che la maggior parte dei pazienti non necessita di ospedalizzazione». Nello scenario mondiale ci sarebbe comunque un po’ di speranza. Il capo della Divisione malattie trasmissibili ha infatti affermato che in Cina la malattia si starebbe lentamente ritirando.

«Seguite le norme igieniche!» - Per la Confederazione è comunque prioritario che tutta la popolazione adotti tutte le norme igieniche necessarie per rimediare alla diffusione del virus. Oggi è anche scattata una campagna informativa, con flyer e manifesti, alla frontiera ticinese. Ma si parla anche di azioni di sensibilizzazione a livello nazionale. A breve sarà attivo anche un sito web all'indirizzo www.ufsp-coronavirus.ch. Poiché la situazione cambia continuamente, i supporti pubblicitari saranno costantemente aggiornati e recheranno una data.

Se si renderanno necessarie ulteriori misure, l’UFSP comunicherà nuove regole di igiene e di comportamento con altri pittogrammi. Il colore di sfondo del materiale pubblicitario diffuso in quel caso passerà dal giallo al rosso per segnalare visivamente la novità dell'informazione.

COMMENTI
 
volabas 2 anni fa su tio
L'ennesima taroccatura , solo che in questo caso non hanno copiato da nessuno...è veramente un originale cinese
Mattiatr 2 anni fa su tio
Nell'arco di una settimana sono stati scritti 17 articoli praticamente di poco discordanti. Mi chiedo, se proprio voleste sapere live il numero di contagiati non sarebbe meglio un banner pubblicitario con anche un conto alla rovescia con la fine del mondo?
Mattiatr 2 anni fa su tio
Ah già, solo nella sezione Ticino ho trovato 10 articoli, di cui forse ne avrei salvati 2-3. Mi pare che si stia parlando un po' troppo del tema. Va bene che non bisogna lasciare il totale silenzio, ma già uno al giorno sarebbe troppo, figuriamoci 3-4, sempre senza reali informazioni al loro interno, solo ripetizioni.
Dicociochepenso 2 anni fa su tio
Tutti importati i casi della Svizzera ???? hahaha che sane risate !!!! Scusate ma i sanitari non sanno neanche chi è il paziente zero !!!!bho che roba strana i contagi della Svizzera non hanno neanche incubazione o pochi giorni!!!!ma in Svizzera non riescono a fare informazione trasparente ???? Invece di nascondere nascondere nascondere........rispetto per il popolo pari a zero grazie mille ne !
Mag 2 anni fa su tio
E' come dire che siccome sono importati noi (loro) non ne siamo responsabili; mettono le mani avanti sul nulla, mamma mia che code di paglia.
sipial 2 anni fa su tio
Sono pienamente d' accordo con te. Sembra che qui in Svizzera abbiano vietato al Coronavirus di diffondersi per paura dell' immagine.
Bibo 2 anni fa su tio
Certo che sono tutti importati (così come importati quelli dell'Italia, ecc...) che sia partita dalla Cina è fuori di dubbio dunque tutti gli altri casi sono importati... Quello in Ticino è stato a Milano, i 2 bambini "grigionesi" sono Italiani... Paziente 0 non è di certo solo 1 ma saranno diversi...e tutti provenienti dalla Cina.
Dicociochepenso 2 anni fa su tio
Certo bibo ma io vorrei avere delle notizie reali lo scrinning anche dei nostri contagiati e poi non pensi che con tutti i cinesi presenti sul nostro territorio da sempre siano stati proprio l’oro a farlo girare anche qui visto che ha un incubazione più lunga di tre giorni come continuano a dire ???il mio diritto civico e di sapere ciò che succede nel mio paese senza allarmismo ovvio ma mi sembra ovvio che apparire è meglio che essere è questo mi irrita molto tutto qua .
Bibo 2 anni fa su tio
Sì è anche possibile ma non è che tutti i cinesi siano ammalati... Io sinceramente me ne frego di sapere quanti siano gli ammalati e da dove proviene "l'untore", giusto informare ma solo quando si sa per sicuro altrimenti si creano allarmismi inutili. Come detto sotto è una semplice influenza e basta curarsi normalmente che passa in pochi giorni, mica è vaiolo o lebbra... ;-)
Bibo 2 anni fa su tio
In Svizzera ogni anno ci sono + di 1000 morti di influenza, in Italia 10.000 e in Cina saranno 150.000! Queta non è altro che un'influenza normale ma un po' più forte, come è arrivata passerà e difatti molti che l'hanno avuta manco si sono accorti, poco più di un forte raffreddore. Va bene informare la gente ma qui ora si esagera nettamente!
