Immobili
Veicoli
MARCO SANTILLI ROSSI
Marco Santilli Rossi torna con quattro swing natalizi.
+1
ULTIME NOTIZIE People
FRANCIA
13 ore
A Cannes vince “Triangle of Sadness”
Si è chiusa oggi la 75esima edizione del festival
MENDRISIO
1 gior
Due donne "Dietro le mura"
Secondo romanzo per l'autrice Cinzia Cereghetti, reduce anche da un bell'exploit a un concorso letterario di Cattolica.
STATI UNITI / ITALIA
1 gior
Perché a Miami gli esuli cubani distruggono i CD di Laura Pausini
La cantante è accusata di supportare il regime dell’Avana:colpa di una vecchia foto
ITALIA
1 gior
Aurora Ramazzotti: «Mi sento demoralizzata». Ed è lite con un fan
Un post della giovane conduttrice scatena la polemica su Instagram
STATI UNITI
1 gior
«Forse è facile dimenticarlo, ma io sono un essere umano»
Nuove dichiarazioni da parte di Amber Heard nelle battute finali del processo
STATI UNITI
2 gior
Addio ad Alan White
Il batterista degli Yes aveva 72 anni ed è deceduto nella sua residenza statunitense al termine di una breve malattia
CANTONE
2 gior
Festeggiare i 10 anni con un disco nuovo, dal sapore di nuovo inizio
È “Qualcosa in più” dei locarnesi Eleonor che diverte, convince e non vediamo l'ora di sentirlo suonato dal vivo
REGNO UNITO
2 gior
È morto Andrew Fletcher dei Depeche Mode
Il tastierista si è spento all'età di 61 anni
ITALIA
2 gior
Michelle Hunziker, Giovanni Angiolini e quell’annuncio che ancora manca
Dopo due mesi la relazione resta non ufficiale e lei direbbe agli amici di essere single
REPUBBLICA DOMINICANA
2 gior
È morto Ray Liotta, quel «bravo ragazzo»
L'attore aveva 67 anni, è deceduto nel sonno mentre si trovava nella Repubblica Dominica per le riprese di un film
REGNO UNITO
2 gior
Aggressione sessuale, incriminato Kevin Spacey
Sono tre gli uomini che accusano il due volte premio Oscar
ITALIA
2 gior
Francesca Neri: «Mia madre non mi amava, ma l’ho perdonata»
L’attrice ha parlato della sua infanzia e del rapporto con il marito Claudio Amendola
STATI UNITI
2 gior
Il processo Depp-Heard potrebbe essere un vero punto di svolta
In positivo, superando lo stigma sui maschi vittime di violenza domestica, o in negativo con la morte di #MeToo
SVIZZERA
3 gior
Al mattino gli esami, alla sera una pioggia di premi
La 19enne sangallese ha fatto incetta di riconoscimenti: miglior cantante donna e miglior canzone
CANTONE
11.12.2019 - 06:010

Lo swing di Natale secondo Marco Santilli Rossi

Quattro brani per ricreare, anche con un pizzico d'ironia, l'atmosfera gioiosa delle feste

LUGANO - Tra le musiche natalizie gli swing si sono conquistati da tempo uno spazio rilevante. Ora anche Marco Santilli Rossi, musicista e cantautore ticinese ma ormai zurighese d'adozione, si è voluto cimentare in questo genere e ha pubblicato nei giorni scorsi quattro singoli a tema.

Da dove è nata l’idea di scrivere questi brani natalizi?
«Due pezzi erano già nel cassetto ma li avevo lasciati lì, e i testi sono arrivati successivamente. Ma l’idea c’era già: ho sempre adorato la big band e lo swing, a partire dagli ascolti di quand’ero bimbo. Specialmente Benny Goodman, che era anche clarinettista e forse anche grazie a lui ho preso questa strada». 

Sei un fan del genere?
«So che questo è un filone che a Natale viene propinato un po’ ovunque, ma il mio vuole essere un omaggio a quei crooner dei quali non si parla sempre: penso a Bobby Darin, che ha avuto una vita molto sfortunata. Comunque sì, è un genere che mi piace»

Come dobbiamo considerare questo progetto?
«Come un “divertissement”, nell’accezione classica del termine, come ai tempi di Mozart e Haydn. Qualcosa di ballabile destinato all’intrattenimento. Allora era il minuetto, oggi è lo swing. Mi sono concesso questa parentesi e mi sono molto divertito».

Come hai trovato i musicisti che ti accompagnano in questo progetto?
«Grazie a Urs Wiesendanger, con il quale collaboro da tempo al Powerplay Studio di Maur (ZH), dove gli Europe registrarono “The Final Countdown” e dove passò anche Prince. Mi ha messo in contatto con un sassofonista della Metropole Orchestra, big band di Amsterdam tra le poche in Europa ad avere anche una sezione d’archi. Loro hanno registrato i fiati nei Paesi Bassi, mentre la sezione ritmica è nata qui a Maur. In più ci sono state varie collaborazioni con musicisti attivi in tutta la Svizzera».

Hai voluto mettere un pizzico di critica sociale in alcuni di questi brani: come si sposa con un genere apparentemente leggero come lo swing natalizio?
«Sì, c’è della critica al consumismo e anche degli affettuosi sfottò a certe pratiche un po’ sdolcinate. È questa la principale differenza con i classici americani. Poi, se uno non coglie l’ironia, i pezzi stanno in piedi lo stesso (ride, ndr). Dipende dal livello di lettura di ciascuno».

Veniamo ai quattro brani: quali sono queste notizie travolgenti che troviamo in “Christmas News”?
«È la storia di Rico Cafone, sorta di Robin Hood degli anni ‘30 che nel periodo natalizio va alle feste da ballo per strappare un ballo (e anche i gioielli) alle signore dell’alta società. I ricchi, derubati a beneficio dei bimbi poveri, alla fine chiudono un occhio perché tali beni sono facili da rimpiazzare, al contrario dei rapporti umani. Il lieto fine è garantito».

Cosa succede sotto il vischio di “Mistletoe Forever”?
«Doveva essere un incontro a due, lui e lei, ma c’è un terzo uomo all’appuntamento. La ragazza, un tipo un po’ leggerino, alla fine se ne va con il vischio raccolto da “quell’altro”, piantando entrambi in asso. I due restano lì, si bevono un vin brulé e, citando il finale di “Casablanca”, dicono: “Credo che tra noi un’amicizia nascerà”».

Sposarsi a Natale, come accade in “Marry Me at Christmas”, è più romantico o più stucchevole?
«Lo trovo più stucchevole. Specialmente in America c’è questa moda di sposarsi nei giorni dalle date particolari (tipo 01.01.2001) o durante le festività. Esaspero il tutto ambientando la canzone il 25.12.2512, a riprova che l’io narrante non ha poi così fretta di sposarsi. Mi chiedo inoltre se non si sia, in generale, perso il senso del Natale. Avevo questi due argomenti e li ho messi insieme».

Cosa auguri agli amici in “Merry Christmas to My Friends”?
«Qui ho voluto seguire un certo filone: è una ballata romantica che parla dell’incontro di vecchi amici per Natale. Parlano delle passate esperienze, del futuro e di buoni propositi. Secondo me se la tirano un po’, ed è una cosa che avvertivo da piccolo osservando certi adulti. Oggi mi fa un po’ ridere l’aria d’importanza che si davano. Quando ho fatto la copertina, con quella foto un po’ misteriosa, pensavo forse a quegli amici che mi hanno un po’ deluso...».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-05-29 11:17:04 | 91.208.130.86