keystone-sda.ch/STF (ANDY RAIN)
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
THAILANDIA
1 ora
Il re licenzia i suoi funzionari per "malvagità"
Pochi giorni fa aveva allontanato la sua consorte per «comportamento scorretto e slealtà nei confronti del monarca»
BOTSWANA
2 ore
Più di cento elefanti morti negli ultimi due mesi
«Le indagini preliminari suggeriscono che gli elefanti stanno morendo di antrace, mentre alcuni sono morti a causa degli effetti della siccità»
STATI UNITI
3 ore
Libra ed elezioni 2020, il Congresso contro Zuckerberg
Sulla moneta ammette: «È un'iniziativa complessa e rischiosa. Non so se funzionerà»
REGNO UNITO
3 ore
Brexit, ok dell'Ue alla proroga
La campagna elettorale è già partita, sia da parte del premier conservatore, sia dei leader delle forze di opposizione
ISRAELE
3 ore
Incarico a Benny Gantz, Israele prova a voltare pagina
Il presidente Reuven Rivlin ha incaricato l'ex capo di stato maggiore e leader del partito centrista Blu-Bianco di formare un nuovo esecutivo
ITALIA
3 ore
False comunicazioni sociali e manipolazione del mercato, bufera sulla Bio-on
La vicenda rischia di trasformarsi in un nuovo caso di 'risparmio tradito', con oltre un miliardo di euro di capitalizzazione bruciata e i piccoli azionisti già pronti a costituirsi parte civile
STATI UNITI
5 ore
Trump: «Toglieremo le sanzioni alla Turchia»
Damasco creerà 15 check-point al confine. Mosca: trattative per venderle altri missili S-400
ITALIA
5 ore
Querela Fedez-Martani: «Insultare sui social non è diffamazione»
È quanto sostiene la procura di Roma. «Sui social network tutti si sfogano, ma in concreto gli insulti sono privi di offensività»
GERMANIA
6 ore
Evacuato per incendio parte dell'aeroporto di Berlino
Il traffico aereo non è stato alterato
BELGIO
6 ore
Eutanasia per Marieke Vervoort, non voleva più soffrire
La campionessa paralimpica aveva 40 anni. Combatteva dall’età di 14 anni con una malattia muscolare degenerativa incurabile
STATI UNITI
7 ore
Quelle aziende che per assumere chiedono alle intelligenze artificiali
Negli States lo fanno in molte, anche le multinazionali, e si parla di oltre un milione di candidati vagliati dalle app di selezione
CILE
7 ore
L'auto di un ubriaco contro i manifestanti: 2 morti e 17 feriti
Fra le vittime anche un bambino, l'uomo alla guida avrebbe accelerato al posto di frenare. In seguito ha rischiato il linciaggio
VIDEO
DANIMARCA
8 ore
Spostato il faro, rischiava di cadere
Importante operazione nel comune di Hjørring. Salvata una struttura risalente al 1899
GERMANIA
8 ore
Sette maxi-attentati sventati dal 2016
Lo ha comunicato il presidente dell'Ufficio federale criminale tedesco Holger Muench
NORVEGIA
9 ore
Oggi gli interrogatori dei due arrestati
Gli investigatori stanno ancora indagando sul movente dell'attacco
REGNO UNITO
23.07.2019 - 13:130
Aggiornamento : 15:01

Boris Johnson sarà il nuovo premier britannico: «Con la Brexit si risveglia il gigante dormiente»

L'ex-ministro degli Esteri, e fervente antieuropeo, è stato eletto oggi come leader dei Tory e succederà domani a Theresa May

LONDRA - Sarà Boris Johnson a succedere a Theresa May nel ruolo di premier del Regno Unito. Lo ha decretato il Partito Conservatore che lo ha preferito, in votazione interna, all'altro candidato Jeremy Hunt.

L'ex-sindaco di Londra ha surclassato il rivale con 91'153 voti a 46'656. La partecipazione, riporta il Guardian, si è attestata attorno all'87,4%. 

Johnson formalmente entrerà in carica domani. Prima, come da regolamento, Theresa May dovrà formalizzare le sue dimissioni e rispondere alle domande della Camera.

Sostenitore della Brexit e rappresentate dell'ala antieuropeista della destra britannica, Johnson prenderà in mano la nazione in un momento ancora delicato proprio per via del processo - ancora da delineare - di abbandono dell'Unione Europea. Secondo molti è probabile che il suo avvento significhi un uscita "dura" e senza accordo.

