Getty
UNIONE EUROPEA
06.09.2021 - 17:310

Terza dose, l'Ema ha avviato le valutazioni

I risultati della procedura sono attesi «entro le prossime settimane»

AMSTERDAM - Il capitolo "terza dose" è ufficialmente aperto anche sui tavoli dell'Ema, l'Agenzia europea per i medicinali, che ha annunciato oggi di aver iniziato le valutazioni sulla somministrazione di una dose di richiamo del vaccino anti-Covid Cominarty prodotto da Pfizer.

Nel dettaglio, la domanda presentata al vaglio dell'ente europeo riguarda una dose aggiuntiva, fornita a una distanza di sei mesi dalla seconda inoculazione, per tutte le persone di età superiore ai 16 anni. I richiami, si legge in un comunicato dell'Ema, sono «somministrati a persone già vaccinate (che hanno quindi completato l'intero percorso vaccinale, ricevendo due dosi) per ripristinare la protezione quando inizia a calare».

La procedura di valutazione da parte del Comitato per i medicinali per uso umano (CHMP) dell'Ema si sta svolgendo mediante un iter rapido e i risultati - che prenderanno in considerazione anche l'esito di uno studio clinico che ha coinvolto 300 persone (con un sistema immunitario in salute e che hanno ricevuto una dose di richiamo a sei mesi dalla seconda) sono previsti «entro le prossime settimane».

Contestualmente, l'Ema sta scandagliando tutta la letteratura scientifica disponibile per valutare il ricorso a una terza dose di vaccino anti-Covid a mRNA per persone immunodepresse che «non raggiungono un livello adeguato di protezione dopo un ciclo standard di vaccinazione».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-17 14:11:18 | 91.208.130.89