SVIZZERACi sono buone prospettive per il settore della pubblicità

05.01.22 - 16:30
Si punterà sempre molto sui media tradizionali, secondo gli esperti
Depositphotos (Melpomene)
Ci sono buone prospettive per il settore della pubblicità
Si punterà sempre molto sui media tradizionali, secondo gli esperti

ZURIGO - Il settore pubblicitario si aspetta un 2022 in crescita: lo rivela un sondaggio dell'associazione delle agenzie Leading Swiss Agencies (LSA) e di Utenti Svizzeri Pubblicità (USP), la federazione che rappresenta gli inserzionisti.

Questi ultimi prevedono per il 62% un aumento della spesa pubblicitaria nell'anno appena cominciato, informano i due organismi in un comunicato congiunto odierno. Da parte delle agenzie a scommettere su una progressione è il 45%, mentre solo il 10% si attende un calo. Il rilevamento è stato effettuato in ottobre e novembre, ma secondo LSA e USP il quadro generale nel frattempo non dovrebbe essere eccessivamente cambiato.

Il 38% degli inserzionisti punterà sui media tradizionali (televisione, stampa, manifesti, radio). Seguono la pubblicità digitale (17%), i siti web (11%), il marketing sociale (11%) e il marketing legato agli eventi (11%).

NOTIZIE PIÙ LETTE