Immobili
Veicoli
keystone-sda.ch (TELENEWS)
Le varianti si diffondono: l'opinione del virologo Giorgio Palù.
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
MONDO
4 ore
La massa di plastica ora è più pesante di tutti i mammiferi viventi
Una delle ricercatrici che ha contribuito a un nuovo studio ha dichiarato che «siamo nei guai, ma si può intervenire»
UNIONE EUROPEA
5 ore
Quarta dose per tutti? «Nessuna prova»
Secondo l'Ema un ulteriore richiamo può essere ragionevole solo in persone con sistema immunitario gravemente indebolito
PAESI BASSI
6 ore
Il babysitter del piccolo Dean aveva già ucciso un altro bambino
È in stato di fermo anche la compagna di Dave De Kock in quanto avrebbe fornito informazioni contraddittorie
INDONESIA
6 ore
Giacarta sprofonda? L'Indonesia costruisce la sua nuova capitale
I funzionari del governo si trasferiranno in una città che al momento non esiste ancora
REGNO UNITO
7 ore
C'è una donna pronta a testimoniare contro il principe Andrea
Avrebbe visto il duca di York in compagnia di una ragazza, forse Virginia Giuffre, in un club londinese 20 anni fa
STATI UNITI
7 ore
Amazon accusato di omicidio colposo
Secondo una famiglia delle vittime del tornado in Illinois, l'e-commerce ha volutamente ignorato le allerte meteo
STATI UNITI
8 ore
Vaccini, effetto placebo in due eventi avversi su tre
Sono i risultati emersi da uno studio pubblicato sulla rivista Jama Network Open
EUROPA
9 ore
Sputò su una foto di Putin, ma la Russia dovrà risarcirlo
Arrestare una persona per uno sputo? «Una violazione della sua libertà d'espressione»
FRANCIA
10 ore
Il capo dell'Interpol denunciato per tortura
L'Ong che lo ha citato in giudizio ritiene che si trovi su suolo francese e che quindi la giustizia possa intervenire
CINA
11 ore
Covid-19, ordinato l'abbattimento di migliaia di criceti ad Hong Kong
Undici esemplari sono risultati positivi al coronavirus. Provengono tutti dallo stesso negozio
ITALIA
24.02.2021 - 12:300
Aggiornamento : 13:50

«Non ha senso parlare di prima, seconda o terza ondata»: il coronavirus non ci ha mai lasciato

Per il virologo Giorgio Palù bisogna alzare il livello di sorveglianza e aumentare le misure di contenimento

Governo e Regioni pensano a provvedimenti che andranno ad aggiungersi alle zone rosse e alle arancioni 'rafforzate'

ROMA - Il coronavirus «non ha mai smesso di circolare. Non ha senso parlare di prima, seconda o terza ondata».

Lo ha dichiarato Giorgio Palù, presidente dell'Agenzia italiana del farmaco, in un'intervista al Corriere della Sera. «Ora in certe aree del Paese la curva dei casi incidenti certamente si impenna, però a livello nazionale l’andamento è ancora a plateau», quindi sostanzialmente stabile.

Le contromisure - Il Governo e le Regioni stanno prendendo provvedimenti per cercare di porre rimedio alle situazioni più critiche. In quest'ottica va letta la zona arancione 'rafforzata' dichiarata ieri in provincia di Brescia e in alcuni comuni delle province di Bergamo e Cremona e le varie micro-zone rosse in varie aree italiane (anche al confine con il Canton Ticino). L'esecutivo guidato da Mario Draghi ha nel frattempo prolungato il limite allo spostamento tra regioni e sembra che anche palestre, cinema e teatri resteranno chiusi.

Una variante che diventerà lo standard - A proposito della cosiddetta variante inglese del Sars-CoV-2, Palù osserva: «Non abbiamo più bisogno di avvertimenti. Sta prevalendo in gran parte d’Italia oltre che d’Europa. La situazione è comune a molte nostre città dove la variante sta prendendo il sopravvento. Quindi finirà per affermarsi» e diventare il ceppo dominante. 

Più diffuso, ma non necessariamente più forte - «Sicuramente stanno aumentando i casi positivi e quindi la possibilità che più soggetti si debbano ricoverare» aggiunge il virologo. «Sappiamo che» con queste mutazioni «il virus si riproduce il 40-50% più facilmente del progenitore cinese, trovato per la prima volta a Wuhan. Non è affatto certo che sia responsabile di forme di malattia più gravi. I colleghi che sono nei reparti al momento non segnalano l’aggravamento del quadro clinico nei pazienti».

I consigli - Cosa si può fare, allora? «Dobbiamo abituarci a considerare che il Sars-CoV-2 più circola più muterà in quanto lo scopo del virus è propagarsi il più possibile. Ed è chiaro che più salgono i casi maggiore è il rischio che, tra questi, un numero più elevato di soggetti debba essere curato in ospedale». La prima misura concreta è «alzare il livello di sorveglianza. Sono stati messi a punto test diagnostici molecolari capaci d'individuare le tre varianti che finora si sono rivelate minacciose, l’inglese, la brasiliana e la sudafricana. Una volta accertato che l’infezione dipende da una di queste tre occorre sequenziare il genoma virale, attività che in Italia finora non è stata molto sostenuta. Sta nascendo anche da noi un consorzio di centri di ricerca dedicato».

Inoltre, osserva Palù, «vanno aumentate le misure di contenimento, il che non significa lockdown generalizzato ma attenersi a restrizioni che limitino gli assembramenti, gli spostamenti, i trasporti, le attività pubbliche compresa la scuola laddove la variante si sta diffondendo».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-19 01:52:09 | 91.208.130.87