Da molti dei Conservatori è ritenuto la persona giusta per fronteggiare e/o trattare con il Brexit Party di Nigel Farage.

«Il vero lavoro comincia oggi», ha dichiarato il neo-premier nel suo discorso post-vittoria, «so che in molti metteranno in dubbio la saggezza del vostro voto ma sappiate che - da 200 anni a questa parte - la vera saggezza è stata proprio di noi Conservatori».

«Lo dico a tutti quelli che dubitano: Ragazzi, ridaremo energia a questa nazione», ha continuato, «e faremo questa Brexit il prossimo 31 ottobre, faremo tesoro di tutte le opportunità che ci darà l'Uscita dall'Ue, si aprirà una nuova era di possibilità. Risveglieremo il gigante dormiente, saremo uniti grazie a una migliore educazione, più forze di polizia e una rete internet a banda larga finalmente capillare».

Macron e Van Der Leyen si congratulano per l'elezione - «Auspico di lavorare al più presto» con Boris Johnson «non solo sui temi europei e il proseguimento dei negoziati legati alla Brexit ma anche sui temi internazionali che rappresentano la nostra quotidianità e sui quali siamo strettamente coordinati, in particolare con i britannici e tedeschi, dalla situazione in Iran alle questioni di sicurezza internazionale»: lo ha detto il presidente francese, Emmanuel Macron, nel corso di un punto stampa congiunto con la presidente eletta della Commissione Ue, Ursula Van Der Leyen.

«La democrazia britannica funziona. Mi congratulo con Boris Johnson per questo risultato. Lo chiamerò non appena sarà ufficialmente primo ministro», ha proseguito Macron tenendo inoltre a ringraziare Theresa May per il «buon lavoro» fatto insieme in questi ultimi anni: «Non ha mai bloccato il funzionamento dell'Ue».
 
 «Congratulazioni a Boris Johnson per la designazione come primo ministro, auspico di avere buoni rapporti di lavoro con lui, ci sono tante questioni diverse e difficili da affrontare insieme, abbiamo un periodo di sfide dinanzi a noi. Penso che sia molto importante costruire relazioni forti e positive, perché abbiamo il dovere di consegnare qualcosa che sia positivo per le persone in Europa e nel Regno Unito».

Lo ha detto la presidente eletta della Commissione europea, Ursula van Der Leyen, rispondendo a una domanda su Boris Johnson durante un punto stampa al fianco del presidente francese Emmanuel Macron all'Eliseo.

 

Commenti
 
GIGETTO 2 mesi fa su tio
Bravo Boris! GB fuori definitivamente da quel "rottame" di EU....W la Brexit...W la libertà sempre!!!
Alessio Nesurini 3 mesi fa su fb
#fervente
nordico 3 mesi fa su tio
Possiamo già prevedere l'entrata del quinto membro dell'EFTA. Noi siamo pronti.
MIM 3 mesi fa su tio
Perfetto. Finalmente qualcuno che non ha paura dei burocrati di Bruxelles, nati da qualche decennio. Sarà hard brexit se Bruxelles non scende a compromessi, ma a rimetterci sarà l'UE. E' come con l'equivalenza borsistica tra UE e Zurigo: tutti prevedere disastri (specialmente gli euroturbo), e poi, con un piccolo studio, salta fuori che a rimetterci sarebbero solo ed esclusivamente le borse europee. Infatti, signori, di sta storia non sentite più parlare, perché le balle e le paure sono state spazzate via dai numeri e dai fatti. Forza GB, l'asse borsistico ZH-Londra (benedetto qualche settimana fa da Trump in persona) è sempre più tangibile.
Bayron 3 mesi fa su tio
Bene!! E adesso avanti con la Brexit...
Bacaude 3 mesi fa su tio
Bene. Un soggetto centrato e maturo, come brillantemente dimostrato in passato. E speriamo sia davvero la volta buona che li buttino fuori senza farli rientrare dalla porta di servizio. Giusto per fargli fare un salutare bagno di realtà. Poi Scozia indipendente e Ulster riunificato alla vera patria.
MIM 3 mesi fa su tio
@Bacaude Nessuno li butta fuori, sono loro che vogliono uscire. Non allargarti ;-)
lo spiaggiato 3 mesi fa su tio
@MIM Vorranno anche uscire ma fino ad ora hanno fatto ben poco per farlo... vediamo ora con questo qua che combinano... :-)))))
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-23 23:33:39 | 91.208.130.85