Immobili
Veicoli
Passato l'allarme tsunami, si prega per Tonga
AFP
Una delle poche immagini arrivate da Tonga, prima dell'interruzione delle linee di comunicazione.
+3
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
STATI UNITI
4 ore
Depp contro Heard, cala il sipario
Il processo più mediatizzato degli ultimi mesi si avvia alla conclusione
GOLFO PERSICO
6 ore
Due petroliere greche sequestrate dall'Iran
Per Atene si tratta di «pirateria». Teheran parla di «violazioni»
MONDO
9 ore
Vaiolo delle scimmie, i 200 casi sono «la punta dell'iceberg?»
L'Ue lavora all'acquisto centralizzato di vaccini e antivirali
STATI UNITI
9 ore
«La polizia ha impedito alle squadre speciali di entrare»
Lo riferiscono due fonti informate al quotidiano New York Times
ITALIA
10 ore
Pedofilia, i vescovi: ci sarà un rapporto sugli abusi
«La Chiesa è dalla parte delle vittime» ha dichiarato il nuovo presidente della Cei, il cardinale Matteo Zuppi
UCRAINA
12 ore
«Questa guerra è di natura genocida»
È la conclusione di 30 esperti internazionali di diritto, nel primo rapporto indipendente dall'inizio del conflitto
STATI UNITI
13 ore
Sopravvissuta al killer, a 11 anni: «Ho finto di essere morta»
«È stato terrificante», racconta il piccolo Jayden. «Qualcuno ha acceso della musica triste», ricorda Miah
FOTO
UCRAINA
14 ore
Ricostruire l'aereo più grande del mondo per «onorare la memoria degli eroi»
Per il presidente Zelensky è «una questione di ambizione», ma l'investimento economico sarà ingente
REGNO UNITO
15 ore
Guasto informatico, 200 voli EasyJet a terra
La compagnia low cost si è scusata e ha assicurato che il problema è stato risolto
TURCHIA
15 ore
Ankara chiede «azioni concrete» a Svezia e Finlandia
«Se vogliono fare parte dell'Alleanza devono chiudere le loro relazioni con il terrorismo» ha dichiarato il mini
OCEANO PACIFICO
16.01.2022 - 12:040
Aggiornamento : 13:10

Passato l'allarme tsunami, si prega per Tonga

Non sono ancora arrivati rapporti dettagliati dal Paese insulare, che ha subito però gravi danni

Le preoccupazioni di chi ha parenti sull'isola: «Preghiamo Dio, speriamo che tutti siano al sicuro»

NUKU'ALOFA - Lo tsunami innescato dalla potente eruzione di un vulcano sottomarino vicino a Tonga ha causato «danni significativi», ma «nessuna vittima» per il momento. Un report che potrebbe cambiare, visto che non è stato ancora possibile ristabilire le linee di comunicazione con l'isola polinesiana.

Lo ha dichiarato il Primo ministro della Nuova Zelanda, Jacinda Ardern, che ha aggiornato il mondo sulla situazione. Nella notte, la minaccia dello tsunami «è stata superata» per tutti i Paesi che si affacciano sull'oceano, e che hanno visto cambiare il livello delle acque. Lo tsunami, lo ricordiamo, si è fatto sentire dal Giappone, al Cile, agli Stati Uniti.

«Di alcune parti del Paese non sappiamo ancora nulla»
In particolare, l'impatto delle onde è stato forte sulla vicina isola di Tonga. Quanto forte? Non si sa ancora di preciso, in quanto un resoconto della situazione non è ancora stato reso noto, a causa dell'interruzione delle linee di comunicazione (telefono, internet). Si sa che diverse imbarcazioni e anche case sono andate distrutte, con le onde che hanno superato il metro d'altezza. «La capitale Nuku'alofa è coperta da una spessa nuvola di cenere vulcanica, ma per il resto la situazione è stabile», ha spiegato la Ardern, dicendo di aver ricevuto le informazioni tramite l'ambasciata del suo paese a Tonga. Per altre Parti del paese, però, «non sappiamo ancora nulla».

Una situazione che ha fatto crescere le preoccupazioni tra le comunità tongane in Nuova Zelanda, desiderose di mettersi in contatto con le loro famiglie a casa. «Preghiamo che Dio aiuti il nostro paese in questo triste momento. Speriamo che tutti siano al sicuro», ha detto Maikeli Atiola, il segretario della Chiesa Wesleyana di Tonga ad Auckland, come riportato dall'agenzia Reuters. 

C'è bisogno di acqua pulita
Ciò che è chiaro è che il piccolo regno polinesiano ha bisogno di una fornitura d'acqua, poiché la cenere ha contaminato tutte le riserve degli abitanti. Tra i primi ad aver già annunciato il proprio aiuto sono stati gli Stati Uniti, che tramite il Segretario di Stato Antony Blinken hanno dichiarato di essere «preoccupati per il popolo di Tonga e pronti ad inviare assistenza».

L'ente geologico statunitense (USGS) ha dichiarato che l'eruzione di sabato è stata equivalente «ad un terremoto di magnitudo 5,8 a profondità zero». L'eruzione di otto minuti, lo ricordiamo, ha causato un'onda d'urto che si è fatta sentire anche in Ticino, e persino in Alaska. D'altronde, le immagini dell'eruzione dallo spazio sono impressionanti. 

Ciò che preoccupa lo scienziato neozelandese Marco Brenna, interpellato dall'agenzia AFP, è che seppur l'impatto di questa eruzione sia stato «relativamente basso», un'altra eruzione con un impatto anche «molto maggiore» non può essere esclusa. Tonga, lo ricordiamo, ha 105mila abitanti.

Due vittime in Perù per un'onda anomala

Due donne sono morte in Perù, apparentemente a causa di un'onda animala provocata dall'eruzione a Tonga. Il quotidiano Exitosa afferma che un furgone che circolava in riva all'oceano sarebbe stato risucchiato in acqua e solo uno dei tre occupanti, il conducente, è riuscito a tornare a riva. Per la moglie dell'uomo e un'amica, invece, non c'è stato nulla da fare: sono decedute nonostante i disperati tentativi di rianimarle, una volta localizzate in mare.

keystone-sda.ch
Guarda tutte le 7 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-05-28 04:17:13 | 91.208.130.86