Mag 2 anni fa su tio
Non è nemmeno per idea un po' più forte, è solo priva di vaccino per mettere in sicurezza le persone a rischio: NON è l'EBOLA o il "T-Virus" ("Resident Evil" docet).
tip75 2 anni fa su tio
dove vai vai trovi gente con evidenti stati influenzali che va in giro come se nulla....
ondo 2 anni fa su tio
scusate gli errori ortografici
ondo 2 anni fa su tio
le precauzioni vanno bene ma secondo me si sta un po' esagerando....per non parlare di emittenti televisive italiane che non fanno altro che parlare di questo.... premetto è molto importante informazioni ma più che altro ci sono speculazioni è inutile giornale ripetono le informazioni ripeto in un solo telegiornale 15-20 volte....basta!!!!
Mag 2 anni fa su tio
Se analizzi le "precauzioni" date per questo virus, potrai vedere che sono precauzioni note che andrebbero date a chiunque, sempre. Quindi i media stanno facendo "sensazionalismo" di cose normali e grazie alla credulità popolare, di un popolo purtroppo pecora nel fare e capra nel pensare, si può determinare la "paura del normale", facendo fare tanti soldi ai soliti noti di madri ignote.
Micki47 2 anni fa su tio
ci aggiorniamo sempre ma poi abbiamo i politici di Bellinzona che non annullano il mercato del sabato. Sono molto lungimiranti oltre che molto ottusi.
Mag 2 anni fa su tio
Annullano quello che "possono" annullare ... a buon intenditor poche parole.
Orsettina 2 anni fa su tio
Giocheremo i numeri al lotto!!!!No comment.
Orsettina 2 anni fa su tio
Bene,poi 5...6...7...si giocherà con i numeri...e via con la Lotteria Svizzera...
macomerlino22 2 anni fa su tio
Ma come si fa a scrivere con cotanta sicurezza che i 4 casi sono importati? Mi sembra di capire che bisogna ancora appurare dove e quando sono state contagiate queste persone. Ok dire che sono state a Milano, ma nessuno a provato scientificamente che il contagio è avvenuto lì.
Mag 2 anni fa su tio
Anche i casi di Codogno e in Italia sono importati. Ormai importiamo tutto anche l'influenza; ah che bello i tempi delle influenze KM zero!
Gabriele Bee 2 anni fa su tio
Che sicurezza c'é che il Covid-19 non venga trasmesso tramite gli studenti nelle scuole? Per evitare ciò firma la petizione riportata qua sotto http://chng.it/kjbSQTsq
miba 2 anni fa su tio
Quindi secondo te le scuole andrebbero SEMPRE chiuse quando c'è un'influenza o un periodo di canicola giusto? Infatti i decessi in questi casi sono nettamente superiori alla bufala planetatia creata ad hoc del coronavirus. Prima di invitare a sottoscrivere petizioni ti invito gentilmente a volerti informare cos'è esattamente il coronavirus, alias un comunissimo virus con febbre che passa in 8-10 giorni e che le persone decedute sono in prevalenza persone anziane e/o con patologie pregresse. Per farla più semplice: basta con questo terrorismo mediatico!!!
marco17 2 anni fa su tio
Bisognerebbe fermare il virus dell'imbecillità: per fortuna non sembra mortale, altrimenti chissà che ecatombe!
Mag 2 anni fa su tio
"Covid-19" è la malattia d'influenza stagionale causata dal virus "Sars-COV-2". Non si trasmette la malattia, si trasmette il virus. L'unica malattia che si trasmette direttamente come tale da persona a persona è l'idiozia. "Bee" ... mai nome fu più giusto ... bee bee bee
marco17 2 anni fa su tio
Quando il coronavirus farà almeno altrettante vittime degli incidenti stradali, degli infortuni sul lavoro, della violenza contro le donne e della "normale" influenza, allora potremo considerarlo un pericolo serio. Per adesso sarebbe meglio non esagerare.
Mag 2 anni fa su tio
Ben detto.
klich69 2 anni fa su tio
Questi pagliacci non possono oscurare il sole con un dito ma solo adesso ammettono, giocano sulla pelle del cittadino, bravi bravi, ricordiamocelo il 17 maggio circolazione zero come il paziente italiano.
marco17 2 anni fa su tio
Tu sei affetto dal virus della xenofobia, molto più pericoloso del coronavirus.
sedelin 2 anni fa su tio
va bene!
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA