Cerca e trova immobili

CASTELLINARIA«Ogni momento è emozionante»

26.11.23 - 12:00
La presidente Flavia Marone esprime grande soddisfazione per questa 36esima edizione, che si è conclusa sabato sera
FOTO STUDIO PEDRAZZINI
Da destra: la presidente Flavia Marone, la direttrice operativa Cristiana Giaccradi e il direttore artistico Giancarlo Zappoli.
Da destra: la presidente Flavia Marone, la direttrice operativa Cristiana Giaccradi e il direttore artistico Giancarlo Zappoli.
«Ogni momento è emozionante»
La presidente Flavia Marone esprime grande soddisfazione per questa 36esima edizione, che si è conclusa sabato sera

BELLINZONA - Sabato sera si è conclusa la 36esima edizione di Castellinaria. Un Festival del cinema giovane che ha portato a Bellinzona tematiche di grande attualità, opere e autori da tutto il mondo e, soprattutto, un folto pubblico che ha riscoperto il piacere di vedere un buon film in una sala cinematografica.

La presidente Flavia Marone, da noi contattata domenica mattina, è molto soddisfatta. «Abbiamo avuto quattro sold-out: tre nella fascia serale, alle proiezioni delle 20.45, e uno, sabato, addirittura nel preserale. Anche nelle altre sere abbiamo avuto comunque una grande affluenza. Così come c'è stata un'ottima partecipazione e adesione da parte delle scuole. Per alcuni film (come "L'ultima volta che siamo stati bambini" del trionfatore Claudio Bisio, ndr) abbiamo dovuto procedere con due proiezioni in contemporanea e per il decentramento (le proiezioni in vari luoghi ticinesi, ndr) abbiamo dovuto aggiungere una proiezione praticamente in ogni luogo».

Uno dei punti di forza del programma di questa 36esima edizione è, secondo Marone, l'aver coinvolto vari dipartimenti cantonali e organizzazioni attive sul territorio, che hanno proposto tematiche e allargato il bacino di utenza del festival. Tutto questo «ha fatto sì che si sia raggiunta una cerchia di persone che magari, in altri tempi, non sarebbero venute a Castellinaria». Le sinergie che si sono create hanno permesso lo sviluppo di progetti, non legati unicamente alla proiezione dei film, su una serie di argomenti «che a noi stanno particolarmente a cuore».

L'edizione 2023 è stata ricca di grandi ospiti (il già citato Bisio ma anche Gianmarco Tognazzi, Massimiliano Bruno, Giorgio Diritti, Peter Luisi e così via) e di istanti indimenticabili. La presidente non ne ha uno preferito rispetto agli altri: «Vivo talmente tanto questo festival che per me ogni momento è emozionante».

Nelle prossime settimane lo staff di Castellinaria tornerà a riunirsi «per un momento d'incontro e di ringraziamento a tutti i collaboratori e i volontari». Poi si tireranno le somme. «Bisogna capire cosa ha funzionato e cosa no e bisogna farlo già da gennaio, per intraprendere i correttivi necessari per migliorare». Appena iniziato il nuovo anno ci si metterà «subito al lavoro per dare l'indirizzo della prossima edizione».

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE